Recensione Three point shot di Martina Pironte

Buonasera peccatrici, è la vostra Federica che vi parla😘
Ho letto per voi “Three point shot” di Martina Pirone.

41VVXV8YFVL


TRAMA:
David Volpi ha 24 anni e un solo obiettivo: approdare in serie A e diventare un giocatore di basket professionista. Alida è un’esuberante italo-messicana dalle mille risorse e con una passione smodata per la palla arancione.
Quando i due si incontrano, tra loro si crea subito una sintonia.
Ma se per Alida, Dave è più di un amico, il ragazzo tarda a mettere a fuoco i propri sentimenti per quella nanetta tutto pepe.
Quando poi, finalmente, il loro rapporto giunge a una svolta decisiva, il destino rimescola le carte in tavola. E se le loro scelte per il futuro li mettessero su strade diverse? L’amore sarà più forte delle ambizioni di una vita intera?

Titolo: Three Point Shot
Serie: Never let me down #1
Autore: Martina Pirone
Genere: Sport Romance
Editore: Self Publishing
Link d’acquisto: https://amzn.to/2WjlycA

recensione

Three point shot parla di una ragazza:Alida,che subito si fa notare per il suo carattere forte e divertente… non è la solita protagonista timida o chiusa… al contrario!
Prima della partenza della sua amica Giorgia, organizza una serata in un pub in modo da far conoscere gli amici del basket ed ecco che al secondo posto di bellezza c’è lui, David giocatore di basket a Trastevere Roma,serie C.
I due scherzano e simpaticizzano subito, si divertono e continuano dopo il primo incontro passato a prendersi un caffè, a vedersi. Soltanto che lui per un passato particolare alle spalle e famiglia scostante, non vuole legarsi a nessuna, non è ragazzo da relazione serie.
Anche i suoi amici però hanno notato lo sguardo complice tra David e Alida ogni volta che sono insieme e che si incontrano..
Legati sin dal primo sguardo, dal primo battito di ciglia

“«Ho bisogno di te, Alida. Ho bisogno di averti accanto tutti i giorni, ho bisogno di sentirti parlare con il tuo accento spagnolo, ho bisogno della tua carbonara e dei tuoi tacos, ho bisogno di tutti i tuoi squali, della tua minuscola macchina e di tutta la tua dannata musica latinoamericana che non sopporto. Delle occhiatacce alle bariste che dici che ci stanno provando con me davanti a te, del tuo tifo scatenato, neanche fossi Michael Jordan in persona. Ho bisogno di toccare il tuo corpo, come sto facendo adesso e in tutti gli altri modi che abbiamo potuto sperimentare in questi mesi. Ho bisogno del tuo odore, anche quando sembra che ti sia spalmata addosso l’intero barattolo di crema al cocco che ti piace tanto e a me fa venire la nausea. Vederti stare male, anche se cercavi di nasconderlo in ogni modo, questo mese, è stata una tortura.”

La storia è molto bella, scorrevole e scritta molto bene, complimenti all’autrice non solo per David e Alida, ma anche per il dolcissimo Riccardo❤ il mio voto è 4 piume!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...