Review Party – “Il filo rosso del destino – Nodi e Bugie” di Mia Another

Buongiorno Peccatrici, torno con una storia sicuramente fuori dagli schemi! Intanto andiamo in Giappone, ed è già una bella novità. Poi se Mia Another ci regala chicche di questo genere… Vi va di farmi un po’ di compagnia? Vorrei farvi conoscere il mio pensiero a tal proposito…

51922928_2585469981467183_4819799371719639040_n

Sinossi

Secondo un’antica leggenda, ogni persona è legata alla propria anima gemella attraverso un invisibile filo rosso. Non importa dove e quando, se è giusto o sbagliato, se lo vogliano o no: esse sono destinate a incontrarsi.

Quando Isabel è partita per Tokyo, si è portata dietro una valigia piena di determinazione e di fogli bianchi da riempire con i suoi disegni. Con le mani sporche di grafite e la testa fra i libri, ha iniziato a studiare arte in una delle accademie più prestigiose del mondo. Nello schematico caos della sua nuova routine da studentessa, non avrebbe mai immaginato di poter trovare l’amore.
Ty è dolce, premuroso e passionale, un fidanzato modello. Sarebbe una follia rischiare di perderlo. Sarebbe una follia anche solo pensarlo. Sarebbe come squarciare la tela di un quadro perfetto. Ma se ci fosse qualcosa di tremendamente affascinante, dietro a quella tela?
Ryuu porta con sé il buio e la calma di un lago ghiacciato. Nei suoi occhi neri c’è un abisso impenetrabile, è solitario, cupo, inflessibile, non sorride mai. Ma Ryuu possiede qualcosa che Isabel desidera ardentemente. Padroneggia un’arte antica che la ossessiona, che non la fa dormire la notte, che cerca di riprodurre nei suoi disegni e che risveglia il lato più intenso e oscuro della sua ispirazione.

Quello che sta per fare è sbagliato, immorale, inaccettabile. È crudele.
Tre persone, tre vite, tre fili rossi si intrecciano nella corda tesa del destino.

Titolo: Il Filo Rosso del Destino
Autore: Mia Another
Genere: Contemporary Romance
Data di uscita: 20 marzo 2019
Prezzo: 2,99 / Gratis per Kindle Unlimited
Formato: ebook Kindle e cartaceoRecensioneTokyo con la sua cultura, le tradizioni e le sue arti, avvicinerà tre ragazzi, ognuno approdato in quella città con l’unico scopo di realizzare il proprio sogno. A dir la verità tra Taylor e Ryuu, è amicizia consolidata da anni. Entrambi dal suolo americano, si trasferiscono  per seguire i consigli del padre di quest’ultimo, che in Giappone, ha lasciato un pezzo di famiglia. Due ragazzi che nonostante le loro diversità caratteriali, riescono comunque a vivere sotto lo stesso tetto, fino a quando non arriva lei… 48380081_2498091193538396_585974693274583040_n.jpg

“Ti ho già detto che è molto carina? Alta, capelli lunghissimi, occhi di ghiaccio, sedere perfetto”

Irlandese di origine, Isabel prende una valigia piena di sogni e si tuffa in questa avventura che è sicura la porterà lontano, convinta che alla facoltà di belle arti della Geidai, apprenderà come una spugna tutto il necessario per diventare una famosa fumettista. E’ una ragazza molto introversa, non le piace parlare della sua vita, anche se non ha niente da dover dimenticare… forse anche per questo suo carattere così ermetico, che come compagna di appartamento sceglie Mei, con la quale è costretta a parlare quell’inglese che quella piccola morettina non mastica alla perfezione. 52011231_2585472014800313_1551685110389014528_n.jpgLa vita universitaria si rivela essere perfetta, migliorata dalla presenza di quel biondino, dolce, premuroso e pure fantastico a letto, che è Ty (Taylor). Una frequentazione assidua che forse la sta aiutando lentamente ad aprire il cuore, o sarà l’ennesima “avventura”?

Un legame che sembra dar fastidio a Ryuu, rispettoso delle regole dello zio e impaurito dalla perdita la sua “libertà” e quell’aurea di pace nella quale si rilassa e studia, nella loro casa.

“Non permetterò mai ad una donna di rovinarmi corpo e mente”54006172_2630317973649050_8532741613485555712_n

Tra Ryuu e Isabel sembra esserci in corso una guerra fredda, impossibile da non notare. Una situazione, insieme a troppe domande rimaste in sospeso nella sua mente, che la ragazza decide di affrontare a testa alta sfoderando la giusta dose di furbizia e avvalendosi di quell’intuizione innata che… va dritta al bersaglio! Colpito ed affondato, al giovane non resta che accettare quella sorta di  accordo, un patto che guardando bene oltre, potrebbe rivelarsi un gioco molto pericoloso.

