Recensione “Simone”di Matt J. Mckinnon

Buon lunedi peccatrici e peccatori dalla vostra Thammy,oggi vi parlerò di questo romanzo “Simone” un thriller, bello, scorrevole pieno di suspence.

SINOSSI:
Tommaso Buonaventura, giornalista da un glorioso passato oramai dimenticato, non poteva immaginare che il suo trasferimento presso la sede centrale di Milano avrebbe rimesso in discussione la sua intera vita. Quando comincia a ricevere insistenti telefonate per la misteriosa Simone e una serie di delitti si susseguono in città, il suo istinto lo porta ad avviare un’indagine personale che lo porterà a contatto con magnati, imprenditori, ammalianti accompagnatrici e geniali scienziati. Fino a scoprire che la verità non ha mai una sola faccia…

Questa è la storia di Tommaso:reporter di cronaca nera un tempo rinomato e temuto, che ritornano a Milano cercherà di tornare alla ribalta, ma sarà un impresa ardua, lui reporter vecchio stampo, molto poco tecnologico,di quelli ancora taccuino e penna sempre in tasca. Di Vanessa: anch’essa giornalista, suo vecchio grande amore, forse mai dimenticato… Tutto comincia con delle telefonate

2 pensieri su “Recensione “Simone”di Matt J. Mckinnon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...