Recensione (Non) è sempre l’uomo sbagliato di Sofia Mancini a cura di Cristina Pisano

ID:160842626

Titolo: (Non) è sempre l’uomo sbagliato

Autore: Sofia Mancini
Casa editrice: Self Publishing 

Genere: Commedia romantica

Pov: Doppio pov alternato

Data di uscita: 2 giugno 2022
Costo ebook: 1.99 

TRAMA: 

Stella ha 30 anni e vive in un monolocale a Torino con il suo gatto, Mr Grey. Lavora per una casa editrice e odia due cose: i bugiardi e le mezze verità.

Andrea, 33 anni, abita a Torino, ha una passione segreta e lavora per un giornale locale. Soprattutto, non sa che la sua vita presto verrà stravolta.

Complice un ristorante per single e degli amici insistenti, Stella e Andrea si ritroveranno a uscire insieme.

Si può non credere più nell’amore ma il destino non fa sconti neanche a due cuori disillusi.

La sincerità è alla base di tutto, ma i segreti di Andrea sono destinati a incrinare tutto.

Un rapporto d’amore può davvero affrontare ogni difficoltà?

Riuscire a riconquistare la fiducia di Stella dopo averla delusa e ferita non sarà facile.

Andrea capirà che la sincerità è il primo passo per non perdere chi si ama davvero.

Nuova pubblicazione per Sofia Mancini e come la stessa autrice scrive nei ringraziamenti, “(Non) è sempre l’uomo sbagliato” è un romanzo che segna un cambiamento, poiché risulta molto diverso rispetto ai suoi precedenti libri.  In verità non sono ancora riuscita a leggerli tutti, ma se confrontato “A Dangerous Love”, la lettura attraverso la quale ho avuto il piacere di conoscere Sofia,    posso confermare che esiste un’effettiva differenza. 

In questo romanzo lo stile adottato dall’autrice, costituisce sicuramente una nota di  merito a suo favore.  Sofia ha saputo reinventarsi mettendosi in gioco in una veste completamente nuova.  Attraverso le pagine è riuscita ad imprimere,  soprattutto alla partenza,  un ritmo incalzante e una scrittura ricca di quella nota fresca e gioiosa che in sinergia alla trama accattivante, sapientemente intervallata da diversi elementi dal retrogusto dolce- amaro, sa incuriosire ed incatenare il lettore fino alla fine del racconto. 

La vena ironica di Sofia emergere nel raccontare in maniera simpatica e quasi comica, la vita caotica e piena di insidie che accomuna i due protagonisti, Andrea e Stella.  Ad un primo esame appaiono molto simili ed in preda alle medesime frustrazioni, specialmente in ambito lavorativo. Le loro vite non sono per nulla semplici. Sono dei trentenni alla ricerca della felicità ma che si ritrovano a  vivere stritolati in una quotidianità che lascia  ben poco spazio alla soddisfazione e alla gratificazione, sia a livello personale sia materiale.

Sono entrambi amanti della lettura e della scrittura e questo loro amore per le parole e per il profumo della carta, è ciò che all’inizio li unisce.   Andrea è un giornalista (ma non solo),  che scrive articoli sottopagati e sottostimati, per un giornale della sua zona,  mentre Stella lavora per una piccola casa editrice.  Pur amando moltissimo  il loro lavoro non riescono a svolgerlo nel migliore dei modi, in serenità e con la giusta predisposizione d’animo, a causa dei loro titolari o superiori che nei loro confronti, sanno compiere delle pessime azioni e tenere dei comportamenti assurdi, incomprensibili e totalmente privi di logica.

Ad Andrea vengono imposti articoli su ex vip quasi completamente sconosciti, per i quali è  impossibile trovare fonti attendibili attraverso le quali documentarsi, per poter scrivere un pezzo interessante.   Stella invece, è letteralmente vessata e schiavizzata dalla proprietaria della piccola casa editrice che, approfittando delle sue  capacità ed abilità extra contratto,  la sfrutta e la ricatta, tramite intimidazioni di fronte alle quali Stella, decide inizialmente di piegarsi,  per non rischiare di perdere il lavoro in un settore che adora e che rappresenta da sempre, quel sogno intimamente accarezzato.

Entrambi sembrano all’inizio, quasi inconsapevoli delle loro reali capacità. Per sbarcare il lunario e forse per evitare di aggiungere altri problemi a quelli già esistenti, (soprattutto nel caso di Andrea),   preferiscono abbassare la testa e tirare avanti, accettando le angherie di superiori che anziché apprezzare e gratificare  le loro indubbie e comprovate capacità,  si divertono a massacrarli, per farli soccombere sotto il peso del giudizio e della cattiveria. E’ come se, nel tentativo di brillare maggiormente, volessero spegnere la luce di chi veramente spicca e possiede l’effettiva capacità di metterli in ombra.  

La loro vita lavorativa offre uno spaccato di realismo che forse troppo spesso somiglia a ciò che succede nella società attuale. Non è una novità certo,  ma è oramai una consuetudine constatare che chi ha talento non riesce a risalire la china, vittima di una meritocrazia inesistente che troppo spesso soccombe di fronte al clientelismo, il favoritismo, il nepotismo, parametri sui quali ahimè,  ogni cosa che ci circonda sembra affondare le radici.

L’atteggiamento iniziale dei due protagonisti, è quello tipico di chi si è dato per vinto già in partenza. Di quelle persone talmente sfiduciate da non riuscire  più a credere in se stesse e nella possibilità di poter avere un futuro diverso. E’ il comportamento di chi, schiacciato e stritolato tra le spire di una quotidianità troppo piena di insoddisfatte ore di lavoro e vuota, al contrario di quelle appaganti e spensierate di svago, ha perso quella lucidità mentale indispensabile per riuscire a fare chiarezza e focalizzarsi per vedere in  che direzione sta andando la propria vita.  Giorno dopo giorno, uno uguale all’altro,  sempre di corsa nel rincorrere “ciò che deve essere fatto”,  si finisce con il  trascurare  il “ciò che si desidera fare”. Ecco che Stella ed Andrea, un po’ come molti di noi,  finiscono con il diventare le vittime in questa spirale che li accalappia e li rinchiude in quel gorgo senza via d’uscita,  che li obbliga ad adattarsi di fronte agli eventi,  fino ad accettare anche l’inaccettabile.

La scelta tra il dovere e il piacere, in tutte le sue declinazioni,  (sogno o realtà, desiderio o ragione, ecc.) è il conflitto davanti  al quale ogni persona si trova a dover fare i conti.   E’ un interrogativo che si fa spazio in ognuno di noi ma, per forza di cose, per tutta una serie di ragioni, è sempre il piacere a defilarsi di fronte al peso del dovere.   Soffocati ed imprigionati in una quotidianità che appare davanti ai loro occhi, sempre più brutta, Andrea e Stella con stoica sopportazione tirano avanti per  la loro strada….ma tranquille, non sarà sempre così! La loro porzione di cielo senza stelle,  inizierà a rischiararsi e a brillare.  Il  loro incontro, così inconsueto, divertente ed originale, saprà rosicchiare poco per volta l’oscurità che sembra inizialmente averli inghiottiti, fino a quando una provvidenziale flashata di luce, colpendoli  dritti al cuore, saprà regalare nuova linfa, entusiasmante brillantezza e folgorante colore alla loro intera esistenza.

Da quando si conoscono la loro vita inizia a cambiare. Nulla di più vero… anche a loro succede!  Quando si incontra l’amore, il mondo viene filtrato  attraverso degli occhiali dalle incredibili lenti di colore rosa. Tutto sembra più bello, più luminoso e facile! L’uno per l’altra diventa  quell’oasi di pace nella quale ritrovarsi per allontanare dalla mente e dal cuore i tormenti del rispettivo tran-tran quotidiano,  pieno di situazioni difficili e persone malvage che non perdono occasione per infastidirli. Andrea con la sua presenza sostiene Stella infondendole la forza che a volte sembra mancarle, mentre Stella contraccambia aiutando Andrea a superare i suoi momenti difficili.

Nel caso dei due protagonisti,  anche se la loro storia ci mette diverso tempo per sbocciare,  si rendono conto da subito che l’essere entrati l’uno nella vita dell’altro, ha migliorato ogni cosa. E’ quasi come se  avessero acquisito una nuova sicurezza, una forza interiore e una visione d’insieme del tutto inedita, capace di regalare ad  entrambi maggiore serenità. Tra loro inizia tutto con una bella amicizia, un’affinità di intenti  che però lentamente si trasforma in un qualcosa di molto più profondo.  Questo romanzo è “slow burn” (a combustione lenta), quindi tra Stella ed Andrea tutto avviene per gradi e, abituatevi all’idea.  Non leggerete subito di ingestibili esplosioni di passione e brucianti momenti di estasi. Ci vuole tempo perché il loro rapporto si evolva in quelle tinte audaci dai risvolti carnali. Abbiate fede.

Per mesi si frequentano senza mai scambiarsi effusioni e neppure il numero di telefono, ma si contattano tramite i social. Sono consapevoli dell’elettricità che si scatena quando si  sfiorano o sono vicini, così come si rendono conto di fare parte, l’uno della vita dell’altra, come se tra loro ci fosse quel legame importante che sa di destino, di incontro tra anime e di predestinazione. Sono degli amici speciali che però si piacciono, anche se nessuno ha ancora avuto il coraggio di fare il primo passo. E’ un approccio inconsueto, considerando che non sono più dei ragazzini, ma dei giovani trentenni, che però si ritrovano a fare i conti con esperienze del passato che ancora esercitano un loro peso.   

È una scoperta della reciproca affinità che senza clamori serpeggia come sottofondo spandendosi nei cuori sorpresi, dove l’emozione suggerisce quanto tra loro sia un qualcosa di diverso e di tremendamente giusto! Non è un salto nel vuoto ma è un’abbandonarsi per gradi in un mare calmo ed appagante che ha il sapore della piena consapevolezza.  Insieme Andrea e Stella  sono quel tutto che andavano cercando. Tra loro  avviene ogni cosa in maniera naturale e  senza forzature.  Andrea e Stella sono più simili di quanto sembrino, non solo per le esperienze lavorative, ma anche nei sentimenti.  Scoraggiati dalle esperienze precedenti,  quasi non osano sperare che le cose tra loro, possano veramente funzionare. In questo Stella è la più diffidente e tra i due, quella che nutre i maggiori timori che,  per uno strano scherzo del destino o per mano della più crudele casualità,  sembra trovare la conferma. 

Come scritto all’inizio, la prima parte del romanzo risulta molto frizzante ed allegra, la seconda invece rallenta leggermente, perdendo un po’ dello smalto iniziale, per lasciare spazio ad una sfumatura più greve, come una leggera bruma che  si spande tra le righe, in concomitanza con il cambiamento che segue la storia. Ad un certo punto infatti, assume una sfumatura più drammatica. E’ un cambio di passo che si accompagna all’evolversi dei fatti, che vede i due protagonisti intenti a superare incomprensioni e lacune che mettono a rischio il loro rapporto, colorandolo di  tinte un po’ più cupe e sofferte. I momenti di tristezza e di abbandono, inevitabilmente, si ripercuotono anche sulla dinamicità e sulla leggerezza iniziale.

Secondo queste mie solite cavillose considerazioni, al di là di una superficiale analisi sulla freschezza d’insieme, sulla leggerezza della scrittura e sulla spensieratezza del racconto, il romanzo nasconde al di sotto della superficie, rispetto a quanto potrebbe inizialmente sembrare, intensi spunti di riflessione.  La vena realistica,  pur non togliendo respiro alla storia, regala maggiore intensità e spessore. Questo non vuol dire che non sia una lettura divertente e spassosa, assolutamente! Significa soltanto che, tra una risata, un sospiro, un’emozione e un moto di stizza, riesce anche ad  infondere  messaggi chiari riguardo al mondo che ci circonda, con i suoi meccanismi e i suoi innegabili chiari e scuri che, volenti o no,  sono parte della vita di ognuno di noi, così come lo sono in quella di Andrea e Stella.

E’ un romanzo intimo ma allo stesso tempo roboante, rimbombante, risonante, tonante.   E’ un inno alla speranza, al coraggio e alla fiducia nei confronti della vita. Se siamo pronti a metterci in gioco veramente, essa inaspettatamente può offrire degli sbocchi, delle evoluzioni  e delle soluzioni, che forse nei momenti più bui e vuoti,   neppure osiamo pensare, sognare e sperare. E’ un appello alle infinite possibilità che ognuno di noi possiede per rigenerarsi, per cambiare,  per ribellarsi e buttarsi,  sprezzanti ed audaci come non mai,  alla ricerca  della propria autentica e vera realizzazione. Via tutto ciò che non serve, ovvero la sfiducia, il pessimismo e il vittimismo. Ben venuta vita!

La verità è che gli incontri non sono mai casuali e ognuno interpreta il proprio ruolo in questo enorme palcoscenico chiamato vita. Stella ed Andrea sono una parte di me e anche una parte di voi. Sono i protagonisti di  una meravigliosa storia, fatta di momenti difficili, attimi intensi, episodi tristi dai quali hanno saputo uscire per costruirsi il loro attimo infinito di gioiosa felicità. Buona lettura e buon viaggio in questa storia che sa di vita e di verità.

**COPIA DEL LIBRO GENTILMENTE INVIATACI DALL’AUTRICE CHE RINGRAZIAMO**

VOTO : 4 PIUME

Recensione Il Testimone della Sposa di Chiara Venturelli

Titolo Il Testimone della Sposa
Autore : Chiara Venturelli
Data di pubblicazione : 24 maggio 2022
Genere : contemporary romance – freinds to lovers
Prezzo : ebook € 1.99 (disponibile per kindle Unlimited) cartaceo € 12.00
Trama :
“La mia migliore amica si sposa oggi. Io sono il suo testimone e sono innamorato di lei.”

Adam ha scelto di seguire la carriera, trasferendosi lontano per cinque anni, ma ha sempre rimpianto di aver abbandonato la sua migliore amica Lily. Al suo ritorno, si illude di poter riallacciare il vecchio rapporto e si ritrova invece ad accettare di farle da testimone di nozze. Starle vicino durante i mesi di preparativi lo metterà a dura prova, in tutti i sensi.

Lily ha raggiunto un equilibrio, tra lavoro e vita privata, accanto a un uomo intransigente che ha già pianificato il loro futuro. Occuparsi dei preparativi dovrebbe rappresentare il banco di prova della sua attività di organizzatrice di eventi.
Non ha però fatto i conti con la presenza di Adam e con l’antica cotta che sembra riaffiorare nei momenti meno opportuni, com’è successo anche in passato.

La loro amicizia è sempre stata destinata a rimanere tale, non essendo mai rimasti entrambi single nello stesso periodo.
Questo sarebbe il momento peggiore per accorgersi di provare più che affetto l’uno per l’altra, a meno che…
“Se qualcuno è contrario, parli ora o taccia per sempre”. Il testimone parlerà?


«Certo, ti accompagno volentieri alla prova dell’abito.» Prima bugia.
«Non sono lo sposo, sono il testimone. No, non sono il fratello, sono il cugino.» Seconda bugia.
«Ti sta molto bene.» Terza bugia.
Molto bene era riduttivo, era bellissima e mi si annodò lo stomaco. Ero solo emozionato per lei, ero felice all’idea di esserle accanto nel suo grande giorno. Quarta bugia.



