Segnalazione – “Io sono niente” di Laura Radiconcini

Buonasera Peccatrici, sono da voi con un regalo di fine giornata. Vi segnalo Laura Radiconcini con “Io sono niente”. Vi chiedo: avete mai immaginato un vampiro partigiano? Ecco, io già muoio dalla curiosità di conoscerlo, attraverso questa storia ambientata in Italia, a cavallo della II Guerra Mondiale. Un fantasy/horror imperdibile!

71Ra7yEX+pL._AC_UL654_QL65_

Appassionante come la saga di Twilight e coinvolgente come un romanzo storico

Autore: Laura Radiconcini
Editore: Oakmond Publishing (13 aprile 2019)
Lingua: Italiano
ISBN paperback: 978-3-96207-102-8
ISBN kindle: 978-3-96207-103-5
Link diretto Amazon

SINOSSI

Questa è la storia del giovane paracadutista americano Matthew Roberts, vampiro e partigiano mandato dai servizi segreti militari sull’Appennino bolognese nel 1943.
Durante la sua missione Matthew, viene aiutato e nascosto per qualche tempo dalla Resistenza in un casolare in mezzo alla campagna dove abita una ragazza che cela un pericoloso segreto. Pur schiacciati dalla paura e dall’orrore della guerra, l’amore si fa strada nel cuore dei due giovani che s’innamorano perdutamente. Ma il destino mischia le carte e mentre Matthew tenta di ritornare al suo battaglione per raggiungere Anzio, due vampiri lo aggrediscono trasformandolo in uno di loro: furioso, disperato e assetato di sangue.
Dovrà rassegnarsi a essere un mostro o riuscirà a riconquistare parte dell’umanità perduta? E se ritroverà la donna che ama, saprà trattenersi dall’ucciderla?

La passione di Laura Radiconcini per i vampiri risale all’adolescenza. Dracula è stato il suo primo amore, poi abbandonato per la sua intrinseca malvagità senza speranza di redenzione. Tuttavia da allora il mito dei vampiri in letteratura si è evoluto, presentando ai lettori creature immortali non più solo mostruose ma anche capaci di scelte etiche, i redimersi e, sì, anche di amore. Dall’entusiasmo per tali nuove caratteristiche nasce Io sono niente in cui la trama soprannaturale si mischia a quella storica in parte ispirata alle memorie della sua famiglia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...