SEGNALAZIONE TWIN GAME VOL 2 DI BRENDA MILLER

SCHEDA

Titolo: Twin Game 2

Autore: Brenda Mill

Prezzo: 1,99€

Editore: Self-Publishing

Genere: Erotic Suspense

Numero di pagine: 585

Data di pubblicazione: 14 marzo 2020

Trama

Rifiuteresti la benevolenza di Dio in nome delle gioie e dei tormenti dell’amore carnale?

Sono trascorsi circa vent’anni dall’apparente fine della faida familiare tra i gemelli Lost, eppure Ethan, dopo essere convolato a giuste nozze con Alyson, non sembra affatto felice. Così come non lo è nemmeno padre Adam. Forse perché ha compreso che tutto ha un prezzo. La vocazione perduta, la fratellanza tradita, l’amore terreno. E lui quell’importo oneroso non sembra più disposto a pagarlo. Almeno finché nella sua vita non appare Sharon, sorella gemella, identica in ogni minimo e insignificante dettaglio a Lauren, la ragazza per cui un tempo aveva pensato persino di abbandonare la Chiesa. Ma le due non si assomigliano affatto se non per questioni meramente estetiche. Lauren era affabile, benvoluta da tutti, un esempio da stimare e da seguire. Sharon, invece, è una delle donne più belle, ricche, sexy e influenti di New York. Sharon non fa tenerezza, fa paura. Perché le donne come lei la fanno sempre. Quelle come lei non hanno bisogno né di un principe né di un sacerdote. Quelle come lei si perdonano da sole, se proprio devono.

Padre Colton nutre delle serie difficoltà nel comprendere che tutto ha un prezzo soprattutto quando incontra Caroline, la parrocchiana più trasgressiva della propria canonica, oberata nell’animo da una marea di peccati, inudibili per un giovane sacerdote ignaro del potere della passione e della lussuria. Tutto ha un prezzo e lei, bella come il sole, desiderata e strapagata per concedersi agli uomini più potenti e perversi di Annapolis, è pronta a presentare il conto anche a lui.

ESTRATTI
“Un prete non dovrebbe sedurre proprio nessuno. Ma essere semplicemente un buon esempio per i propri fedeli”… Mi chiamo Adam Lost e sono, ahimè, un sacerdote da non imitare assolutamente. Ho viaggiato senza Dio più e più volte e nemmeno gli anni di punizione che mi sono stati imposti dalla Chiesa sono serviti a placare la mia condotta ribelle e a farmi rinunciare al mio ruolo. Non mi sono piegato né ai prelati più in alto di me, né ai castighi corporali, né alle preghiere di massa durate per giorni. Sono rimasto nel bene, ma soprattutto nel male, me stesso….

Mia sorella Lauren di certo non aveva descritto Padre Adam così come lo vedo io oggi. Dalle sue parole avevo immaginato un prete bello, sì, ma di certo impacciato. Un uomo incapace di trasudare sicurezza da tutti i pori e di sedurre qualsiasi donna sulla faccia della terra presentandosi unicamente con una tonaca informe addosso. Adam Lost, ancora una volta, per l’ennesima dannatissima volta, non è ciò che sembra. Si dimostra borioso e sicuro di sé in ogni gesto e respiro, continuando a proclamarsi come uno dei più fedeli servitori di Dio. Anche se da anni non fa altro che disdegnarlo e offenderlo in ogni modo possibile e immaginabile. Che cosa salti in testa a un uomo dalla personalità così controversa e dell’aspetto così contraddittoriamente provocante non è dato saperlo né a me, né al più bravo psichiatra del pianeta, né al Papa.
Padre Adam in questo preciso momento non sembra affatto un timorato di Dio, ma una bestia frenetica che si spoglia in fretta e in furia dandomi l’impressione di stare per compiere un atto che ha ben poco a che fare con l’amore. Adam, non è per nulla dolce, desidera solo insinuare la sua lingua in ogni parte del mio corpo, giocare con le bretelle del mio reggiseno e divertirsi nel trattarmi alla stregua di una bambola gonfiabile. Non c’è alcun amore nei suoi gesti ma solo il desiderio di usarmi per il proprio piacere. Mi desidera sì, ma stavolta, al contrario del passato, non vuole farmi felice. Me ne rendo conto più che mai quanto lui mi penetra intenzionato a non guardarmi negli occhi nemmeno per errore. L’uomo con cui sto facendo l’amore vuole farmi soffrire e neanche ci prova a farmi giungere all’orgasmo. Semmai me lo nega con tutto se stesso ignorando sia i miei sospiri di piacere che ogni mio gesto d’affetto verso di lui.
«Ti prego di scusarmi se per un attimo interrompo il tuo momento di gloria, ma pensi davvero che potrai raggiungere la serenità vendicandoti?», provo a metterla in guardia su ciò che sta per fare prima che sia troppo tardi per porvi rimedio. «Chi ha parlato di serenità? È un argomento che non mi interessa. Io vivo bene assieme ai demoni del mio passato e dovresti fare altrettanto anche tu visto che da quello che so non sei poi così santa». «Non credo che il mio trascorso di vita debba essere oggetto di questa conversazione». «Io invece lo credo eccome, visto che ti sei scopata Adam Lost! Si tratta di un prete o sbaglio?».

«Non sbagli, ma non capisco perché farne un dramma. In fondo abbiamo tutti degli scheletri dell’armadio e tu ne hai molti più di me».A seguito di tali parole, Sharon, si avvicina a me e lasciandomi di stucco mi mette le mani al collo. «Io al tuo posto farei molta attenzione a cosa dico. Mia sorella è morta e tu per quel che mi riguarda meriti di raggiungerla al più presto!», Sharon, minacciosa come non mai, mi rimette in riga facendomi rendere conto di quanto sia stata impudente nel sottovalutarla anche solo per un secondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...