Recensione “Io voglio lei” di Ava Lohan

Ciao Peccatrici, vi avevo detto che avrei iniziato con un’esplosione.

Ebbene si il libro che mi è entrato nel cuore, tanto da inciderlo sulla pelle (insieme ad altri due e un’altra bella sfilza) è proprio il secondo volume di Ava Lohan “Io voglio lei”, la storia già raccontata da Rose in “Lui vuole me”, solo vista dal punto di vista della nostra amata Bestia, Kegan.
Partiamo dalla cover e dalla trama di questa bellissima “favola”.

Sinossi:

Io ottengo sempre ciò che voglio. E adesso voglio lei, una novizia incontrata per caso.
Per tre anni non ho fatto altro che pensare a lei mentre fottevo.Ma le cose stanno per cambiare, ora conosco il nome della mia ossessione: Rose Davis.
Ho ereditato il suo convento e lo userò per ricattarla. Diciassette giorni e Rose prenderà i voti. Due settimane e le farò cambiare idea. Quattordici giorni in cui vivrà con me nel Lust, il mio bordello di lusso.Io voglio lei, e non soltanto perchè sono ossessionato.
Rose mi darà il suo corpo e io le darò soldi. Un sacco di soldi.
Ma non dovrà innamorarsi di me.
Perchè io sono Kegan Anderson.
Io sono la bestia. Io non amo. Io scopo e basta.

Il romanzo contiene scene di sesso esplicito.
Il romanzo contiene scene di violenza e linguaggio esplicito. 

 


Parto col dire che ho amato e odiato Kegan, a volte lo avrei fustigato volentieri. Parlo a gusto personale, io adoro i libri visti dal punto di vista maschile… Si sa, noi donne ci sciogliamo facilmente, ma parliamoci chiaro, chissà a volte cosa passa nella testa degli uomini?
Bando alle ciance, partiamo a parlare del libro.
Kegan ha avuto un’infanzia difficile, non consona a un bambino, nasconde i suoi sentimenti dietro a una maschera, quella della famigerata Bestia. Nel libro vedremo un Kegan egocentrico, calcolatore e vendicativo.

 

Io. Amo. Solo. Me. Stesso.

Io fottevo tutti, nessuno poteva fottermi. Nemmeno lei.

Fino al giorno in cui incontra una novizia. Rose ragazza di 19 anni, con un anche lei, passato tormentato alle spalle. Questo incontro inaspettato diventerà per Kegan un’ossessione, fino al giorno in cui erediterà il Lust e il convento.

Sto facendo quello che non avrei dovuto fare. Quello che non mi piaceva fare. Io. Provavo. Quello. Che. Non. Volevo. Provare.
Io non volevo il suo amore, non ne avevo bisogno.
Da quel giorno le loro vite cambieranno, Kegan troverà il modo per ricattare Rose, e averla per sé, per 17 giorni, giorno in cui lei dovrà prendere i voti.
Sono un’ossessione, come lo è l’Africa per chi c’è stato.

 
Da qui sarà un susseguirsi di incontri\ scontri tra i due. Lui cercherà di piegarla e trascinarla nel peccato, lei tenterà in tutti i modi di resistergli, ma a volte la passione è più forte di ogni remora. Bisogna perdere tutti e due per vincere entrambi.
“A meno che tu non abbia un regalo di compleanno per me.” “Sono io il tuo regalo di compleanno.” “Oggetti di valore? Questo per esempio, sembrerebbe valere pochi dollari, ma forse vale di più… Quante vale sorella?” “Dieci miliardi di dollari!”

 

la mia opinione
Ho adorato “Io voglio lei”, un libro scritto benissimo, scorrevole con tanti colpi di scena lo si legge senza stancarsi mai. Personalmente l’ho letto tutto d’un fiato. Quando arrivi alla fine, hai nostalgia dei personaggi. La scrittrice secondo me ha superato ogni aspettativa. Io lo consiglio vivamente, perché ben scritto, lo definisco superlativo.
Eccoci ragazze siamo arrivate al termine, spero mi abbiate letto volentieri, che il mio primo lavoro sia venuto bene e lo abbiate apprezzato, ditemi anche il vostro parere.
Ciao peccatrici, alla prossima recensione dalla vostra Lisa.
 
 
Voto:
38059385_2233878640167612_3399598367200772096_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...