Recensione Hot Stuff di Ava Lohan

Ciao peccatrici sono qui per parlarvi della nuova uscita, tanto attesa, di Ava Lohan “Hot Stuff”.


Malcolm Hill è il temporale. Porta il caos nella mia università, nella mia squadra, nella mia vita. È la stella dei Chicago Thunderstorms, e ha sempre i riflettori puntati addosso. Lo odio. Perché mi sta rovinando l’esistenza. Perché non crede in me e nella mia squadra e mi tratta come una bambina. Perché è troppo attraente e mi distrae. Mi fa desiderare di infilarmi nel suo letto. Mi fa pensare che tutte le regole, alla fine, vanno infrante. Ma sarebbe molto stupido. Io ho diciannove anni. Lui ventotto. Io sono solo una studentessa. Lui è Hot Stuff. Fama, soldi e sesso sono la sua routine. Io sono il capitano della squadra femminile di basket. E Malcolm è il mio nuovo coach.

Malcom Hill la stella degli Chicago Thunderstorms, il suo fascino e la sua bellezza non ha rivali, sempre ricercato e tutte le donne gli cadono ai piedi. Sesso, droga e alcool girano attorno alla vita da super star, quando durante la finale di campionato il suo stile di vita si riversa contro di lui, il suo agente e il suo coach sono decisi a porgli un freno e a spedirlo a Providence per fargli ritrovare “se stesso”. Lì le cose non saranno semplici, perché troverà Samara Stone, una giocatrice di basket della squadra femminile della Providence University, una ragazza che ha come obiettivo lo studio ed entrare in una squadra professionale di basket, bella, ma che nasconde la sua bellezza sotto dei vestiti extra-large. Malcom dovrà allenare la squadra femminile della sua vecchia università e farla vincere per poter tornare a giocare. L’incontro tra Samara e Malcom sarà esilerante perché lui, stronzo com’è, farà di tutto per metterla in imbarazzo in ogni occasione possibile. Ma Sam è una donna cazzuta e saprà come difendersi e farsi valere.

“Sto per raccontare al mio migliore amico della psicopatica che ho appena messo a tacere, quando un meteorite a forma di pallone da basket si schianta sopra il mio telefono. Il rumore terribile dello schermo che si rompe mi risale lungo le ossa. Resto a fissare la palla come un ebete per qualche istante.”

Si odiano, si detestano, ma sappiamo che tra amore e odio c’è una linea sottile. Lui massacrera’ la squadra rendendoli la vita impossibile e l’odio di Sam crescerà alle stelle portandola a scegliere la casacca numero otto appartenente a Wendell Evans, il capitano della squadra avversaria di Malcom e sarà inevitabile che i due si scontreranno di continuo.

“Tre settimane di dolori in posti che non sapevo nemmeno esistessero. Di corse estenuanti, al limite del collasso, dei suoi siparietti erotici a torso nudo, giusto per farci annegare nel nostro sudore e nella nostra bava a metà corsa o alla fine, di allenamenti in cui ci deride, insulta o disprezza, in cui non fa altro che criticare i nostri attacchi, la nostra difesa, i nostri tiri, i rimbalzi, tutto. Tre maledette settimane di giornalisti all’assalto fuori dalla nostra palestra e davanti al dormitorio, e di dispetti per rovinarmi l’esistenza. E ci sta riuscendo benissimo.”

Fino a che una sera in palestra, durante un allenamento privato, le cose cambiano.

” Ed è lì che la vedo. Leggermente piegata sul tavolo. Alle prese con il mio telefono. Non c’è nulla fuori dalla mia portata. Perché posso avere chiunque e qualunque cosa. Ma non posso avere lei. Forse è per questo che ogni volta che siamo sullo stesso campo il desiderio mi invade come qualcosa di tossico. Germoglia dentro di me, mi contamina sempre di più e non riesco a liberarmene. Mancano ancora parecchi mesi alla fine di tutto quanto. E io posso farcela. Posso resistere e concentrarmi su tutte coloro che non minacciano il mio campionato.”

Tra i due nasce una continua sfida a chi è più forte, a chi non cede, a chi resiste alla tentazione. Chissà se entrambi riusciranno nell’intento o se falliranno miseramente, facendosi travolgere dalle loro sensazioni ed emozioni?

“Dopotutto ce l’ho tatuato anche dietro al collo: “Vivi ogni giorno come se dovessi morire a mezzanotte”.” Io sono il temporale”.

Ma ricordiamoci che lui è Hot Stuff, non da seconde occasioni, non concede a nessuna seconde possibilità, ma Sam sarà d’accordo con tutto questo? Riuscirà a far vincere loro il campionato e a partecipare alle sue partite? Riusciranno a non cedere e a rimanere fedeli alle loro promesse interiori?

«Che l’amore è più forte, perché chi ti ama torna sempre da te. Non importa dopo quanto, chi ti ama tornerà.»

RESPIRO… non posso negare che questa lettura mi ha travolta, sconvolta, fatta incazzare e ridere. Sicuramente non potevo aspettarmi che Ava mettesse unicorni che correvano liberi nei campi, questo genere deve piacere, viste le tante recensioni che la additano. A me è piaciuto, ha saputo farmi trattenere il fiato, ma soprattutto mi ha fatto “mooolto” arrabbiare. Questa loro continua tentazione, questo loro continuo battibeccare mi ha fatto sorridere ed emozionare. Stavolta Ava ha trattato due personaggi provati ed entrambi cazzuti, lei sempre con la battuta pronta che riesce a tenere testa a un Malcom sempre malizioso e stronzo. Ho adorato un personaggio secondario: Pitt, il suo agente. Spero un giorno di poter leggere una sua storia, perché mi ha intrigata e molto spesso l’ho sostenuto in alcune sua decisioni. So che alcuni non hanno apprezzato la lettura, ma io vi incoraggio a farla perché merita di essere letta e assaporato, come un muffin al cioccolato. Con questo vi lascio mie peccatrici fatemi sapere che ne pensate. Baci, baci la vostra Lisa.

 

NOTA AD AVA LOHAN: Ed eccomi arrivata al termine di un’altra storia… e WOW sapevo che non avresti deluso le mie aspettative, grazie per le emozioni che mi regali ogni volta che leggo un tuo romanzo.
Kegan sono arrivata a inciderlo sulla pelle, chissà magari anche Malcom  farà parte di un’altra incisione!

Ma sono qui più che altro per dirti che sei una persona speciale e sei entrata nel mio cuore non solo come scrittrice ma anche come amica! Quindi ti voglio bene Ava… Poi volevo dirti, sbattitene i cocones di tutte le persone che non fanno altro che giudicarti, affossarti e abbatterti perché ricorda di Ava Lohan ce né una sola e nessuno può eguagliarti!! Avanti tutta e vedi di riportare fuori il mio Kegan che lo aspetto con ANSIA!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...