CONTEMPORARY ROMANCE AUTOCONCLUSIVO
Spin-off di “Sarà per la prossima volta”

Bentrovate Peccatrici, oggi vi parlo dell’ultimo libro di Chiara Venturelli, il testimone della sposa.
Partiamo dal principio: Lily e Adam sono amici fin da bambini, crescono insieme e tra loro non c’è mai stato niente che vada oltra l’amicizia, o almeno di questo si sono convinti negli anni, troppo spaventati dall’idea di rovinare un così bel rapporto..

Ad un certo punto Adam si trasferisce a Londra per lavoro, un trasferimento lungo ben cinque anni, dove il loro rapporto si “fredda” un po’..
Al suo rientro però Lily sarà il primo pensiero, ma le cose sono cambiate, e ci sono anche un sacco di novità.

Un matrimonio imminente, un ruolo importante al quale sarebbe difficile rinunciare e dei sentimenti che ormai non riescono più a restare sopiti.

Avevo lo stomaco chiuso, perché mi sembrava di essere in ritardo per chiarire con lei, pronta come era ad andare a convivere. Dominik era spesso fuori città per lavoro, ma dubitavo che mi avrebbe invitato da loro. Stavo perdendo la mia migliore amica? O era già successo da anni, poco alla volta, senza che me ne accorgessi davvero? Cercavo le risposte sul fondo del bicchiere, per questo continuavo a vuotarlo.

Adoro la penna di Chiara, ho amato tutte le sue storie fin dai tempi di “Lezioni di Seduzione”, il suo modo di scrivere mi trascina sempre pagina dopo pagina, insomma per me è una certezza consolidata 🥰
Per Lily ed Adam la cosa mi decisamente sfuggita di mano, mi sono ritrovata a leggerlo nei ritagli di tempo più impensabili nell’arco di 24 ore, perché ogni volta che giravo pagina pensavo “ok, stavolta ci siamo..vedrai che stavolta è quella giusta è glie lo dice” e invece succedeva sempre qualcosa 🤦‍♀️ 24 ore di ansia insomma 😆 ma 24 ore bellissime 😍

Cosa dirvi di Lily..la paura a volte ci lascia scivolare dalle mani le occasioni più belle, e forse lei ne è la prova..visto cosa stava per fare, e lì mi avrebbe sentito eh..non sò come ma avrei trovato il modo di mandargliele a dire 🙆‍♀️ allo stesso tempo ho amato il suo carattere diventato fermo e deciso in grado di ribaltare tutti i suoi piani in nome dell’Amore:
quello vero ❣️ ah, ovviamente tanti punti per la forza di volontà e l’autocontrollo 🤭
E Adam?? Ad un certo punto volevo entrare dentro il libro e scuoterlo per svegliarlo 😆 ok rispettare la sua migliore amica, ok volerla proteggere e difendere, ok anche rispettare i suoi tempi e non metterla alle strette..ma a tutto c’è un limite Adam 🙃 il tutto però accompagnato da una dolcezza infinita ❤️

Ok torno seria : una bellissima storia 😍 un legame sincero e un amore nato dal sentimento più pure e sincero: l’amicizia.
Ok il tempismo non è mai stato dalla loro parte, o forse chissà non era ancora arrivato il momento giusto per loro.
Non voglio svelarvi troppo perché è una storia che merita sicuramente di essere letta perché sulle emozioni vi garantisco che Chiara non si è risparmiata ed è riuscita a trasmettermele tutte ❤️
Vi lascio a questo matrimonio..sempre che si faccia 🤭
Buona lettura peccatrici 🤗
la_sabi 💜

VOTO : 5 PIUME

LINK AMAZON AFFILIATO : https://amzn.to/3lUe3aE

Recensione Candy – Red Oak Manor Collection #7 di Jenny Anastan

Autore: Jenny Anastan
Titolo: Candy – Red Oak Manor Collection #7
Genere: Hate to Love – Second Chance
Data d’uscita: 16 maggio 2022
Formati: Digitale; Cartaceo Flessibile; Cartaceo Rigido

TRAMA
 

C’è chi spende la sua vita assecondando i desideri altrui, mettendo da parte i propri. E c’è chi, nel ricordo di qualcuno che ha sbattuto una porta dietro di sé, spreca la propria esistenza cercando di dimenticare il dolore.

Opal ce l’ha fatta: si è realizzata, aprendo la propria agenzia di eventi prima dei trent’anni. Ha un fidanzato devoto e delle amiche fedeli che la conoscono meglio di quanto lei conosca se stessa. Della ragazzina cresciuta all’ombra del maniero di Red Oak Town resta solo la pallida eco di un passato annacquato. Nulla può incrinare la sua serenità.
Nulla, eccetto il matrimonio che deve organizzare. Perché non si tratta del solito evento da gestire alla perfezione, ma di una bomba pronta a scoppiarle tra le dita. E nel cuore. Infatti, quando Preston, il fratello della sposa, la chiama con il soprannome simbolo del loro vecchio legame, la miccia si accende e non c’è alcun modo di spegnerla.

Preston non ha niente da temere: è proprietario di un hotel di lusso, ha una famiglia ricca alle spalle e una fidanzata di rappresentanza che non gli sta troppo addosso. 
Ha tutto sotto controllo. 
Tranne lei.
L’unica persona con cui si sia mai sentito davvero se stesso. Colei che l’ha saputo sfidare e che è arrivata a un passo dal vincere ogni sua resistenza. Ma la strada è stata tracciata molti anni prima e lui non può permettere ai suoi desideri di mettersi in mezzo. Non può, eppure resistere è più difficile che mai.
Perché il passato è un maledetto parassita che si nasconde nell’angolo più buio dell’anima e si nutre di ogni ricordo fino a colpire a tradimento al primo sguardo. E a volte, replicare gli stessi sbagli ha un sapore più dolce del fare la cosa giusta.

Bentrovate Peccatrici, oggi dal Maniero voliamo fino alla grande Mela con Jenny Anastan che ci racconta la stroria di Opal e Preston.
Opal è cresciuta al Maniero dopo essere rimasta orfana, la vita con lei non è stata “gentile” ma pian piano si è presa le sue rivincite e a neanche trent’anni è un’organizzatrice di eventi, titolare di una società niente di meno che a New York.
I tempi del Maniero sono lontani, anche se è rimasta molto legata ai ragazzi con cui è cresciuta che sono stati per lei una seconda famiglia.
E’ lontano anche il ricordo del suo primo amore, quello vissuto ai tempi del liceo, Preston, fratello della sua migliore amica Hanna, che le ha spezzato il cuore.

E’ proprio Hanna a ricercarla dopo molti anni per affidarle l’organizzazione del suo matrimonio, e questo vuol dire inevitabilmente rivedere Preston 😧

Dopo tanto tempo aver a che fare di nuovo con lui significa tirar fuori da quel cassetto che sperava di non dover più riaprire i sentimenti che l’avevano distrutta quando era ancora una ragazzina, e nonostante ora sia una donna molto più sicura di se, sa’ già che davanti a Preston le sue debolezze torneranno a galla…..

Ho lottato così tanto per diventare qualcuno, faticato così strenuamente per creare tutto ciò che posseggo oggi, che non mi sono mai fermata a riflettere su una verità incontrovertibile: il passato non è mai tale se non lo affronti e lo lasci in un angolo nascosto della tua mente o del tuo cuore.

Nonostante Opal sia fidanzata da qualche anno, sente che con Roger manchi qualcosa..e diciamocelo, l’improvvisa comparsa di Preston non aiuterà affatto 😏
Anche per lui non sarà facile ritrovarsi difronte la “sua Candy” dopo tutti questi anni, anche perché, inutile dirlo, anche lui ora è fidanzatissimo!

Se da un lato Opal vorrebbe fargliela pagare per il male che gli ha fatto in passato..dall’altro c’è l’attrazione che ahimè non lascia scampo 🤭 è l’eterna lotta tra testa e cuore..tra giusto e sbagliato 🙆‍♀️

«Come posso spiegartelo?». Chiudo gli occhi un secondo e posso ancora sentire le labbra di Preston sulle mie. «È stato come tornare a casa dopo un lungo viaggio. E quando si è staccato mi è mancata l’aria, non avrei mai trovato la forza di andarmene. Sarei rimasta su quel marciapiede per ore abbracciata a lui».

Bhé cosa dire..la Anastan torna dopo un bel po’ e lo fa con i fuochi d’artificio 😍
Ok che i Second Chance sono le mie storie preferite, ma in quella di Opal e Preston c’è molto altro..

C’è un primo amore che pur di essere vissuto scende a compromessi, e se all’inizio pensavo che i sacrifici più grandi fossero stati solo quelli di Opal, odiando Preston per questo, leggendo la storia fino in fondo mi sono resa conto che forse è proprio lui ad aver pagato il prezzo più alto per quell’amore.
C’è il riscatto: di Opal in primis, nonostante la sua storia, la vita al Maniero, non si è lasciata andare, ha creduto in se stessa e alla fine ce l’ha fatta.
E pian piano anche Preston avrà modo di riscattarsi..ci vorrà solo un po’ più tempo 😏
E poi si ci sono le secondo occasione, quelle più belle, quelle vissute al momento giusto, con la giusta maturità e con la consapevolezza di vivere il momento❣️
Un’altra bellissima storia che ruota intorno al Maniero, ma intanto correte a New York con Jenny Anastan 😉
Buona lettura peccatrici
la_sabi 💜

«Voglio essere migliore, voglio essere quel tipo di uomo di cui una donna come te può andare fiera».

VOTO : 5 PIUME

LINK AMAZON AFFILIATO : https://amzn.to/3lt42RH

RECENSIONE IL MARE IN BASE AL VENTO DI VALENTINA PERRONE

TITOLO: Il mare in base al vento
AUTRICE: Valentina Perrone
GENERE: Contemporary Romance
DATA DI USCITA: 22 aprile 2022 (seconda edizione)

FORMATO: Cartaceo (€ 12,00); E-book (€ 3,49)
EDITORE: Independently published – Amazon
PAGINE: 242
COVER: Progetto grafico a cura di Asia Pichierri – Servizi Editoriali

ROMANZO AUTOCONCLUSIVO
PUBBLICATO IN ESCLUSIVA SU AMAZON

LINK D’ACQUISTO:
https://amzn.to/3k5xmNt

CITAZIONE

“Io non so che cosa sia la felicità ma in quel momento lì, su quella panchina di pietra,
credo di esserci andata vicina. E certe cose non si dimenticano, restano immobili nel cuore

malgrado il tempo, malgrado tutto”.

TRAMA

Un lavoro, due amati genitori e un amico prezioso: Silvia, libraia trentaduenne, è la classica brava ragazza, che vive di affetti sinceri e sogni nel cassetto. La sua serenità è irrimediabilmente messa alla prova quando incontra Carlo, affascinante ingegnere dal passato ingombrante che troppo spesso invade il presente. I loro destini s’incrociano nella loro terra, il Salento, adagiata tra i due mari e di frequente in balia dei moti del vento. Sullo sfondo dei vicoli di Lecce vecchia e della spiaggia di Santa Maria al Bagno, i due navigheranno le acque di un amore travolgente e impareranno che si può decidere di trovare la pace nonostante la tempesta. Ma solo se si è disposti a scoprirsi fragili, a rimboccarsi le maniche per cercare il coraggio e a concedere il perdono.

BIOGRAFIA AUTRICE

VALENTINA PERRONE, salentina, è scrittrice e giornalista. Ha ricevuto premi e riconoscimenti per i suoi libri, l’attività giornalistica, l’impegno nella promozione culturale e nella tutela degli
animali. Il suo sito web: http://www.valentinaperrone.it
Altre opere pubblicate:

  • Come la neve a Natale
  • Nel mio domani
  • Memorie di Negroamaro
  • Un caffè in ghiaccio con latte di mandorla
    Contatti:
  • Sito web: http://www.valentinaperrone.it
  • E-mail: info@valentinaperrone.it
  • Facebook: @valentinaperroneautrice
  • Instagram: @valeperroneautrice

Una coccola per il cuore.
Voglio definirlo così il romanzo scritto da Valentina.

Una nuova edizione e nuovi scenari di un romanzo già bello di suo.

Ho letto tutte le sue opere e posso ormai dire con certezza che il modo di scrivere di Valentina  mi piace proprio tanto.

Siamo a Lecce, in un contesto magico con Silvia e Carlo, un grande sogno nel cassetto lei, una ragazza semplice che ama la sua famiglia, il suo lavoro, il suo grande amico e poi Carlo. Una storia travolgente e dolce, Carlo ha però un passato che sembra non voglia passare è un padre premuroso, ma sembra che un buon padre non possa  essere anche un buon compagno…..
Quindi il suo passato ritorna, prepotente ed impetuoso a cancellare il suo essere Carlo 
Un amore grande, messo a dura prova, Silvia si ritrova a ricominciare da capo, a riorganizzare la sua vita e il suo domani.
Ognuno di noi può essere Silvia e Carlo.
È un piacere leggere ed accompagnare Silvia nel suo domani.
Una storia che ti tocca dolcemente e ti accarezza come il vento.
La forza di una donna che rinasce.
La forza di un amore che non deve finire.
Grazie Vale per avermi fatto sognare ancora.
Dolce, romantico per nulla volgare.
Un vento tranquillo che ti accarezza il volto.

Mony 🤙

I sogni servono per respirare». «Come sarebbe a dire, per respirare?» replicai decisa. Io sognavo di notte però respiravo continuamente, di notte e di giorno! Come conciliare le due cose

«Voglio dire» continuò «che se il vento non possiamo governarlo, il mare invece possiamo sceglierlo. Ed è un po’ come con la vita. Se è il destino che decide, anche noi in qualche modo possiamo metterci le mani e scegliere la pace».

Certi occhi restano impressi nell’anima e da lì non si muovono, desiderosi di rivedersi ancora e poi ancora. E bruciano quasi da far male, fino a quando non incontrano di nuovo la luce buona, quella che riconoscerebbero comunque e sempre. Quella che non acceca, tutt’altro, e spalanca il mondo. «Balliamo?»

Uscite della settimana dal 16 al 22 maggio

Autore: Jenny Anastan
Titolo: Candy – Red Oak Manor Collection #7
Genere: Hate to Love – Second Chance
Data d’uscita: 16 maggio 2022
Formati: Digitale; Cartaceo Flessibile; Cartaceo Rigido

TRAMA

C’è chi spende la sua vita assecondando i desideri altrui, mettendo da parte i propri. E c’è chi, nel ricordo di qualcuno che ha sbattuto una porta dietro di sé, spreca la propria esistenza cercando di dimenticare il dolore.

Opal ce l’ha fatta: si è realizzata, aprendo la propria agenzia di eventi prima dei trent’anni. Ha un fidanzato devoto e delle amiche fedeli che la conoscono meglio di quanto lei conosca se stessa. Della ragazzina cresciuta all’ombra del maniero di Red Oak Town resta solo la pallida eco di un passato annacquato. Nulla può incrinare la sua serenità.
Nulla, eccetto il matrimonio che deve organizzare. Perché non si tratta del solito evento da gestire alla perfezione, ma di una bomba pronta a scoppiarle tra le dita. E nel cuore. Infatti, quando Preston, il fratello della sposa, la chiama con il soprannome simbolo del loro vecchio legame, la miccia si accende e non c’è alcun modo di spegnerla.

