Segnalazione di Alice Sten “Ombra”

COVER (1).png

 

JOOSEF

Io non vivo, esisto.
Io non respiro, annaspo.
Io non provo nulla, io sono il nulla.
L’oscurità è la mia unica alleata.
Sono diventato capace di fondermi con la notte poiché entrambi siamo fatti della stessa sostanza: silenziosi, oscuri, inevitabili.
Il buio è il mio gemello, è il mio elemento e in esso pondero, mi muovo, abito.
Il buio è intorno a me, dentro di me.
Una terribile notte mi ha strappato tutto ciò che di più puro costellava la mia vita, avvolgendolo, divorandolo fino a disintegrarlo e, da allora, le tenebre sono diventate la mia pace e il mio tormento.
Adesso sono pronto: nulla fermerà la mia avanzata, nessuno si frapporrà tra me e il mio unico, spietato, ma doveroso obiettivo.

Sarò implacabile, avrò occhi e orecchie ovunque, rifletterò la mia vera natura, trasformandola in una forma indistinta ma inesorabile, proprio come la vera essenza delle ombre.
Perché è proprio questo ciò che sono diventato: evanescenza, fumo, ombra.

 

SÄDE

Chi può avere la fortuna di affermare di non aver mai dovuto affrontare problemi di alcun genere nella propria vita?

Credo pochi, ed io non posso annoverarmi tra questi eletti.

Nonostante la mia giovane età, molti pesi gravano sulle mie esili spalle. La vita mi ha tolto tutto: sono orfana e, se non fosse per mia nonna, sarei anche sola al mondo ma, nonostante le avversità vissute sulla mia pelle, a soli ventun’anni, vivo la quotidianità che ho sempre sognato, svolgo un lavoro appagante e ho molto amici. Tutto questo lo devo solo a me stessa e alla mia caparbietà. Mi definisco, infatti, una piccola guerriera che, troppo presto, ha dovuto indossare una fragile ma necessaria armatura per combattere le asperità che il mondo moderno ha abbattuto su di me.

Non mi stanco, non mollo, perché la vita è un dono prezioso.

La vita è luce, io sono luce.

 

 

Come nel mito greco del giorno e della notte, luce e ombra, sole e luna, sono destinati a vivere separatamente.

Si alternano, poiché se il giorno prevalesse sulla notte, eliminandola, il mondo finirebbe e, al contrario, se le tenebre prelevassero sulle ore diurne, non beeremmo più del calore della luce.

È per questo motivo che, nonostante buio e luce siano due opposti, per sopravvivere devono coesistere.

Ma cosa accadrebbe se questi ultimi s’incontrassero?

Che cosa sarebbero in grado di generare?

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...