Recensione del 1°vol. “NOIR Una perfetta bugiarda” di Elisa Gentile

Buongiorno miei peccatori! La vostra Thammy oggi vi parla di ” NOIR Una perfetta bugiarda” 1° volume della duologia di Elisa Gentile.
Comincio col presentarvi il romanzo.

51w+t4kumql

Titolo: NOIR Una perfetta bugiarda
Autrice: Elisa Gentile.
Casa editrice: Newton Compton.
Genere: Romanzo Rosa/ Erotico.

Link d’acquisto: https://amzn.to/2S6M22C

TRAMA: Dall’autrice di Mi manchi, ti voglio, ti perdono
Siamo amanti. Siamo la fine di un inizio che non c’è mai stato. Siamo l’incubo di ogni fiaba.
Può un amore diventare odio? Quando un sogno a occhi aperti si tramuta nell’incubo peggiore, probabilmente, sì. Lo sa Marco, quando nella sua vita, per caso, piomba Gresia, bella da far male. Bella da morire. Nonostante lei tenti di tenerlo lontano, Marco si innamora di questa donna dai lunghi capelli biondi e dagli occhi incredibilmente celesti che, a sua insaputa, lo ha già condannato. Perché Gresia, dietro quel sorriso tirato, quel profumo inebriante e quegli occhi di ghiaccio nasconde un segreto. Uno di quelli in grado di cambiare tutto e niente. Uno di quei segreti che, una volta venuto a galla, non può non causare dolore, rabbia: che alimenta l’amore con l’odio, ma che non può cancellare la passione.
«Un romanzo straziante, passionale, distruttivo.»
«Un amore tormentato e bellissimo. Ora aspetto di sapere come andrà a finire…»

recensione

Questa è la storia di Gresia Lombardo: ragazza bellissima con due occhi celesti pronti a rapire qualsiasi cuore, una donna complessa, che ha fatto scelte discutibili, che ha deciso di chiudere fuori dalla sua vita i sentimenti e di percorrere la strada che la porta a sfruttare il suo corpo, per trovare una “serenità” materiale. La strada più semplice… O almeno lo crede fino a quando non incontra Marco…
Marco è un bellissimo ragazzo dagli occhi blu cobalto, che non sa niente di lei e della sua vita. Almeno non subito… Che però si perde e si innamora pazzamente di lei.

33139040_827640860760516_3543957367685120000_n.jpg
… “Ma io… oh, io: io non ho mai provato nulla di simile. No, non fisicamente. C’è tanto, troppo altro a cui devo ancora dare un nome. Forse solo ora ho trovato l’altra metà che si combina con me, che riesce a posizionarsi esattamente di fianco alla mia anima e la riflette, che mi succhia e si prende tutto ciò che ho perché finalmente è arrivata nella mia vita. Issandomi sulle braccia e stringendo”…

Devo assolutamente fare una premessa. Mi sono imbattuta in questa autrice anni fa con la sua prima opera la “serie delle bugie” ed è stato “amore”… Quella storia mi è entrata nell’anima per vari motivi personali. Da lì non ho più smesso di seguirla e leggere i suoi romanzi, compreso la serie “Vertigine”.
È sicuramente tra le mie autrici preferite, ed ero curiosa di conoscere questa nuova veste di Elisa. E wow… mi ha preso un sacco! È semplicemente una riconferma per me di quello che penso di lei.
Qui ho riscoperto una versione più audace, più estroversa della Gentile, con quel tratto che la contraddistingue, quasi “logorroico” nell’affrontare i sentimenti le “pene” dei personaggi, che ad altri potrebbe pesare, ma che io amo alla follia.
Ho amato e soprattutto odiato Gresia con tutte le mie forze. Ho sofferto, vissuto ogni emozione di Marco: questo amore cosi travolgente che ti toglie il fiato, tutta la rabbia, il disprezzo, la passione e il bisogno viscerale di toccarla, di sentirla.
Ho provato sulla pelle tutta la disperazione del rendersi conto di non riuscire a fare a meno l’uno dell’altra, ma allo stesso tempo di non potersi avere.
E allora cara la mia Elisa Gentile non mi resta che dirti continua, continua a crederci, a metterci l’anima, a donarci i tuoi romanzi cosi “pieni” di te!
… “«Mi stai avvelenando l’anima, Marco».
«Io?», sibila con un ghigno.
«Sì», mormoro. Apro il palmo sulla sua guancia. Premo il pollice sul suo labbro inferiore, affannando. «Sono stanca, sono sfinita. Ma non voglio fare a meno di te», confesso scivolando con la mia voce in un sibilo che si riduce a un soffio.
Altre lacrime che mi rigano il viso quando alzo gli occhi su di lui. Blu cobalto: rieccolo.
«Io non voglio ritrovarmi senza di te, Marco».
«E che cosa vorresti?», chiede con tono allusivo, ma la voce gli trema. Lo sento da come la sua gola, provata, fa Odio, rancore, disprezzo, disperazione. Attrazione, passione, possesso. C’è sesso e c’è desiderio. E follia, pura follia che ci si scioglie addosso come un acido… Ho potuto vederlo: siamo tutto, non siamo niente. “…

Grecia e Marco: una storia d’amore così tormentata, così distruttiva.

Ora non posso che correre a leggere il seguito perché, anche qui Elisa non si smentisce, lei e i suoi finali che ti uccidono, che ti lasciano con il cuore in apnea ( termine non scelto a caso) e da inguaribile romantica quale sono vado a gustarmi il mio bel lieto fine, ma suppongo che dovrò penare non poco per arrivarci, perché sospetto che con il secondo volume dovrò soffrire ancora e ancora…
Non mi resta che darvi appuntamento alla mia prossima recensione.

Baci baci, la vostra Thammy.

 

Link amazon: https://amzn.to/2S6M22C

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...