Preston non ha niente da temere: è proprietario di un hotel di lusso, ha una famiglia ricca alle spalle e una fidanzata di rappresentanza che non gli sta troppo addosso.
Ha tutto sotto controllo.
Tranne lei.
L’unica persona con cui si sia mai sentito davvero se stesso. Colei che l’ha saputo sfidare e che è arrivata a un passo dal vincere ogni sua resistenza. Ma la strada è stata tracciata molti anni prima e lui non può permettere ai suoi desideri di mettersi in mezzo. Non può, eppure resistere è più difficile che mai.
Perché il passato è un maledetto parassita che si nasconde nell’angolo più buio dell’anima e si nutre di ogni ricordo fino a colpire a tradimento al primo sguardo. E a volte, replicare gli stessi sbagli ha un sapore più dolce del fare la cosa giusta.

Continua a leggere

Segnalazioni d’uscita dal 2 al 8 maggio 2022

Titolo: Non sono un gentiluomo, duchessa
Autrice: MARIANNA VIDAL
Editore: SELF (VIDAL ROMANCE)
Genere: storico
Formato: ebook e cartaceo
Prezzo ebook: 2,99
Prezzo in offerta: € 1,99
Data pubblicazione: 05/05/2022
Protagonisti: Lucrezia e Francesco
Pagine: 657
Link di acquisto: https://www.amazon.it/sono-gentiluomo-duchessa-Marianna-Vidal-ebook/dp/B09YM8RMKG/
Pagina autrice: https://www.facebook.com/MariannaVidalAutrice/
Blog autrice: https://mariannavidalscrittrice.blogspot.com/

Trama/Sinossi

ROMANZO AUTOCONCLUSIVO

Napoli, 1890
Bella, dolce, nobile e determinata, la duchessa Lucrezia DAcquaviva DAlbino ha vissuto buona parte della sua vita in convento ma, a diciannove anni, la sua vita sta per cambiare e non come lei vorrebbe…
Sangue nobile scorre nelle vene di Francesco, ma ben pochi si sognerebbero di definirlo un gentiluomo. Cresciuto tra ladri e prostitute, frequenta con invidiabile nonchalance i bassifondi di Napoli come i rappresentanti più alti dellaristocrazia, ma quando i suoi occhi incrociano quelli della duchessa DAcquaviva DAlbino…
Due mondi opposti si scrutano, si osservano, si attraggono e si respingono, sullo sfondo di una Napoli di fine Ottocento, dove sovvertire le regole può essere la rovina o la realizzazione di un sogno che va ben oltre la speranza.
Riusciranno Lucrezia e Francesco a trovare un loro posto nel mondo?

N.B. Si informano i lettori e gli acquirenti de La duchessa & il boss, che il presente romanzo è unedizione rivista del suddetto, con unambientazione storica differente, ma con un impianto narrativo immutato. Chi sceglierà di leggere entrambi, La duchessa & il boss e Non sono un gentiluomo, duchessa, potrà, eventualmente, divertirsi a individuare il periodo storico che più gli aggrada.

Note sull’autrice:  
 Marianna Vidal ama leggere e inventare storie, soprattutto damore.
Autrice di più di quattordici romanzi, fin da bambina sognava di diventare scrittrice e nel frattempo studiava il lavoro degli altri, valutando personaggi, intrecci e soluzioni narrative. Il suo amore per le grandi storie sentimentali lha fatta avvicinare anche alle altre lingue e attualmente si è appassionata al portoghese.
Romantica, amante degli animali e della lettura, vive in unisola che descrive spesso nei suoi romanzi e da grande sogna di vedere una sua storia sul grande o sul piccolo schermo.
Se desiderate conoscerla, cercatela nelle pagine dei suoi libri.

Continua a leggere

Segnalazioni d’uscita dal 9 al 15 maggio 2022

Titolo: Antony, vol.1 serie Anima Nera
Autore: Sylvia Kant
Editore: self publishing
Genere: contemporary romance, spy romance, dark romance, angst
Pov: 3° persona focalizzato
Prezzo ebook: € 1.99
Prezzo cartaceo: da definire
Data pubblicazione: maggio 2022
Pagine: 750
Serie: sì. ANIMA NERA
Antony (vol.1 serie Anima Nera): maggio 2022
Angela (vol. 2 serie Anima Nera): ottobre 2022
Anima Nera (vol. 3 serie Anima Nera): marzo 2023

Sinossi:
Fascino, mistero, bellezza ultraterrena, raffinate doti amatorie, fanno di Antony Barker il gigolò più ambito del jet set newyorkese. Algido, determinato e completamente amorale, soddisfa qualsiasi richiesta dei suoi facoltosi clienti, anche la più perversa, purché ben pagato.
Timida, modesta, introversa, Angela Palmieri accetta di partecipare a uno stage di sei mesi nella sede della Norton&Faulk di New York. Diventata, ben presto la preferita del presidente Rachel Norton, si ritrova però a navigare in acque pericolose, torbide e oscure, in cui brilla una luce soltanto: quella dell’amore.

Estratto: Angela adora andare in moto. Anche perché così, ha una scusa valida per stringersi a lui. La brezza tiepida della sera le sfiora il viso e le spettina i capelli. Antony ferma la corsa davanti al cinema all’aperto della cittadina alla cui fiera avevano partecipato due settimane prima. Vi proiettano un vecchio film che ha già visto innumerevoli volte: American Gigolò. Notato il titolo, Angela non riesce a trattenere una risata.
«Ti erudisco». Antony abbozza un sorriso ironico, poi, non appena spente le luci, le passa un braccio attorno alle spalle, come fossero una coppietta qualsiasi, dopo averla coperta col proprio giubbotto di pelle. «Meglio?», le sussurra all’orecchio.
«Molto meglio», Angela non riesce a nascondere l’intenso piacere che prova a sentirsi coccolata da lui. Non dovrebbe, non vorrebbe provare tutte quelle sensazioni pericolose, soprattutto per un uomo tanto complicato, ma non riesce a farne a meno. Con nessuno, mai, si è sentita così a proprio agio, come fosse nata soltanto per stare sotto quel braccio rassicurante.

Biografia: Di origine romana, Sylvia Kant nasce come autrice di narrativa ed esordisce nel genere rosa nel 2014, pubblicando “self” il suo primo romanzo, “Antony”.
Nel 2015, i diritti dello stesso vengono acquisiti dalla casa editrice Newton Compton, che pubblicherà il libro col titolo di “Prova ad amarmi”.

Continua a leggere

Recensione Sounds of Absence di Daria Torres

TITOLO: Sounds of Absence
AUTRICE: Daria Torresan
EDITORE: Self Publishing
GENERE: New Adult
CATEGORIE:  – Sport Romance/7Hate to Love/Enemies to Lovers
DATA DI USCITA: 29 aprile 2022

SINOSSI
Autumn
Quattro anni prima, avevo scoperto cos’era l’odio.
Avevo visto mia sorella soffrire a causa del branco di bulli che l’aveva sbeffeggiata per la sua
diversità, costringendola a trasferirsi in una scuola adeguata alle sue esigenze.
Li avevo detestati per quello.
E continuavo a detestarli, sebbene lei li avesse perdonati.
Perché io non ero come lei. Ero orgogliosa, rancorosa, a tratti vendicativa.
Più di tutti, odiavo Drake Sullivan, il playmaker titolare della squadra universitaria di basket.
La sua fama di bello e dannato risuonava anche al liceo, in cui frequentavo l’ultimo anno.
I tifosi lo avevano soprannominato Metal Storm.
Io lo chiamavo l’Anticristo.
Insolente e superbo, era convinto che il mondo girasse intorno a lui.
Era abituato a prendere tutto ciò che voleva, senza chiedere. Non che mi importasse, fintanto che la
sua strada non incrociava la mia.
Solo che poi decise di prendersi me.
Non aveva idea contro chi stava per scontrarsi.
Non lo avrei mai perdonato, ne ero certa.
Tuttavia, non avevo messo in conto ciò che Drake Sullivan nascondeva a tutti dietro la sua faccia da
schiaffi. Un qualcosa che avrebbe potuto trasformare il mio odio in un impulso molto più
pericoloso: l’attrazione.
Drake
Autumn Rylance non somigliava per nulla alla sorella timida ed empatica. Aveva una lingua
tagliente come un nakiri e dei modi sferzanti. Nulla che io non potessi gestire, comunque. Era una
di quelle persone che reputavo stimolanti. Forse ero strano di mio, ma più era complessa la mente
e astioso il carattere di chi mi trovavo davanti, più ne ero attratto. Mi piaceva giocare con le loro
teste come fossero cubi di Rubik: studiarle, comprenderle, manipolarle.

Bentrovate Peccatrici, oggi vi parlo dell’ultimo libro di Daria Torresan: Sounds of Absence.
Vi ricordate Emma Sue di Sounds of Silence?!? Ecco questa è la storia di sua sorella Autumn e dei uno dei ragazzi a cui aveva giurato odio eterno.
Si, avete capito bene, se avete letto la storia di Emma Sue vi ricorderete degli episodi di bullismo di cui era stata vittima da parte di alcuni dei suoi compagni: tra questi c’era anche lui, Drake Sullivan.
Sono passati una manciata di anni e Autumn è sempre convinta che tra tutti Drake sia l’anticristo per eccellenza, ma per far felice sua sorella e la sua migliore amica Charlize, innamorata di Drake, si lascia convince a passare del tempo in loro compagnia.
Quello che Autumn ignora è che Drake nutre una certa curiosità nei suoi confronti nonostante sappia che invece lei lo detesti.
Il modo in cui Autumn tratta Drake avrebbe di sicuro fatto desistere chiunque, ma non il bel giocatore di basket che non si lascia scoraggiare tanto facilmente 😏

Ciò che aveva ancora più dell’assurdo era il fatto che non mi sentissi in pericolo e che non avvertissi l’esigenza di provocarlo con una delle mie frecciatine al vetriolo. Non che avessi cambiato opinione su di lui, sia chiaro, ma era successo qualcosa in quella tavola calda, il bisogno di insultarlo e denigrarlo era venuto meno. Si trattava solo di una pausa; l’indomani, mi ripromisi, sarebbe tornato tutto come prima.

Diciamo pure che quella di Autumn sarà una lotta tra testa e cuore..se da una parte non riesce a dimenticare quello che Drake ha fatto alla sorella, dall’altra non può che constatare che il ragazzo che sta pian piano conoscendo è tutta un’altra persona.
Ma il perdono è qualcosa che va meritato..e il nostro playmaker sarà in grado di abbattere il muro tirato su da Autumn? 😏
Nonostante la reticenza iniziale Autumn scoprirà che sotto la corazza di Drake si nasconde un ragazzo che si sente terribilmente solo, che ha sofferto e soffre ancora per la perdita della madre e per la poca considerazione che ha di lui suo padre.
Il confine che divide odio e amore è un filo mooolto sottile, e proprio come era successo alla sorella, Autumn dovrà ricredersi su ciò che aveva sempre pensato su Drake.

«Ho perso il conto delle volte in cui ho definito assurdo il modo in cui si sono messe le cose tra mia sorella e Joshua. Fidanzarsi con il ragazzo che la tormentava al liceo ha dell’incredibile.» Ruotai la testa per guardarlo negli occhi. «E ora io sono qui con te, dopo che ti ho definito nel peggiore dei modi, che ti ho giurato odio eterno. Sono qui, a fare l’amore con te, a rifugiarmi tra le tue braccia pensando che non ci sia un altro posto in cui vorrei stare.»

Nonostante tutto alla fine Autumn non potrà far altro che cederà al suo cuore, ma le cose non saranno così semplici..c’è ancora di mezzo l’amica innamorata di Drake che ignora cosa sta succedendo tra i due, e sua madre che non sa che ruolo ha avuto lui nella vicenda di sua sorella.

«E tu che vuoi, piccola Rylance? Vuoi anche tu la luna?» Le mie labbra si curvarono verso l’alto. «Mi accontento di avere te.» Gli occhi di Drake risero. «Ti accontenti, eh…» Mi pinzò la pelle dei fianchi facendomi ridere per il solletico, poi mi strinse a sé. «E tu che vorresti?» gli riproposi la sua stessa domanda. Lui piantò le sue pupille nelle mie; mi penetrarono fin dentro l’anima. «Io non ho mai avuto tanto come in questo momento.»

Un’altra bellissima storia firmata da Daria, dai temi sicuramente forti ma che cerca anche di aprirci gli occhi ed andare oltre le apparenze e i pregiudizi che molto spesso ci fanno dare giudizi affrettati.
E’ anche una storia di seconde occasioni, di perdono e rinascita ❣️
Insomma, come sempre le emozioni non mancano, e la penna di Daria riesce sempre a travolgermi facendomele sentire sulla pelle quasi come se fossi io la protagonista della storia.
Buona lettura peccatrici 🤗
la_sabi 💜

** LIBRO GENTILMENTE INVIATOMI DALL’AUTRICE CHE RINGRAZIO **

VOTO : 4 PIUME

LINK AFFILIATO AMAZON : https://amzn.to/3F2u6Mh

Recensione a cura di Thammy, “Le ragazze del tavolo23” di Manila Albanese

Titolo: Le ragazze del tavolo 23
Autore: Manila Albanese
Genere: Commedia romantica
Uscita: 10 aprile 2022
Editore: Self Publishing

TRAMA: E se il vero amore navigasse verso le acque delle Isole del Sole?

 Anche se Olimpia non ha mai creduto nelle favole, si imbarca volentieri su di una lussuosa nave da crociera per fare da testimone al matrimonio della sua migliore amica. All’evento partecipano anche le altre amiche inseparabili di sempre. Sei donne, completamente diverse tra loro, ma complici come sorelle. La sposa non fa altro che tessere le lodi del testimone dello sposo — che sarà il cavaliere di Olimpia al matrimonio — definendolo L’ottava meraviglia del mondo. A Olimpia, però, non sono mai piaciuti i principi azzurri. Lei ama l’avventura e gli uomini tenebrosi. Quattromila anime a bordo e Olimpia non fa altro che incontrare un ragazzo odioso e tanto intrigante con cui si è scontrata il primo giorno di navigazione, mentre, per una serie di imprevisti, riesce a conoscere il famoso Andrés solo il giorno del fatidico sì. Tra incredibili risate, equivoci e città meravigliose baciate dal sole, Olimpia vivrà la sua favola. Ma in ogni favola che si rispetti c’è sempre il Lupo Cattivo.

 â€œUndici giorni… undici meravigliosi giorni e mi sono innamorata”

Salve peccatrici, avete voglia di mare? Di vacanza? Di amore? Questa è  la lettura perfetta. Un rosa con i fiocchi, una dolcissima storia che parla di amicizia, di sentimenti, di destino e lui quando ci si mette sa essere veramente perfido,e cigliegina sulla torta, il tutto si svolge su una nave da crociera.
Chi non ha sognato almeno una volta di un amore con il pilota d’aereo,  con il soldato o con il capitano della nave?

«Il mio demone dagli occhi neri» sussurra. Le sorrido in modo sfacciato. «La mia piccola niñita» le dico sulle labbra gonfie.