“Non ci posso credere, gliel’ho chiesto  sul serio. Se potessi riavvolgere il tempo e riportare in bocca le mie parole, come un filo di cotone in un rocchetto, lo farei immediatamente”

Se è vero che il confine tra odio e amore è molto sottile… entrambi non avevano ben calcolato le distanze, i limiti. Eppure il rischio era tangibile, l’attrazione tra i due innegabile, incontrollabile…

Mi fermo qui. Sono certa che in testa avete già creato il vostro triangolo. Non sarà proprio così. Pensate se quella leggenda fosse vera, a quel filo rosso che passa una vita a cercare di ricongiungersi con l’altro capo, con l’anima gemella. Ciò non prevede nessun segno geometrico, ma solo un perfetto “nodo” a connubio di due anime simili, due cuori in attesa. Quale sarà la scelta di Isabel? A voi scoprirlo…

“Non ti lascerò camminare da sola tra i ciliegi in fiore”

la-mia-opinioneGiorni come oggi, mi sento davvero fortunata. Felice perché se non avessi avuto questa passione e quindi l’onore di diventare una “Peccatrice”, forse parecchie autrici non le avrei neanche conosciute. Mia Another è l’ennesima bella scoperta. Un review party, nel quale mi sono preoccupata di non  leggere la sinossi, come al solito. Ho osservato la cover e non mi sono soffermata a pensare. Se avessi dovuto sceglierlo, forse mi sarei fatta catturare dal rosso che amo e dal titolo. Anche io sono convinta che esista quel filo rosso, ma non solo nei rapporti d’amore. Insomma, apro il kindle…

…e mediante i pov alterni  inizio a farmi un’idea. La scrittura mi prende immediatamente e mi conquista. Velocemente, ma soprattutto superficialmente, faccio il quadro della situazione: un triangolo! Ma già l’ambientazione mi ha attirata e non  mi dà il tempo di creare dei pregiudizi. Catapultata sulla scena, ogni volta, mi ritrovo a mutare le mie immagini mentali anche di fronte ad un tè, eliminando nel mio mondo fantastico le classiche sedie, per ritrovarmi con il sedere a terra e il problema di come mettere le gambe. Insomma, largo alla fantasia,  ho lasciato che avvenisse la connessione tra il  cervello e le “nuove terminologie giapponesi”, visto che in dotazione (il mio cervello), fino ad oggi, aveva solo il nome di  qualche sport/pratica orientale!

Dopo aver fatto bene mente locale, ho cercato di carpire le personalità dei protagonisti. Un lavoro che non è stato affatto difficile. La maestria dell’autrice ha fatto si che il mio quadro prendesse rapidamente forma. Al di là dei tratti somatici – e constatare che nessuno dei tre passa inosservato – mi sono scontrata con la paura d’amare dei protagonisti, con i loro sensi di colpa, con la loro tenacia, la determinazione… mi sono stupita ad osservare anche ogni loro evoluzione… ascoltando infine il baccano di tutte quelle farfalle e arrossendo davanti a qualche scena un po’ infuocata…

Avrete capito che del solito cliché non ha niente. E’ una storia diversa e piena di sorprese! E’ vero, non starete con il fiato in sospeso, ma vi sorprenderete di quella sensazione di essere “appesi” assistendo al mutare dei loro sentimenti. Mia Another non vi incanterà con le parole o mezzucci sdolcinati, piuttosto sarà abile nel  dar voce ai “silenzi”. Gli stessi silenzi che intrecciati a quei fili rossi, creeranno una trama fitta e intensa di eventi, fatti e cuore!

“Scorri nelle mie vene. Nel mio respiro…………………………………….. Non sono mai stato tanto vulnerabile nella mia vita, e mi detesto per questo. (…) Il filo rosso del destino dovrebbe legarmi solo il mignolo sinistro. Invece, sono finito in un groviglio di fili rossi che mi stritolano, e sono tutti nella tua mano”

Ho fatto la bastarda sul finale. Quei puntini di sospensione aspettano di essere riempiti. Vi dirò che uno dei protagonisti pronuncerà quella frase, senza mai dire le due paroline magiche. Ma quella frase, neanche troppo lunga, contiene le parole più belle che io abbia mai ascoltato… Una dichiarazione di amore imperdibile! Ecco, quello sarà il vostro compito, commuovervi lì, davanti a loro! Io l’ho fatto e per questo, grazie Mia!

Un abbraccio dalla vostra Maika… a prestissimo!!!
38041971_2233151453573664_3821927479283548160_n.png

Link per acquistare Il filo rosso del destino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4 pensieri su “Review Party – “Il filo rosso del destino – Nodi e Bugie” di Mia Another

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...