La scrittura inconfondibile di Manila, sicuramente maturata nel tempo, scorrevole, leggera, molto piacevole che ti accompagna per mano pagina dopo pagina nella storia. Personaggi ben delineati a parte lo sposo che… beh, leggetelo poi capirete, l’amicizia bellissima tra queste ragazze cosi diverse tra loro ne fa da padrona, insieme all’incontro/scontro tra i due protagonisti e l’attrazione sarà inevitabile.
Riuscirà  Olimpia a non uscire da questa avventura con il cuore a pezzi?
Ander, il bellissimo capitano, metterà  radici o il richiamo del mare sarà  più forte?

«Te chiero, niñita. Ahora y siempre» lo ripete tra un bacio e l’altro e a me non resta che arrendermi, anche se sono comunque terrorizzata. «Ander» il suo nome mi esce come una supplica.

Non mi resta che consigliarvi questa dolcissima lettura e darvi appuntamento alla prossima.

«Di tutti i viaggi meravigliosi che ho fatto, tu sei il più bello, e sarai sempre il mio ritorno»

Voto:

Recensione Cruel – Red Oak Manor Collection #6 di Debora C. Tepes

Autore: Debora C. Tepes
Titolo: Cruel – Red Oak Manor Collection #6
Genere: Darkness – Bandit – Age Gap
Data d’uscita: 27 aprile 2022
Formati: Digitale; Cartaceo Flessibile; Cartaceo Rigido
TRAMA: La vita non è mai stata clemente con Caleb Klein. 
Il dolore e l’abbandono hanno segnato la sua strada sin da quando era bambino, e gli hanno insegnato a proteggere il cuore col filo spinato. 
Il passato l’ha reso determinato, a tratti cinico e spesso crudele. 
Ed è così che è riuscito a formare la sua banda di criminali, disperati e sperduti come lui, costretti a crescere tra le mura di Red Oak Manor. Insieme, sono indistruttibili. Colpo dopo colpo, costruiranno la loro fortuna e saranno finalmente liberi. 
Ma poi c’è lei, Violet. 
Lei, con i suoi capelli corvini e gli occhi che sanno leggere oltre i muri che Caleb ha eretto per proteggersi. 
Lei, il suo punto di forza. 
Lei, la debolezza che potrebbe ridurlo in cenere.

La prima volta che ha incontrato Caleb, oscuro come un angelo caduto e bello da spezzare il fiato, Violet Winters era solo una bambina. 
Lui è il suo crudele riflesso, il buio che la nasconde e la protegge. 
È il suo capo, colui che per primo ha creduto in lei e ha sanato le ferite del suo passato, permettendole di entrare nella banda e di farne la sua famiglia. 
Ma c’è un prezzo da pagare, per riuscire ad arrivare al suo cuore. Ci sono spine da cui lasciarsi ferire, rovi che l’avvolgeranno, strappandole l’anima. 
Perché Caleb è il purgatorio che dovrà attraversare per poter rinascere, a qualunque costo.

Bentrovate Peccatrici, oggi si torna al Maniero..anzi no voliamo un pò più lontano con Debora C. Tepes che ci porta fino in Maryland per raccontarci la storia di Caleb e Violet.
Fin dal suo arrivo al Maniero Violet è stata un po’ l’ombra e un po’ la spina nel fianco di Caleb, ai tempi aveva solo 9 anni e lui quasi il doppio ma per qualche strano motivo fin da subito Caleb nutriva questo strano senso di protezione nei suoi confronti, cosa strana per lui visto che non si è mai legato troppo a nessuno, ma quella ragazzina schiva dagli occhi di ghiaccio sempre pronta a sfidarlo lo incuriosiva.

Quella ragazzina è sì una croce, ma nello stesso tempo è anche una salvezza. Le devo la vita.

Raggiunta la maggiore età Caleb lascia il Maniero portando con se 3 ragazzi e la piccola Violet; col tempo diventeranno una vera e propria banda di fuori legge che metterà a segno colpo dopo colpo. Violet è diventata una donna e con gli anni quella devozione che nutriva fin da bambina per Caleb si è trasformata in altro, per lei non è solo il capo della banda ma molto di più, e ora che si sente donna non ha problemi neanche a manifestargli cosa prova, ma Caleb non ne vuol sentire se non in qualche rara occasione 🤨

«Caleb è il mio oscuro angelo custode. Mi ha donato una speranza, mentre il mio mondo crollava a pezzi. Il mio cuore è legato al suo da una catena indistruttibile, che di giorno in giorno rischia di sfracellarlo, ma va bene così. Caleb è il mio inizio e la mia fine. Sono totalmente devota a lui, solo a lui e lo sarò fino a quando questo dannato cuore non smetterà di battere. Anzi, anche dopo, quando il mio corpo sarà sottoterra, quel che resterà di me continuerà a reclamarlo.

Per quanto simili possano sembrare sotto molto punti di vista, allo stesso tempo sono l’uno la parte mancante dell’altro, e se per Violet questa cosa è chiara da tempo, per Caleb scendere a patti con i suoi sentimenti non sarà una passeggiata. Quella di Violet, soprattutto all’inizio, potrebbe sembrare a tutti gli effetti più un ossessione che un amore vero e proprio..ma vi dico che leggendo la storia fino in fondo capirete che non è solo quello. Anche la “famiglia” che si sono creati è un po’ “atipica”..ma non per questo è meno famiglia..anzi ❣️

Ciò che il mio corpo sente quando lui è nei paraggi. Il fuoco che avvampa nelle vene, le pulsazioni che accelerano deliranti, il cervello che va completamente in tilt. Tutto questo moltiplicato per un milione. È così che mi sento quando sono con lui. Viva all’ennesima potenza. Ma basta un suo semplice rifiuto per farmi morire dentro. L’amore che provo per Caleb è oscuro, tossico e ossessivo, eppure è il primo tipo di amore che io abbia mai conosciuto. È l’unico tipo di amore che il mio cuore malconcio abbia mai provato.

Avevo già letto qualcosa di Debora ma un bel po’ di tempo fa, e ammetto che ritrovarla nella Collection è stata una piacevolissima sorpresa. Caleb con il suo lato oscuro mi ha conquistata praticamente da subito, il suo tormento continuo e la paura di abbandonarsi a qualcosa che non crede di meritare. E Violet? Bhé che dire del mostricciattolo, ne ha viste tante, troppe, per la sua giovane vita ma niente la distrugge..solo il rifiuto di Caleb ha questo potere..
Un sali e scendi continuo di emozioni, un prendere e lasciarsi, donarsi per poi ritrarsi il momento dopo..insomma tutti gli ingredienti per un una storia senza tempi morti..anzi 🙆‍♀️
Vi lascio a questo altro meraviglioso capitolo della Collection, siamo già oltre la metà e io me ne sono resa conto solo ora..come faremo quando arriveremmo alla fine 😢
Buona lettura peccatrici 🤗
la_sabi 💜

Quella ragazzina ha messo a soqquadro il mio mondo incolore, tingendolo di viola. Ha portato calore in un eterno inverno, restando al mio fianco senza mai vacillare. Ha combattuto per me, sofferto per me, senza mai gettare le armi; al contrario, le ha affilate, rialzandosi ogni volta più agguerrita che mai. Perché Violet è una piccola guerriera. Lei è il pallido riflesso della mia anima crudele. È la luce che accarezza le mie ombre. Si è incagliata nel mio petto, come una valanga di schegge affilate, donando nuove pulsazioni al mio gelido cuore. Violet pensa che sia stato io a salvarla, ma in verità lei ha salvato me.

VOTO : 4 PIUME

LINK AMAZON AFFILIATO : https://amzn.to/3l0V91H

Recensione Damned Soul – la ragazza del mio migliore amico di Lorena Nigro

Titolo: DAMNED SOUL – La ragazza del mio migliore amico
Autore: Lorena Nigro
Genere: Contemporary Romance
Pagine: 340
Volume: Autoconclusivo
Prezzo: Ebook prezzo lancio € 0,99 – Cartaceo € 13,50
Uscita: 24 marzo
Disponibile: Formato e-book e cartaceo su Amazon, disponibile anche su Kindle Unlimited
Pubblicato da: Self publishing
TRAMA:
Lei resta la mia ragione e il mio castigo.
Non c’è niente di più doloroso al mondo se non vedere la ragazza che ami tra le braccia di un altro. Un altro
che non è solo il tizio con cui sei cresciuto, no, è il tuo migliore amico, è quello che ti ha salvato il culo un
milione di volte. E quando a quell’amico devi tutto, nel bene o nel male, tu lo rispetti e metti a tacere la
coscienza. E la mia coscienza ha un solo nome: Jodene. La fidanzata di quello che per me è come un
fratello.
La guardo, respiro il suo respiro; vivo di ogni suo battito, mi rigenero della sua energia. Non posso fare a
meno di lei. Sarebbe come morire rinunciarci… eppure ho dovuto farlo, ingoiando bile sotto il loro stesso
tetto. E intanto resto a guardare da lontano un rapporto che si logora giorno dopo giorno, fino a quando
basta poco, pochissimo, per avere Jodene nel mio letto e intrappolarla nel mio cuore… per non lasciarle
altro scampo se non tra le mie di braccia, questa volta.
Guardo avanti e inizio a giocare: questa è la mia partita e ho tutte le intenzioni di vincerla.
Kolby
Sono fatto di tormento e frustrazione. Sono come il vento, quello impetuoso, che quando passa lascia gli
scarti di un’esistenza infelice. Aspetto di far brillare il mio diamante, gli giro attorno, lo tengo d’occhio e
lo proteggo… solo così so di avere uno scopo.
Jodene
Ho una vita che è come una trappola… vivo un amore fasullo perché quello vero mi fa troppa paura. Un
crogiolo di emozioni mi ricorda quanto sia ipocrita nei confronti di quell’amico che forse dovrebbe
rimanere tale. Invece mi piace… mi piacciono i suoi occhi e le attenzioni che mi concede. È un faro nella
notte e io, soggiogata, accetto che mi indichi la strada verso… la perdizione.

Bentrovate Peccatrici, oggi vi parlo di un libro uscito ormai più di un mese fa, che a causa di impegni e scadenze ho dovuto “accantonare” e ahimè far aspettare.
Quello che oggi posso dirvi è che ho fatto un errore madornale..perché il libro che mi stava aspettando è veramente, ma veramente bello.

Partiamo dal principio: Kolby è il miglior amico di Syd, Syd è il fidanzato di Jodene..Kolby è innamorato di Jodene da sempre, cioè da prima di Syd.
Si ok ora penserete al classico triangolo amoroso bla bla bla…no!!! Vi assicuro che non niente di tutto ciò.
Il fatto è che Kolby ha letteralmente lasciato Jodene a Syd. Si avete capito bene, in realtà Kolby si era fatto avanti per primo, ma Jodene e Syd ne sono allo scuro (è una storia un po’ complicata quella del loro primo incontro ma che non voglio spoilerarvi…), quando Kolby scoprirà l’interesse che il suo migliore amico nutre nei confronti della ragazza deciderà di fare un passo indietro.
In passato Syd è stato l’amico che l’ha aiutato ad uscire da una brutta situazione e per questo Kolby da tutta la vita si sente un po’ in debito con lui.

Tra Joden e Kolby però nasce comunque una bella amicizia, complice anche il lavoro, e soprattutto perché vivono tutti sotto lo stesso tetto, insieme alla cugina di Syd, Skylar che..no, su di lei forse è meglio che non mi esprima 🙄 capirete il perché leggendo.

Il problema nasce dopo una vicenda che vedrà coinvolti in maniera differente tutti e quattro i personaggi, un segreto a dire il vero di cui Kolby in prima persona si farà carico in favore del suo migliore amico.

«Che cosa stiamo facendo?» sussurra. «Non lo so… ma tu hai smesso di tremare e io ho iniziato a respirare. Come si chiama questa cosa?»

La lontananza, e il sapere come procedono le cose tra Syd e Jodene faranno tornare su i suoi passi Kolby dopo sei lunghi mesi.
Al suo ritorno troverà però una Jodene pronta a fargli la guerra, per il suo comportamento, per essere sparito, per averla delusa.
Ma Kolby stavolta è deciso ad andare per la sua strada, a smettere di farsi da parte per gli altri e finalmente è pronto riprendersi quello che ha sempre sentito come suo..
La paura di esporsi con Jodene sarà quasi nulla in confronto al peso che si porterà dentro per quel segreto che tutti sanno tranne lei.

Quando le emozioni prenderanno il sopravvento però anche Jodene sarà costretta a scendere a patti con i suoi sentimenti..e lì.. ❤️

Voglio che sia mia, che si svegli ogni mattina al mio fianco, che esista solo io per lei, che sia l’amore della mia vita. Lei è la felicità che non ho mai conosciuto, l’orgoglio che brilla nei miei occhi e mai scorto in quelli di mio padre ogni volta che guardava mia madre; la mia rovina e la mia cura, il mio domani, il mio tutto.

Una bellissima storia, una penna che avevo già letto quella di Lorena ma che con questo libro mi ha conquistata davvero.
Ho sentito tutto il tormento di Kolby attraverso le sue pagine. La sua lealtà verso l’amico che l’ha salvato da un destino che avrebbe cambiato la sua vita mi hanno fatto capire esattamente la sua anima, e al tempo stesso l’ho capito quando si è reso conto di aver diritto anche lui alla felicità.
Cosa di dire di Jodene..anche a lei Lorena non ha risparmiato molto 😧 Una storia d’amore con Syd che di amore scoprirà sulla sua pelle aveva ben poco, il tradimento su più fronti che la faranno crollare, e al tempo stesso la voglia di riscattarsi e concedersi finalmente la storia d’amore che merita ❣️
Se non lo avete ancora letto ve lo consiglio vivamente, se cercate una storia tormentata, ricca di colpi di scena e sullo sfondo dalle note un po’ forbidden questa fa proprio al caso vostro 😉
Buona lettura peccatrici 🤗
la_sabi 💜

Chiudo gli occhi e lascio che la mia bocca si unisca alla sua; ci muoviamo con estrema lentezza, le nostre lingue si assaggiano, si scontrano, si riconoscono. Tremo mentre il bacio si fa impetuoso e le sue mani vagano sul mio corpo alla ricerca di un appiglio che mi tenga salda. Intanto, un intenso sfarfallio ha invaso il mio stomaco rievocando ricordi del passato. Non ho mai dimenticato le sensazioni che mi hanno pervaso la prima volta che le sue labbra umide e voluttuose si erano poggiate sulle mie, ma, ora, c’è qualcos’altro che ci trasporta in una dimensione tutta nostra: amicizia, desiderio, rimpianto e nostalgia. Ci sono amore e follia a legarci.

VOTO : 4 PIUME

LINK AMAZON AFFILIATO : https://amzn.to/3kqFiJq

Recensione Black Trace: Amore e mistero a Savannah di Catherine BC a cura di Micky

Titolo: “Black Trace: Amore e mistero a Savannah”
Autore: Catherine BC
Data di pubblicazione: 01 marzo 2022
Genere: Romance suspense
Pov: Doppio alternato
Prezzo ebook: € 0,99
Prezzo cartaceo: € 12,00
DIsponibile su Kindle Unlimited
Autoconclusivo
Numero di pagine: 146
Trama: Colton Tyson è uno scrittore afroamericano che ha raggiunto un successo insperato col suo romanzo d’esordio, ma che ora sembra aver perso l’ispirazione.
Donna O’Connor è una ragazza di origini irlandesi che sta ultimando i suoi studi con una tesi sullo spiritismo degli schiavi americani.
Che cosa li lega?
Savannah, l’energia misteriosa che la città emana, i suoi fantasmi e i riti voodoo.
Tutto un universo che sembra prendere vita dopo il tramonto che affascina Donna e spaventa Colton.
Un viaggio nel lontano passato, attraverso la spiritualità che trasuda da ogni angolo, li porterà a delle scoperte sconcertanti che daranno slancio al lavoro di entrambi e al loro rapporto, facendoli avvicinare.
L’amore, infatti, rimane da sempre il più potente dei misteri.


Buongiorno Peccatrici!
Questa volta desidero raccontarvi una storia un po’diversa dal solito Romance erotico che leggo e che leggete.
Il romanzo racconta la storia di Colton Tyson un giovane scrittore afroamericano che, grazie al suo romanzo di esordio rivelatosi un successo, raggiunge una certa e inaspettata popolarità.
Come ogni autore che si rispetti ha un agente che lo mette sotto pressione perché scriva un altro romanzo che possa riscuotere il successo del primo, ma Colton si troverà in difficoltà e sembra che l’ispirazione che dovrebbe popolare la sua mente eccelsa si sia vanificata.
Oltre al nostro affascinante scrittore troviamo lei, Donna O’Connor una giovane studentessa di origini irlandesi che sta ultimando il suo percorso di studi basando la sua tesi di laurea sullo spiritismo degli schiavi afroamericani.
Vi domanderete: che nesso c’è fra loro?
Semplice: entrambi si troveranno a Savannah, una città misteriosa con le sue leggende e i riti voodoo.

“Mi sentivo rapito dal colore acceso e lussureggiante che mi circondava. Il verde della piazza, adornata dalle romantiche fronde di querce secolari, aveva sempre avuto il potere di infondermi serenità”

A differenza di Donna, Colton non si trova a suo agio quando si parla di misteri, riti strani e fantasmi, ma nonostante questo si ritroverà catapultato in un’avventura del tutto… paranormale.

“Savannah era una città che nascondeva un mistero o un efferato delitto quasi in ogni strada, circondata da cimiteri in cui si diceva venissero fatti ancora strani riti…”

Riuscirà Donna a fargli cambiare idea su questo mondo parallelo fatto di racconti misteriosi e strane credenze?
Ma, soprattutto, riuscirà a conquistare il cuore di Colton aiutandolo a scrivere il nuovo romanzo?

“Avevo perso per un attimo la ragione nell’immensità verde dei suoi occhi. Mi avevano fatto pensare alle colline irlandesi, al dolce declinare dei loro pendii e alla loro vivacità color smeraldo.
Un colore solare e gioioso, limpido e sincero che, però, piano piano sembrava mutare spegnendosi gradualmente…”

Ed ecco le mie impressioni riguardo questo romanzo.
Ho letto già un romanzo di questa autrice e il suo stile scorrevole e ricercato mi aveva colpito piacevolmente, ma questa volta è riuscita a farmi appassionare a un genere del tutto nuovo per me.
Le descrizioni dei luoghi sono accurate e ben delineate, tanto che mi è sembrato di essere lì insieme a loro.
Ho percepito le emozioni dei singoli personaggi mentre leggevo i capitoli narrati prima da uno e poi dall’altro e, cosa non del tutto semplice ha saputo farmi “vedere” le scene proiettate nella mia mente.
Per come sono fatta io, pignola fino allo sfinimento, avrei regalato a Colton un pelino in più di coraggio, ma nonostante ciò l’ho amato moltissimo ed è riuscito a conquistarsi un pezzettino del mio cuore.
Mi è piaciuto molto il rapporto che nasce fra Donna e Colton e il modo in cui cresce man mano che si sviluppa la storia.
Siete curiose di sapere cosa accade in questo romanzo dalla trama avvincente?
Non vi resta che leggerlo!
Lasciatevi trasportare dalla magia di queste pagine…
Consigliato!

Alla prossima storia!
Michy la scribacchina peccatrice

LINK AFFILIATO AMAZON : https://amzn.to/3km258Z

Recensione Wrong – Red Oak Manor Collection #5 di Valentina C. Brin

Autore: Valentina C. Brin
Titolo: Wrong – Red Oak Manor Collection #5
Genere: Sport Romance – Young Adult – Forbidden
Data d’uscita: 06 aprile 2022
Formati: Digitale; Cartaceo Flessibile; Cartaceo Rigido
Trama: Tyler Blake, quarterback dei Lions e re del suo liceo, ha sempre desiderato avere una famiglia. È stato adottato quando aveva dieci anni, e se i signori Blake gli hanno donato una casa e l’amore che non ha mai avuto, Luna, la loro figlia naturale, gli ha dato tutto il resto.
Lei è la sua migliore amica, la sua forza, la sua àncora. 
E soprattutto è il suo segreto più grande.
Luna Blake farebbe di tutto per Tyler. L’ha protetto dai bulli quando erano piccoli, e nonostante non condividano lo stesso sangue, quel ragazzone innamorato del football è il suo unico e preziosissimo fratello. Ma non è più il bambino impaurito che i loro genitori hanno portato a casa sette anni prima: è diventato un incontrollabile concentrato di rabbia e incoscienza e lei non ne capisce il motivo. Un motivo che Tyler, invece, conosce bene. Perché nonostante Luna sia sua sorella, è irrimediabilmente attratto da lei. 
Starle accanto è un’agonia, desiderarla senza poterla avere è una tortura, stordirsi con l’alcol e le ragazze è l’unico modo che conosce per non cedere. Perché se lui la tocca, perde tutto: la testa, il football, l’amore dei suoi genitori.
Lasciarsi andare è fuori discussione.
Rimetterci la famiglia non è un’opzione. 
Ma cosa succederebbe se, cercando di salvare Tyler da se stesso, Luna si rendesse conto che averlo accanto la confonde? E se, per uno stupido gioco, finissero per stare troppo vicini? Sapranno resistere alla tentazione, se quella tentazione è a portata di bacio?

IL PENSIERO DELLA SABI

Bentrovate Peccatrici, pronte a tornare al Maniero?!? Stavolta lo facciamo con Valentina C Brin che ci racconta la storia di Tyler e Luna ❣️
Tyler è un orfano che vive a Red Oak Manor e viene adottato all’età di dieci anni, la famiglia da cui viene accolto ha già una figlia, Luna poco più piccola di lui.
Il rapporto che instaurano da subito i due “fratelli” è molto forte, se Tyler si dimostra in un primo momento timoroso spaesato da questa nuova realtà, Luna sarà la sua paladina pronta ad accoglierlo e difenderlo al momento del bisogno.

Con il passare degli anni però le cose cambiano, Tyler è cresciuto e il bambino timido ha lasciato il posto al quaterback più acclamato del liceo, sicuro di se e ricercato dalle ragazze.
Qualcosa cambia anche nel rapporto con Luna, è cresciuta sotto i suoi occhi e insieme a lei è cresciuto anche quello strano sentimento “scomodo e inappropriato” che cerca di reprimere in ogni modo.
Inutile dirvi che Tyler metterà in fuga la maggior parte dei ragazzi che proveranno ad avvicinarsi alla sorella 😅 Luna ci vede solo un fratello geloso e possessivo, a volte anche a limite dell’impossibile; ma proprio come da bambina sarà sempre pronta a prendere le sue difese e a correre in suo soccorso.

Ma poi succede qualcosa che ribalterà tutto, un gioco, un bacio..e tutto cambia ❣️

«Siamo fratelli!», protesto in un improvviso attacco di imbarazzo. «Credimi, lo so.» «Allora…» Non ho tempo di dire nient’altro, perché le labbra di Ty si premono sulle mie e mi portano via tutto: parole, fiato, forza. Resta solo il cuore, che esplode in mille schegge che si disperdono ovunque. Strizzo gli occhi e mi aggrappo al suo polso mentre quegli stronzi continuano a incitarci, e mi lascio baciare come non ho mai fatto in vita mia.

Eh già, un bacio può veramente fare la differenza: può sconvolgere gli equilibri, destabilizzare, aprire gli occhi..ma anche dare conferme, rimettere tutto il ballo e far decidere di buttarsi in qualcosa che sembra tanto bello quanto pauroso

«Tu sei come un fuoco d’artificio: di solito cerco di ignorarti, ma quando appari fai così rumore che è impossibile non guardarti, e allora resto fregato, perché i fuochi d’artificio sono sempre bellissimi.»

Per quanto forte sia il sentimento di Tyler nei confronti di Luna, la sua paura di sconvolgere e perdere quella famiglia tanto agognata lo metterà in seria confusione, per fortuna ci penserà la testardaggine di Luna che una volta venuta a patti con i suoi sentimenti per il “fratello” non permetterà a Tyler di tirarsi indietro e rinunciare al loro amore.
E che dire dei genitori?!? Lì mi sono sciolta 😭 avrebbero potuto reagire in mille modi davanti ad una cosa simile, ma l’ha fatto nella maniera più bella possibile: facendo i genitori..per entrambi i loro figli ❤️

E’ il primo libro che leggo di Valentina, e so che si è cimentata in un nuovo genere, e vi dico che la sua penna mi è proprio piaciuta, fresca e accurata.
La storia è di una delicatezza unica, la paura e l’angoscia di Tyler mi hanno fatto tremare il cuore; il coraggio e la tenacia di Luna poi ❤️
Un’altra bella avventura firmata da questo team di autrici pazzesche..in attesa del nuovo libro vi lascio a questa storia dal sapore forbidden 😏
Buona lettura..
la_sabi 💜

«Perché la ragazza giusta per me sei solo tu, Luna Blake. Ormai tutto il mondo sa che ti amo, ma nessuno tranne noi due e pochi altri è consapevole di quanto è forte ciò che provo per te. Sei la mia complice perfetta. Sei l’imprevisto migliore che mi sia mai capitato e sei l’errore che rifarei altre mille volte. Dicono che ci sia un momento nella vita di una persona in cui tutte le cose accadute acquistano un senso: il mio l’ho trovato nel momento in cui ho capito di amarti, perché ho compreso che se ho passato i primi dieci anni della mia vita come orfano, è stato per poter arrivare da te. Tu sei la mia casa, la mia famiglia, il mio unico e grande amore e voglio costruirmi un futuro con te, perciò…»

LINK AMAZON AFFILIATO : https://amzn.to/3v6y5nG

Recensione doppia Il Bacio di Caino di L.F. Koraline a cura di Saby & Monia

Autore: L. F. Koraline 

Titolo: IL BACIO DI CAINO 

Genere: Contemporary Romance 

Pov: doppio – LUI/LEI

Autoconclusivo: sì 

Uscita: prossimamente (data in arrivo) 

Distribuzione: solo su Amazon sia in Ebook che in Cartaceo

TRAMA

LUI è il regista del film più atteso dell’anno,

LEI sogna di diventare una stella di Hollywood.

LUI è in cerca dell’attrice protagonista,

LEI affronterà il provino più pericoloso della sua vita.

Abel e Cain Withford sono i futuri eredi di una delle famiglie più influenti di Los Angeles.

Seppur fratelli, hanno ben poco in comune.

Uno è responsabile, affidabile e premuroso. Il suo sguardo è uno specchio blu, fresco e sincero.

L’altro è indisponente, arrogante e vizioso. I suoi occhi sono due pozzi neri, profondi e oscuri.

Affascinanti e inarrivabili, lavorano fianco a fianco senza incontrare ostacoli, fino a quando un brutto incidente mette in pausa tutti i loro progetti. 

Dopo una serata a base di whiskey e confidenze, investono Nala, una ragazza arrivata nella città degli angeli per conquistare una stella, una di quelle incise lungo i marciapiedi della Walk of Fame.

È testarda e determinata, nonostante i suoi provini finiscano tutti allo stesso modo: “le faremo sapere”. 

In attesa della sua occasione, frigge e serve gamberetti al Bubba Gump Shrimp di Santa Monica. 

Le delusioni non sconfiggono il suo entusiasmo, almeno fino alla notte dell’incidente con i fratelli Withford, l’inizio del suo personale incubo. 

Si risveglia in ospedale, sotto accusa. 

Cain la ritiene responsabile di quanto accaduto.

Assetato di vendetta, inizia a ricattarla per placare la sua rabbia, ma si ritrova vittima del suo stesso gioco.

Si accorge di non riuscire a stare lontano da lei.

Non è in grado di gestire l’attrazione che serpeggia fra loro tutte le volte che sono vicini.

Di giorno la odia, ma al tramonto la cerca. 

In pubblico neppure la guarda, ma quando sono soli la divora. 

La ragione gli sussurra di fermarsi, ma l’istinto urla di non farlo. 

LEI raggiante, LUI prepotente.

LEI spontanea, LUI calcolatore.

LEI trova sempre un motivo per sorridere, LUI uno per arrabbiarsi.

Riusciranno ad arrivare alla fine delle riprese senza farsi del male?

IL PENSIERO DELLA SABI

Bentrovate Peccatrici, oggi (insieme alla mia partner in crime) vi parlo dell’ultimo libro di Koraline: la storia di Nala e Cain..due persone che più diverse non esistono.
Lui bello, ricco, arrogante e affermato..lei è una ragazza che viene da una famiglia semplice, crede nei principi con i quali è cresciuta ed arriva a Los Angeles per rincorrere un sogno e dare così un futuro alla sua famiglia.
Il loro primo incontro avviene in maniera alquanto tragica, i due sono coinvolti in un incidente dove purtroppo il fratello di Cain, Abel riporterà gravi conseguenze.

Cain, che è sempre stato quello egoista e superficiale si sentirà in qualche modo in colpa e cercherà un modo per espiarla: convinto del fatto che anche Nala ne sia in in qualche modo responsabile coinvolgerà anche lei in un assurdo piano per farla avvicinare al fratello e farlo desistere da quella che Cain crede sia la sua decisione inequivocabile.
Scopriremo poi che Abel ha si preso una decisione importante che riguarda la sua vita..ma non è esattamente quella che aveva immaginato Cain 🤨
Quello che doveva essere solo un piano per il bene di Abel si trasformerà presto in altro.
La vicinanza tra i due infatti scombussolerà gli equilibri di Cain risvegliando in lui una gelosia nei confronti di Nala; qualcosa che di sicuro non si aspettava e che proverà a combattere e respingere con tutte le sue forse. Lui che credeva di controllare il “gioco si ritroverà ad esserne la prima vittima” 😏

«Non baciarmi…», biascico, pentendomene all’istante, sentendomi stupida. Sorride a mezza bocca, mi posa un dito sotto il mento per sollevarmi il viso verso il suo. «Il bacio di Caino ti fa così tanta paura?» «Il bacio è l’espressione di qualcosa di intimo, di romantico e prezioso. Non si sciupa, soprattutto con uno come te».

A questo punto portare avanti il piano ideato da Cain sarà sempre più difficile.. 😏

Si fa riprendere continuamente per il suo comportamento astioso nei miei confronti. Di notte invece, be’, di notte di quell’astio non resta alcuna traccia perché, dal tramonto all’alba, io divento il suo chiodo fisso, la sua preda, la sua amante. In pubblico continua a dirmi che non sono adatta, quando siamo soli, non fa che ripetermi che sono perfetta. Perfetta per quel ruolo, perfetta per le sue braccia, perfetta per la sua bocca.

Quelli che tutti credono sia la parte forte e egoista della famiglia forse altri non è che colui che avrebbe avuto bisogno di una parola o una carezza in più; vittima di un nome che che gli è stato cucito addosso quasi come un marchio, come se lui non potesse essere altro che il nome che porta.
Forse ci voleva l’arrivo di Nala per tirar fuori la sua vera natura..chissà ❣️

«Nel rumore e nel silenzio, vorrei che restassi con me. Promettimi che mi amerai come si ama un amico che se ne va per sempre, amami come si ama una persona che non è in grado di amare, amami e insegnami come si fa. Eccomi, sono qui, messo a nudo, nel rumore e nella furia. I miei occhi, le mie mani, sono tutto quello che ho. Il mio viso è il mio grido. Solo tu riesci a sentirlo».

Risparmio il mio pensiero sui genitori perché..perché veramente quei due li avrei presi volentieri a ceffoni 🙆‍♀️

Altra bellissima storia firmata Koraline, dal sapore nuovo, con argomenti “importanti” che fin ora non avevamo mai trovato nei sui racconti. Mi è piaciuta la delicatezza e l’accortezza con cui sono stati trattati (nei ringraziamenti si capisce il perché ❤️). Ormai so con certezza che nella sua penna troverò storie sempre nuove e ricche di emozioni, ma ogni volta mi lascia a bocca aperta.
Preparatevi perché anche in questo libro ci farà soffrire un bel pò 😭 anzi, vi dico proprio che Koraline ci lascerà col fiato sospeso fino all’ultimo come nel suo stile..ma ne varrà davvero la pena ❤️
Vi lascio tra le braccia ci Cain e Nala…buona lettura peccatrici 🤗
la_sabi 💜

«Prima o poi riuscirò a dimenticarti, ma non stanotte… magari un’altra volta… magari un’altra notte…».

IL PENSIERO DI MONIA

Non ho parole, ed invece le parole devo trovarle.
Devo stare qui davanti a questo foglio e recensire un libro che ho trovato stupendo…. trovare parole per qualcosa che mi ha lasciato senza parole .
Amore, felicità, spensieratezza, ragione, batticuore, eccitazione …insomma emozioni e  lacrime, questo romanzo mi ha tirato fuori tutte le emozioni che si possano provare. Tutto in 602 pagine.  Questo mi ha dato il bacio di Caino e lo ha fatto dalla prima all’ultima parola. Dal primo all’ultimo capitolo.
Leggo troppe meravigliose, perfette, passionali, irriverenti storie d’amore.
Quelle che ti scavano dentro,  quelle che ti riempiono il vuoto, quelle che ti trasformano in una vera sognatrice ❤Questo è stato per me il bacio di Caino.
Emozione allo stato puro.
Partendo dalla fantasia sfrenata di Koraline che ambienta e racconta la famiglia …………. mente geniale.
Il sacro ed il profano
Il giusto lo sbagliato
Rimescolando le carte, non lascia nessun dettaglio.

Lo scontro sancisce l’inizio della storia fra Cain e Nala. Provengono da mondi diversi, opposti, lontanissimi !! lei schietta e spontanea, autentica, selvaggia, lui cresciuto con il lusso senza avere le cose importanti,  indurito  dal suo nome, sempre combattendo l’ambiente in cui è stato cresciuto. Nonostante ciò, sono uniti da qualcosa di forte, che li aiuterà a ritrovarsi di volta in volta.
Koraline ci racconta una storia fluida, racconta dettagliatamente anche i personaggi che girano intorno a Cain e Nala ti innamori di ognuno di loro.

Non posso che dare il massimo dei voti a questo libro.
Sarà qualcosa che porterò sempre con me.

Di giorno mi insultava di notte mi cercava..

“ma non stasera magari un’altra volta… magari un’altra notte”. Dal tramonto all’alba

…. fine…..il bacio di caino
Emozioni che non si spiegano a parole….. tu❤ mi hai fatto sognare ancora

Mony 🤙

LINK AFFILIATO AMAZON : https://amzn.to/3vzWIIv

Recensione Mr. Dark series di Danneel Rome a cura di Nicoletta Bombino

**Con questa prima recensione diamo il benvenuto nella squadra a Nicoletta: ufficialmente Peccatrice**

Titolo: Mr. Dark (trilogia)
Autore: Danneel Rome
Serie: My Mr. Dark (vol. 1); Again. Mr. Dark (vol. 2); Ever, Mr. Dark (vol. 3)
Data di uscita : 9 ottobre 2020
Lunghezza : 466 pagine
Autoconclusivo: No, bisogna leggere tutta la trilogia
Genere: Romance/Erotico/Dark
Editore: Self publishing
Disponibile su: Amazon e KU
Formati disponibili: Ebook e cartaceo
Prezzo : ebook € 2.99 – cartaceo € 11.00

Sinossi My Mr. Dark
Mr. Logan Dark… un uomo misterioso e tormentato. Un passato oscuro e spaventoso gli ha trafitto il cuore. Cuore che non si apre a nessuno. Iris Rhoden, invece, è una giovane donna che lavora in uno studio legale. Dopo essere stata licenziata, è alla disperata ricerca di un lavoro. L’occasione si presenta grazie alla sua migliore amica, commessa in un negozio di alta moda. La ricca Patricia Dark cerca una segretaria per suo figlio, troppo preso dai numerosi impegni nelle varie aziende che dirige. Per Iris sarebbe l’occasione perfetta: un lavoro tranquillo e ben pagato, in un ambiente comodo. Ma quando gli occhi di Logan incontrano quelli di Iris, qualcosa dentro di lui cambia inevitabilmente. Mantenere i rapporti professionali sarà dura e Logan sa di non poter dare a Iris quello che merita. Perché lui è un uomo dall’anima oscura. Scura come le notti più nere.

Sinossi Again, Mr. Dark
Logan ha lasciato Iris, convinto che i suoi problemi irrisolti possano farle ancora del male. Ma una persona inaspettata farà di tutto per riunirli e lasciare che vivano la loro storia. Quando, però, tutto sembra procedere per il meglio, qualcosa di nuovo all’orizzonte sconvolge le loro vite. Qualcuno, che viene dal passato, trama vendetta e farà di tutto per ottenerla. Logan dovrà lottare per difendersi e difendere Iris. Ma se il prezzo da pagare per saperla al sicuro sarà troppo alto, quanto sarà disposto a spingersi oltre, lui? Quanto rischierà per la donna che ama? E se i demoni del passato di Logan faranno ancora capolino, Iris riuscirà ad affrontarli e a continuare a lottare per l’uomo dall’anima scura che le ha rapito il cuore?

Sinossi Ever, Mr. Dark
Logan, dopo le sofferenze patite, chiede ad Iris di sposarlo, certo di voler superare tutti i suoi demoni per lei. Iris, dal canto suo, dopo aver visto che cosa sarebbe disposto a sopportare Logan per salvarle la vita, è sicura che lui sia la sua anima gemella, il suo per sempre. I preparativi delle nozze fervono, ma qualcuno approfitterà della notorietà ottenuta da Iris, che diventerà presto la signora Dark. Una persona inizia a ricattarla e minaccia di fare uno scandalo se non otterrà ciò che vuole. Logan e Iris, quindi, devono far fronte a nuovi ostacoli, per coronare il loro sogno d’amore. La vita è piena di sorprese, belle e brutte, ma la forza sta nell’affrontare tutto insieme. Mano nella mano.

L’autrice è riuscita a far arrivare al lettore il dolore profondo che contraddistingue l’animo di Logan ma al tempo stesso la sua penna ha saputo descrivere gli eventi traumatici in maniera tale da non accentuare la sofferenza che deriva dall’evento traumatico di Logan bambino.

«Sono sudato. Corro, corro senza sosta. Non deve prendermi, non può farmi ancora del male. Non voglio! Non glielo permetterò. Mi nascondo tra gli alberi, tremo.
Sento la sua voce che mi chiama. Mi dice di venire fuori, che è solo un gioco. Ma io non voglio giocare.
Mi fa male, mi terrorizza e mi fa sentire sporco. Ho paura e lui la annusa, la paura. Dice che, se mi lascio andare, sarà più facile, sarà più bello.
Ma non è bello, è solo terribile.
Cerco di non far sentire il mio respiro, se mi trova, comincerà di nuovo».

Logan Dark, bellissimo e tormentato, ha una storia di traumi profondi che ne segnano l’esistenza a causa di un passato difficile che gli impedisce di vivere un presente sereno e costruirsi un futuro, di certo gli incubi e le paure che lo accompagnano fanno sì che si richiuda in una vita solitaria, certo che sia la cosa migliore. In realtà Logan ha bisogno di amore, comprensione, ma queste sue paure lo allontanano dalla comune normalità.

Iris, è una bellissima ragazza, semplice, ma caparbia che vive un profondo dolore nel suo cuore, vive nella speranza di riuscire a trovare quell’amore speciale che legava sua madre a suo padre. Il grande amore per Roy, non ricambiato, che la lascia, la fa sentire terribilmente stupida. Quando poi il suo capo e un suo cliente fanno degli apprezzamenti pesanti e offensivi sulla sua persona perde le staffe e di conseguenza il lavoro…
Grazie alla sua coinquilina Linette, Iris diventa la segretaria di Mr. Dark, complice la madre di Logan, che cerca di imporgli una segretaria che lo aiuti nei suoi innumerevoli impegni lavorativi. L’attrazione di Logan e Iris è stata evidente a entrambi fin dal primo incontro. Lei non voleva andare a letto col capo, voleva dimostrare la sua professionalità, ma lo desiderava da morire, lui non riusciva a togliersela dalla testa, non poteva andarci a letto, ma non desiderava altro e stava impazzendo per il desiderio.

«Salgo di sopra, trafelato, e corro a preparare il contratto. La voglio con me, subito. Credo di essere letteralmente impazzito, quando sono entrato dalla porta e l’ho vista.
Cristo santo, se è bella! Solo che non è bella e basta. Quando ha aperto la bocca, per rispondermi a tono, mi ha fatto eccitare più di quando i miei occhi hanno incontrato i suoi».

Inizialmente Iris è combattuta tra ciò che desidera e ciò che ritiene giusto, Logan è l’uomo più bello e sexy che abbia mai incontrato ma è anche un rebus ma che potrebbe farle perdere completamente la testa e lui non vuole certo avere una relazione seria.
Iris cerca di entrare nel mondo di Logan ma questi non fa altro che respingerla, non si ritiene degno di qualcosa di così puro, la sua anima è nera. Ma nulla è più forte dell’amore, quello vero. Basta un loro sguardo per far sì che entrambi riflettano sul fatto che forse una possibilità se la meritano anche loro, che forse quella possibilità esiste davvero.

«Tutti abbiamo la nostra metà lì fuori, da qualche parte, Logan. Basta solo essere pazienti e aspettare che arrivi, sussurra con delicatezza e io chiudo per un secondo gli occhi, cullato da quel contatto e dalle sue parole.»

Logan ha un crollo emotivo e allontana Iris dalla sua vita, la donna che amava follemente. I suoi demoni sono tornati, e la sicurezza della piccola Rhoden era essenziale per lui, non l’avrebbe mai messa in pericolo.
La madre di Logan però, convinta che il figlio amasse ancora Iris, aveva escogitato un piano per farlo uscire allo scoperto, certa che alla gelosia non avrebbe saputo resistere.

Logan e Iris, affronteranno numerosi ostacoli e il loro amore sarà messo a dura prova da tutto e tutti. Ancora una volta Iris si mostra per la combattente che non si lascia abbattere da niente e nessuno. Difende il suo amore per Logan con le unghie e con i denti, cercando in tutti i modi di proteggerlo dai suoi demoni e lo aiuta ad accettarsi per l’uomo meraviglioso che è!

Sembra proprio che per Logan e Iris non possa esserci un lieto fine, almeno non nell’immediato. Altri ostacoli, altre prove, altri nemici dovranno essere affrontati prima che Logan e Iris si dicano il fatidico “si”. Momenti belli si alternano a momenti carichi di suspense. Iris viene messa alla gogna in modo ignobile. Logan tenta di starle vicino in ogni modo possibile ma Iris non riesce a cancellare il senso di vergogna e inadeguatezza che purtroppo la faranno cadere in un vortice di malessere e malcontento e si rende conto che si sta perdendo. Per ritrovare sé stessa deve allontanarsi dall’uomo che ama. Logan, maniaco del controllo su ogni aspetto della sua vita non riesce a gestire la situazione a modo suo perché teme di perdere l’amore dell’unica donna che, con pazienza e tenacia, ha saputo conquistare il suo cuore.

In ognuno di questi libri qualvolta si arrivava al finale c’era un colpo di scena, è stato un viaggio meraviglioso pieno di emozioni. L’ansia mi ha accompagnato in tutto il percorso, Logan e Iris mi hanno conquistato alla grande e per loro non potevo che sperare nel lieto fine, due anime che si completano anche con le loro imperfezioni.
Una piccola menzione va a John e Lin, fondamentali per i nostri protagonisti, ma che rendono giustizia alla parola amicizia.
Le emozioni sono tante e forti, un consiglio leggete la trilogia. Complimenti a Danneel Rome e alla sua magistrale penna.
A presto Nicky


VOTO : 5 PIUME

LINK AMAZON AFFILIATO : https://amzn.to/3EEp88p

Recensione a cura di Thammy LOVE IS

TITOLO: Love is
AUTRICI: Samantha Lombardi, Lida Deghkhadirian, Julia A. Carter, Marianna Di Cecco, Stefania Furco, Meri Elle 
GENERE: antologia, contemporary romance, fantasy 
PREFAZIONE: Francesca D’Isidoro 
PAGINE: 250 circa 
DATA DI USCITA: 2 aprile 2022 

TRAMA:  Dante diceva “L’amor che move il sole e l’altre stelle”.
Ma cos’è davvero l’amore?
Per centinaia di anni si è parlato di questo sentimento e per altrettanti se ne continuerà a parlare, perché è come un prisma, con tante sfaccettature e tanti giochi di luce che lo rendono unico.
Sei autrici hanno provato a dare la loro risposta con sei racconti diversi ma con un fil rouge che li unisce: l’amore.
Love Is è un viaggio attraverso generi, stili, atmosfere, luoghi e personaggi unici, alla scoperta delle mille sfumature che caratterizzano questo sentimento. Un percorso per sognare, sorridere, piangere e tremare. Ma, soprattutto, per insegnarvi che l’amore non va mai banalizzato, perché si nasconde anche dove non avremmo mai pensato di trovarlo.

Salve miei peccatori e peccatrici, ho avuto il piacere di leggere questo libro, una raccolta di storie diversissime tra loro ma legate da un unico filone: L’AMORE…

Quante sfumature, densità di colore ci possono essere dietro questa parola, quante emozioni spesso contrastanti può racchiudere. E queste sei autrici ne hanno rappresentate alcune; partendo dal dolore del tradimento, quello che ti fa perdere la voglia di ricominciare per poi ritrovarti nuovamente travolto da un sentimento forte; poi la dolcezza del primo amore adolescenziale verso il proprio migliore amico raccontato dalla penna frizzante della Carter, per passare a quella più amara e nostalgica di un amore perduto e poi ritrovato molti anni dopo, senza farci mancare qualche dose di “magia”…

“Ricorda bambina, le fiamme sono mutevoli, come mutevole è il destino dell’uomo. Sta a noi interpretarle e indicare la retta via o seguirla.”

Una lettura molto piacevole, resa tale proprio dalle trame e dalla diversità delle penne di queste autrici. Bella idea molto ma molto carina. Non avevo letto nulla di loro e spero di poter leggere chi lo sa, magari il romanzo vero e proprio che ha ispirato queste storie.

Se avete voglia di una lettura romantica e non solo, forza leggetelo e fatemi poi sapere cosa ne pensate.

Vi lascio il mio solito baciotto.

La vostra peccatrice Thammy.

RECENSIONE BAD LIAR

DI MICHELA RAY

Titolo: Bad Liar
Autore: Michela Ray
Genere: erotic romance
Data di uscita: 7 settembre 2020

SINOSSI


La vita può riservare molteplici sorprese stravolgendo inaspettatamente gli equilibri perfetti dell’esistenza di due persone e, i protagonisti di questa storia, ne saranno i testimoni.
Caroline Mitchell è una ragazza semplice e dal carattere dolce che lavora come massaggiatrice al Beauty, un centro benessere per soli uomini.
Una situazione difficile la travolgerà e la voglia di evadere diventerà man mano sempre più forte.
Il destino, però, le riserverà una sorpresa inattesa che la sconvolgerà.

Tristan Blake è un campione abituato a vincere. È competitivo, determinato e quando vuole qualcosa fa di tutto pur di raggiungere il suo obbiettivo.
A causa di un infortunio trascurato gli verrà imposta una brusca battuta di arresto che lo condurrà al Beauty.
Sarà proprio in quel centro benessere che incontrerà Caroline per la prima volta, una timida e sexy massaggiatrice che catturerà la sua attenzione incuriosendolo.
Quella ragazza dovrà essere sua!
Purtroppo, però, le bugie hanno vita breve e quando vengono a galla possono essere fonte di dolore spezzando un legame importante.
Quale sarà la verità che Caroline tiene nascosta a Tristan?



ATTENZIONE
IL ROMANZO CONTIENE SCENE DI SESSO ESPLICITE E DESCRITTE DETTAGLIATAMENTE. SE NE CONSIGLIA LA LETTURA AD UN PUBBLICO ADULTO E CONSAPEVOLE

Recensione

Ed eccomi qua a lasciar andare Tristan e Caroline.

Succede questo quando leggi l’ultima parola di un romanzo, li lasci andare ripensando e sorridendo, sentendo quel dolce piacere che un buon libro ti lascia.

Quello che ti arriva, quello che riesce a trasmetterti, quella storia che poi ti accompagna, a cui ripensi per tanto tanto tempo.
Ecco le mie emozioni.
Michela Ray ti arriva dritta al cuore.
Mi ha presentato due protagonisti che è riuscita a disegnare benissimo, la sua penna è fluida e scrive veramente bene.
Lei bellissima e dolcissima ragazza dai capelli color nocciola. Mi ha affascinata, mi ha intrigata e mi ha fatto sorridere.

Caroline ha una grande passione si definisce scribacchina mentre lavora in un centro massaggi per soli uomini….. tra mille persone che poteva incontrare proprio lui 🤭🤭🤭🤭🤭🤭….siiii lui Tristan.

un bel giorno entra nel centro per dei massaggi alla spalla, ma il suo viso e i sui addominali lei li conosce già bene, nuotatore a livello professionale .
Eccoci sto per parlare  di Tristane per farlo devo raccogliermi in due secondi  di silenzio e convincermi che non esiste….e se esistesse sarebbe comunque  fidanzato!!!!!  ragazze ammetto ho preso una sbandata per lui!!!
Nuotatore professionista, passionale ad alto livello e disarmante nel suo romanticismo.
Furbacchione che sa benissimo come deve fare per chiedere scusa e farsi perdonare.

Ho tenuto tra le mani una storia d’amore dolcissima e molto passionale, il romanticismo, la passione e l’amore sono i protagonisti ma non pensiate che sia solo zucchero. In fondo il romanzo si chiama bad liar.

Michela mi hai fatto sognare, mi ha fatto sorridere ed innamorarmi passionale travolgente e molto romantico. Consigliatissimo e super promosso a pieni voti. E non vedo l’ora di poter leggere le altre opere di Michela.

MONY 🤙

Estratti

Ogni parola che riversavo su quel quaderno era come muovere un passo dopo l’altro in un mondo inesplorato, completamente nuovo e differente dal mio dove nessuno giudica, né ti umilia. Lì nessuno ti ferisce, né ti offende con le proprie malignità o con i propri comportamenti sbagliati, infischiandosene che tu possa restarci male. Ben presto mi sono resa conto che su quelle pagine potevo lasciare uscire il meglio di me e far vivere ai miei ragazzi di carta e parole la vita che ho sempre sognato. Loro potevano realizzare desideri

Se per me questa notte ha un significato importante e resterà una delle più belle della mia vita, ho avuto una chiara dimostrazione che per Tristan non è stato così. Io sono solo l’ennesimo nome sulla sua lista di conquiste e questa consapevolezza, per una stupida romantica come me, fa male.

«Tu meriti più di un paio di scarpe. Sei una donna fantastica con un cuore d’oro. Riesci a colorare la mia vita con tante sfumature colorate e in ognuna è racchiuso qualcosa di bello che per la prima volta mi fa sentire importante e accettato per ciò che sono realmente.»

LINK AFFILIATO AMAZON : https://amzn.to/3rqnxOl

Recensione Dillo alla Pioggia di Bianca Marconero


Titolo : Dillo alla Pioggia
Autore : Bianca Marconero
Data di uscita : 3 aprile 2022
Prezzo : ebook € 2.99 – cartaceo € 15.90

Trama :
«Non posso crederci. Sono stato fottuto, in ogni senso possibile, dalla futura moglie di mio fratello».
Una notte: Ã¨ bastata una notte perché Niccolò Serristori perdesse la sua amata Cecilia. Lei ha scelto la danza e Londra. E ha scelto di partire con Jacopo, il fratello perfetto di Niccolò.

24 ore: sono sufficienti 24 ore perché Niccolò abbandoni la boxe e il sogno di diventare un professionista e perché suo padre, Brando, gli confessi qualcosa che Niccolò non avrebbe mai voluto sentire.

9 mesi: nove mesi non bastano per ritrovare la felicità e Niccolò si accontenta di vivere in un garage, esserci per i suoi fratelli e rimediare una birra e una ragazza. Una qualsiasi sarebbe la scelta migliore, ma è difficile resistere alla persona più sbagliata, se questa rappresenta la vendetta perfetta. Una vendetta che ha armi di seduzione imprevedibili.

Una festa in giardino: basta una festa di fidanzamento in giardino perché Niccolò sbatta contro l’evidenza che la vita è un gioco di specchi bugiardi e nessun riflesso racconterà mai la verità.

Ogni singolo istante: il tempo che Niccolò sacrificherà per ricomporre i cuori che ha spezzato in una notte di follia.

Sullo sfondo di una Roma che va dai sampietrini ai tetti dei palazzi patrizi, tra ring di periferia e i templi della danza, tra baci proibiti e cadute nel peccato, Niccolò dovrà battersi per salvare ciò che ama e trovare il coraggio di buttare il cuore al di là dell’ostacolo, con il rischio di perderlo per sempre.

Fino all’ultimo respiro. E oltre.

Dillo alla pioggia Ã¨ il primo romanzo AUTOCONCLUSIVO della serie Serristori.
La famiglia Serristori è stata presentata nelle novelle stagionali Serritori – Preludi.

Un’estate al mare
Jacopo salva il Natale
L’ultimo dicembre

Bentrovate Peccatrici, oggi si torna a casa Serristori con il primo volume che parla della nuova generazione: Niccolò.
Niccolò è il secondo genito (insieme al gemello Filippo) di Brando e Agnese, è il figlio scapestrato, quello più contorto, quello che a quattordici anni si è tatuato un bel vaf@@@@@@ sul cuore tanto per rendervi l’idea.
Tutti pensano che “sia il figlio di Agnese” perché nonostante il suo carattere molte volte irruento è quello che cerca di tenere insieme i pezzi della famiglia, quello che trova sempre il tempo per i fratelli più piccoli, quello che ascolta i silenzi di Agnese, e quello che si scontra costantemente con Brando..e sapete perché?!?
Perché la verità è che sono uguali, Niccolò è esattamente come Brando ❣️

E’ la storia di un ragazzo innamorato della sua migliore amica: sono praticamente cresciuti insieme Niccolò e Cecilia ma quando lui si rende conto che quello che prova va oltre una bella amicizia per la troppa paura di perderla cercherà in tutti i modi di reprimerli; e poi c’è quel tarlo che gli gira in testa da sempre che lo ha convinto che in realtà lei sia innamorata di suo fratello Jacopo.
Noi li avevamo lasciati a Cortina per capodanno..Cecilia si era in un certo senso buttata (senza paracadute..) e lo schianto è stato bello grosso (ce lo ha raccontato Bianca nel volume L’ultimo dicembre) subito dopo parte per Londra e lo fa con Jacopo alimentando ancora di più i pensieri di Niccolò.
A questo punto lui rimane a Roma troncando definitivamente i rapporti e diciamocelo, in quei mesi ne combina di cotte e di crude ☹️

Mi manca tutto di lei, e mi manca così tanto che da quando è partita ho smesso di sentirmi intero.

Quando però Cecilia rientra a Roma Niccolò dovrà fare i conti con un po’ di cose che gli erano sfuggite, altre che si è cercato..e altre che….lasciatemelo dire: quando c’è la famiglia Barberini di mezzo.. 😡 succede sempre qualcosa!!!
In mezzo a tutti i guai di Niccolò ce n’è uno bello grosso che cercherà di risolvere in prima persona che riguarda i suoi genitori.
E’ già ☹️ a Cortina c’era già un po’ di maretta vi ricordate?!? Complice anche una segretaria “troppo poco segretaria” diciamo così..
Ho vacillato per qualche pagina lo ammetto, ma io ho sempre puntato su Brando e non potevo accettare quello che Bianca velatamente cercava di insinuare nelle nostre teste 🤨 quando poi ho capito cosa ci fosse sotto.. bhè si sono confermati ancora una volta una delle storie d’amore più belle che abbia mai letto ❣️
Perché Brando e Agnese si salveranno sempre l’un l’altra.
Il rapporto tra Niccolò e Brando in questa fase poi diventa qualcosa di unico, un adolescente che si è sempre scontrato col padre perché credeva di non essere capito, “accettato” si dimostrerà la spalla su cui appoggiarsi e soprattutto un alleato su cui poter contare: perché in fondo avere lo stesso carattere può essere un punto di forza ❤️ si, se ve lo state chiedendo con loro due mi sono fatta di quei pianti….. 😭 ma è stato bellissimo “vederli” finalmente uniti.

Ma torniamo a Niccolò e Cecilia, ovviamente fin quando non prenderà la situazione in mano lei quel testone di Niccolò non ne uscirà…..

«Io non ho nessun problema a raccontarlo a chi passa o a scriverlo su un muro. Posso perfino dirlo alla pioggia. Ma devo farlo. Poi salgo sul treno e non mi vedi più».

«Comunque non mi piaceva Jack». «…». «Mi piacevi tu, cazzo». «…». «E credo che anche la pioggia a questo punto l’abbia capito».

La testardaggine di Niccolò viaggia di pari passo all’insicurezza, anche se quello che ho adorato più di tutto è la dolcezza..spera sempre nel lieto fine prima che per lui per gli altri, come se lui non fosse il primo a meritarselo..


«Ti amo da morire, Niccolò. E ci credo in noi. Ci credo davvero». «E non scordare la parte migliore», dico cercando di tenere a freno le lacrime. «Quella in cui ti porto in municipio». «Un martedì pomeriggio?» «Mentre fuori piove», aggiungo. «Sì, Cecilia. Andrà a finire proprio così: io, te e la pioggia che ci ascolta. Dall’inizio alla fine».

Come con tutti i suoi libri fino ad ora anche con questo Bianca mi ha strappato un pezzo di cuore, se ho amato in maniera viscerale la storia di Brando e Agnese, quella di Niccolò mi ha letteralmente “straziata e ricomposta” senza ombra di dubbio Niccolò diventa il mio personaggio preferito insieme a Brando, che non si tocca per nulla al mondo 🙆‍♀️
Niccolò è giovane, innamorato e fa cazzate: a volte in maniera consapevole ed altre meno; ma è anche il collante di una famiglia, è colui che ci crede fino in fondo, che trova sempre il buono nelle persone, anche a quelle che ce l’hanno ben nascosto.
La comprensione poi che ha per tutti, quella è una dote che veramente gli invidio.

Ed ora ci aspetta la storia di Jacopo..mmhhh 🤔. Per ora preferisco non esprimermi, per un momento mi ha fatto tenerezza, poi rabbia, poi pena e poi..e poi per quanto si possa esser pentito dopo no, non l’ho perdonato ma mi riservo il giudizio finale dopo che avrò letto il libro a lui dedicato, chissà che Bianca non mi faccia ricredere 😉

Vi lascio tra le braccia di Niccolò, preparate tanti, tanti fazzolettini e tanta cioccolata..vi servirà fidatevi di me perché non potrete non innamorarvi di lui ❤️
Buona lettura 🤗
la_sabi 💜

«No. La colpa è di chi pianifica di fare del male. E tu non l’hai mai fatto. Tu hai sempre voluto che stessimo bene, ci hai tenuti tutti al sicuro, compreso me, ci hai capito, accettato e perdonato. Lo fai da sempre. Tu ci ami tutti quanti anche quando non lo meritiamo. Sei un dono, Niccolò, e io sono fiero di essere tuo padre, fiero dell’uomo che sei. E spero che l’amore che hai sempre dato a tutti noi, un giorno ti torni indietro».

VOTO : 5 PIUME

LINK AMAZON AFFILIATO : https://amzn.to/3LVZ0IJ

Doppia recensione REBIRTH di Chiara Cipolla a cura di Thammy e Nicky

Salve peccatrici, eccoci a parlarvi dell’ultimo romanzo di Chiara Cipolla, il primo della serie “Johns Hopkins”.

Titolo: Rebirth
Autore: Chiara Cipolla
Serie: Johns Hopkins Medical Series
Genere: Medical romance
Editore: Self
Data di uscita: 25 marzo

TRAMA:

Noah Sandler è uno stimato pediatra presso il Johns Hopkins Hospital di Baltimora.In lui vivono due anime: una selvaggia che anela la libertà, gli spazi aperti, le corse sulla sua Harley-Davidson; ed una più posata, quella appunto di medico che non si limita al lavoro in corsia ma va sempre oltre per salvare i bambini che incontra. Un’anima non accetta l’altra e la convivenza non è sempre facile, anzi lo porta ad eccessi di ira, se non ad isolarsi dal resto del mondo. Solo una persona riesce a placare il suo tormento: una giovane e sensuale maestra di origini irlandesi, una rossa forte e tenace dal cuore grande. Riuscirà un folletto dei boschi ad addomesticare un orso? L’anima bianca e quella nera potranno mai fare pace e convivere nel cuore di Noah, oppure una delle due prenderà in sopravvento? Ci sarà mai una rinascita anche per Noah?
Primo romanzo autoconclusivo della JOHNS HOPKINS MEDICAL SERIES

Se incontraste un bellissimo maschio alpha tatuato in sella ad una Harley mentre rimanete a piedi con la macchina, vi fareste aiutare? E se poi  veniste a scoprire  che è anche un pediatra in ospedale, che con i bambini è adorabile, per loro  è dottor Superman  vi innamorereste di lui? Ma il dottor S non è solo questo, e un anima nera ferita dal passato che non ha nessuna intenzione di invischiarsi in una relazione seria ne ora ne mai, l’amore non è contemplato nella sua vita almeno finché non entra una dolcissima maestrina dai capelli rossi . Non sarà facile per Noah, dovrà fare i conti con emozioni nuove e la paura dei sententi rischia di rovinare tutto, almeno fino a quando il destino non cerca di portargli via per sempre tutto…

L’OPINIONE DI NICOLETTA.

Noah, fisico statuario, tatuato, occhi profondi e sguardo accattivante è motociclista per passione e medico di professione è un pediatra che lavora al Johns Hopkins di Baltimora attento e professionale che vive con impegno e passione il suo difficile ruolo, è emotivamente coinvolto dai suoi piccoli pazienti che lo hanno soprannominato “Dottor S”, ma il nostro caro dottore, è un uomo dal passato oscuro, segnato da un vissuto doloroso che lo ha reso ruvido ed egoista.  Si mostra arrogante e privo di tatto, un orso per così dire, ma in realtà custodisce un lato fragile che nasconde sotto a innumerevoli maschere.
A causa del suo doloroso passato, si è chiuso in sé stesso. Un uomo con due anime che combattono tra di loro e un dolore che non trova pace, un uomo sconfitto da una vita che lo ha sopraffatto, un’anima tormentata, governato da una rabbia che non è mai riuscito del tutto ad arginare.
Noah è uno spirito libero che non ama etichette o costrizioni ma ama la libertà, immergersi nella natura a cavallo della sua Harley-Davidson che ama più di qualsiasi donna, è un gran sciupafemmine che si è fatto una bella nomea fra le infermiere che popolano le corsie dell’ospedale, per lui infatti le relazioni non devono essere contemplate, se non in fugaci incontri occasionali.

Maud è una maestra di scuola elementare, dolce, simpatica, una brava ragazza, dolcezza infinita, un uragano di pazienza, vitalità e spensieratezza, caparbia che sa ribellarsi, sogna una storia stabile e anche una famiglia.  È aperta e spontanea con tutti, e come Noah è dedita al suo lavoro con i bambini della scuola in cui insegna, talmente innamorata del suo lavoro e dei suoi bambini per i quali darebbe anche la vita. Ho apprezzato molto il modo di fare della ragazza, che si prende cura dei suoi alunni con il massimo dell’attenzione, soprattutto ai loro problemi.

Desidera la sua libertà, vivere la sua vita senza essere giudicata e non dover per forza dimostrare qualcosa solo per evitare chiacchiere e pettegolezzi. È una donna forte, decisa e coscienziosa che lotta ogni giorno per la sua indipendenza.
I genitori l’adorano e dunque lei è molto legata alla famiglia, anche se a volte si sente in trappola, visto che cercano in ogni modo di accasarla con i vari partiti che le presentano di volta in volta.
La sua completa dedizione agli altri tocca il cuore, fa riflettere su una realtà che oggigiorno esiste sempre di meno. C’è aria di semplicità nella vita di Maud, indipendente e testarda e deliziosamente inconsapevole di essere al centro dei pensieri del bel pediatra.

Rebirth inizia con un incontro casuale fra i due protagonisti Noah e Maud. Due cuori solitari ma che si approcciano alla vita in maniera completamente diversa. Un turbinio di emozioni continue, molto accurato nella documentazione, ti cattura pagina dopo pagina.

Le giornate del bel pediatra continuano tra turni in ospedale, incontri occasionali e il migliore amico e voce della sua coscienza, Bradley. Fino a che è proprio un piccolo paziente che gli riporta la rossa che non riesce a dimenticare dal loro primo incontro. In questa occasione però Noah dà il meglio di sé, e l’orso grizzly che è in lui prende il sopravvento, scaraventando parole pesanti e rabbia su quella ragazza minuta che gli ricorda tanto una fata dei boschi.
Lei, che a dispetto della cattiva opinione che Noah si è fatto, ribalta la situazione dimostrandosi coraggiosa oltre che bella. Al nostro pediatra non resta che abbassare la testa e chiedere scusa e perdersi sulle labbra di lei che lo rassicura, ma lo spaventa…

«Non so cosa dire. Mi sembra strano, non mi sono accorta di nulla, non ho mai visto segni sul bambino.»
«Ah no?» armeggio col tablet e le sbatto in faccia la fotografia che gli hanno fatto al pronto soccorso, dove si vede chiaramente l’impronta di uno scarpone nella schiena del bambino. «E questo come lo giustifica?»
«Oddio…»
«Ma non ti vergogni, brutta stronza!»
«Dottore» è Susan, appena entrata in camera, a richiamarmi all’ordine ma ormai gli argini sono crollati e niente e nessuno potrà fermarmi.
«Perché fate dei figli se non avete un minimo di istinto materno?»
«Ma io non sono…»
«Stai zitta! Come fai a startene ferma a guardare tuo figlio che viene massacrato di botte? Dimmelo, eh? Non hai nemmeno un livido, un graffio, un qualche cazzo di segno che dimostri che ti sei messa in mezzo a loro per difenderlo.»
«Dottore?» insiste l’infermiera alle mie spalle.
«Ma io…» farfuglia la rossa.
«Ma io, ma io, non sai dire altro? E quando quel bastardo tirava un calcio nella schiena di tuo figlio lasciandogli l’impronta del suo scarpone sulla pelle, cosa cazzo hai detto?»

Dopo il primo incontro Noah vuole conoscere sempre di più la rossa che lo attira come una calamita e tra i due scoppia la passione e anche Maud, brava ragazza seria e precisa, si lascia andare tra le braccia di Noah.

Ma sarà proprio lui che, pensando di non meritarsi una bella e brava ragazza, deciderà di mollarla e di non farsi sentire perché è convinto che non sarà mai in grado di mantenere una relazione stabile e duratura e di creare una famiglia con lei.

Riusciranno i nostri protagonisti a trovare il giusto equilibrio ed a incastrarsi creando una relazione perfetta?

Noah è un personaggio dalla psicologia ombrosa e complessa, si ama come medico ma si fa fatica a capire i suoi comportamenti come uomo finché non emerge tutta la sua rabbia, il suo dolore, i tormenti più cupi legati ad un passato difficile e sofferto che lo ha frantumato dentro forgiandogli il cuore restio a lasciarsi andare ai sentimenti.

A volte non sai cosa c’è vicino a te finché non stai per perderlo e Noah lo capirà nei peggiori dei modi. L’amore è capire l’altra persona anche quando non dice una parola e con Maud posso dire che ha trovato la sua anima gemella, una donna che sa ascoltare e soprattutto, comprenderlo.

Rebirth è un libro intenso, con emozioni forti, travolgente, toccante, a tratti ironico e divertente. La storia mi ha catturata e non sono riuscita a staccarmi dalla lettura fino all’ultima pagina, anzi soprattutto le ultime pagine che mi hanno strappato qualche lacrima. 
Bel lavoro di ricerca. Una storia con momenti divertenti e attimi di commozione.

Complimenti a Chiara Cipolla. Un consiglio: leggetelo.
5 piume
Nicky

L”OPINIONE DI THAMMY.

E qui si evince quanto soggettiva possa essere la lettura. Trama molto carina, bella l’idea di incentrare la serie su medici, lettura scorrevole, non troppo impegnativa, non aspettatevi un romanzo da cardiopalma ma, sicuramente una piacevolissima compagnia per qualche ora, con questa romantica storia dove anche lo scapolo più convinto che ci sia, quando si scontra con l’amore alla fine non può far altro che soccombere, dove due anime così diverse possono scoprirsi così complementari e indispensabili l’una per l’altra. Come dicevo niente di troppo impegnativo così come la penna di questa autrice, che mi ha conquistata proprio per la sua semplicità , sicuramente una piacevole lettura che consiglio sicuramente.

LINK AFFILIATO AMAZON : https://amzn.to/3NoTjEL

Recensione 365 Giorni di Blanka Lipinska a cura di Michela Ray

Salve peccatrici e peccatori, oggi sono strafelice di potervi postare la prima recensione di una nostra nuova collaboratrice, Michela Ray e con cosa partire se non con uno dei libri che ha dato vita al film tra i più discussi nel mondo romance?

Titolo: “365 giorni”

Autrice/Autore: Blanka Lipinska

Data di pubblicazione: 1 Marzo 2022

Genere: Romanzo erotico

Editore: Mondadori

Pov: Narrazione solo dal punto di vista della protagonista

Prezzo ebook: € 7,99

Prezzo cartaceo: € 12,35

Kindle Unlimited:

Autoconclusivo oppure Serie: Primo volume della trilogia

Numero di pagine: 336 pagine

TRAMA:   Laura Biel e il suo fidanzato sono in vacanza in un luogo da favola: la Sicilia!
Proprio il giorno del suo ventinovesimo compleanno, però, Laura viene rapita dal bellissimo don Massimo Torricelli.
Cosa può volere un capomafia locale da una turista polacca?
Massimo ha le sue ragioni: quella splendida donna, infatti, è identica all’angelica figura che gli è apparsa quando ha rischiato di morire in seguito a un attentato. Miracolosamente sopravvissuto, ha giurato che avrebbe fatto di tutto per trovarla e farla sua.
A ogni costo.
E ora intende mantenere quella promessa: terrà Laura prigioniera nella sua meravigliosa tenuta per 365 giorni, trascorsi i quali, se lei non si sarà innamorata, la lascerà andare.
Ma se lei cercherà di scappare prima, ucciderà tutta la sua famiglia.
Laura in effetti cede al fascino di don Massimo, ma riuscirà la loro precaria relazione a resistere alla forza del destino?

Bonjour Peccatrici!
Come mia primissima recensione per il blog vi farò viaggiare insieme a me tra la bellissima Sicilia e la Polonia raccontandovi qualcosa sul romanzo di esordio dell’autrice polacca Blanka Lipinska.
“365 Giorni” è il titolo come 365 sono i giorni che Massimo imporrà a Laura per innamorarsi di lui.
Il protagonista è Massimo Torricelli un uomo bellissimo dal fascino dirompente e dallo sguardo tenebroso, nonché capo di una famiglia mafiosa temuta e rispettata.
È un uomo dal carattere dominante, che prende e ottiene sempre tutto quello che vuole senza troppi complimenti.
La sua irascibile indole impulsiva gli permette di mantenere quell’aura di potere che incute terrore a chi prova a intralciare il suo cammino.
Durante il ritorno da un viaggio d’affari, passando per l’aeroporto, Massimo vede una donna e resta sorpreso nel constatare che è la stessa che gli comparve in una visione angelica mentre era in coma.
Quella donna sconosciuta doveva essere sua, a ogni costo!

Laura Biel è una giovane donna incastrata in una relazione infelice e poco soddisfacente con Martin.
Per le vacanze estive si recherà in Sicilia insieme al fidanzato e a una coppia di amici, complice una serata fuori a cena e il compleanno di Laura che avverrà il primo incontro con Massimo.

Cit: “Davanti a me c’èra un italiano alto e avvenente.
Non lo avevo forse già visto da qualche parte?
Il suo sguardo gelido mi trapassò da parte a parte.
Non riuscivo a muovermi, mentre quegli occhi quasi completamente neri mi fissavano. Vi lessi qualcosa che mi spaventò al punto da paralizzarmi.
«Si è forse persa?» disse in un ottimo e fluente inglese dall’accento britannico.
«Se mi dice cosa cerca, la aiuterò»“

Al mattino seguente Laura litiga con il fidanzato con cui non ha una relazione felice e stimolante e fugge. Quando si risveglia è ormai notte fonda, guardandosi attorno disorientata si rende conto che si trova in una stanza che le è sconosciuta.
Solo quando avrà il coraggio di oltrepassare la soglia incontrerà nuovamente lo sconosciuto che vide al locale e scoprirà di essere stata rapita da lui.

Cit: “Quando oltrepassai la soglia, lui chiuse la porta rimanendo fuori dalla stanza. Mi ritrovai in una biblioteca, le pareti erano coperte di scaffali di libri e di quadri in pesanti cornici di legno.
«Siediti, per favore. Hai reagito male al sonnifero, non sapevo che avessi problemi al cuore.»
Udii la voce prima di vedere una persona in piedi sul balcone alle mie spalle.
Rimasi impietrita.
«Laura, siediti sulla poltrona. La prossima volta non te lo chiedo e ti faccio sedere a forza.»
Sentivo il sangue pulsarmi nella testa, i battiti del cuore accelerare e mi sembrava che da un momento all’altro sarei potuta svenire.
Cominciò a farsi buio davanti a me.”

Lei non è disposta a ubbidire agli ordini imposti da Massimo e lui si ritroverà ad avere a che fare con la donna che ha cercato per anni, ma con un temperamento ribelle.

La storia di Massimo e Laura sarà un percorso sulle montagne russe.
Il fuoco e il ghiaccio.

Cit: “«Così è decisamente meglio, piccola» sussurrò. «Vedo che hai capito, mi fa piacere.» Massimo sfregava sempre più forte e più velocemente la sua erezione impressionante sul mio ventre. «Mi desideri?» chiesi sollevando leggermente la testa, in modo da sfiorargli il mento con le labbra. Lui gemette e, prima che me ne rendessi conto, la sua lingua era nella mia bocca, Massimo la spinse dentro con impeto, in profondità, cercando febbrilmente la mia.”

Prima di leggere il romanzo ho guardato il film e, onestamente, per quanto conoscessi già un pochino i due personaggi con le loro vicissitudini, devo dire che il libro mi è piaciuto nettamente di più.
La struttura del romanzo è buona, la scrittura fluida e si legge bene.
Ma, ho trovato alcune cose che andrebbero riviste e sistemate.
Questa storia ti coinvolge molto e pagina dopo pagina ti viene voglia di proseguire per sapere quello che accadrà.
Verso il finale i fatti aggiunti per raggiungere il termine del primo capitolo della trilogia mi ha lasciato un po’ con l’amaro in bocca, trovo che avrebbe potuto eliminare qualcosa e arrivare lo stesso alla fine.
Nel complesso mi è piaciuto molto e non vedo l’ora di leggere il seguito per scoprire come proseguirà.
Se vi piacciono le storie appassionanti, con la componente erotica a alti livelli e anche una buona dose di suspense allora è il romanzo che fa per voi.
Consigliato.
Vi abbraccio e alla prossima storia.
Michy la scribacchina peccatrice.

Voto in piume: 4 piume