Recensione Lacrime d’inchiostro su carta di riso Claudia Speggiorin

Buona sera peccatrici dopo un po’ di tempo eccomi a parlarvi di una storia che ho divorato in una notte… Una storia profonda e piena di significato, non farò la solita recensione con la mia opinione ma insieme a voi, passo passo, condividerò i miei pensieri e le mie osservazioni.

41HGBCHNoBL._SX347_BO1,204,203,200_

Trama:
Un inno per celebrare il misterioso intrecciarsi di incontri e di circostanze e di significati che, tutti i giorni, ci offre la possibilità di sperimentarci come essere umano tra gli esseri umani; nella gioia e nel dolore, nella buona e nella cattiva sorte. È proprio questa la sfida: continuare ad aver fiducia nel destino anche quando pare intenzionato a toglierci tutto ciò che di bello e di buono abbiamo. Non l’ottusa e bigotta sottomissione ad un qualcosa che potremmo definire “più grande di noi” ma l’accettazione consapevole di far parte noi stessi di “quel qualcosa di più grande”, come suo frammento infinitesimo.

recensione

Questa lettura è narrativa, poetica e ti trascina, anche se troppo breve per come scrive Claudia, mi sono proprio goduta la compagnia di Alma e Iana.
La storia parte con Alma che narra la sua profonda storia d’amore e a quanto possa essere significativa la parola Addio, quanto può segnare.
Quando un’amore se ne va lascia il segno ed è difficile farlo svanire, interiormente lasciarlo andare e di quanto possa far male ricordare.

«Non ti preoccupare, Iana, sto bene. È il colore dei ricordi. 
Sai cosa vuol dire “RI-COR-DARE”? Ridare al cuore! Quando la memoria non è più inquinata da rabbia, collera, dolore o 
sentimenti di possesso, ritorna al cuore completamente immacolata; ma questo processo di purificazione avviene nel tempo, in silenzio e con le lacrime.»
«Non ha la pretesa di essere bello e neppure interessante. 
Sono semplicemente lacrime. Lacrime di inchiostro. Lacrime 
di inchiostro su carta di riso. Tienilo è tuo.» 

Poi ci troviamo Iana che per fatale segno del destino è legata ad Alma. Solo leggendolo, capirete cosa le lega. Capiremo quanto la menzogna possa ferire, quanto può distruggere la vita e quanto può far avvicinare le persone, per avere un chiarimento per approfondire.
La vita di Iana non è stata semplice, ma solo ora da adulta si renderà conto delle sue azioni, del male che può aver fatto e tutto per una menzogna, tutto per l’essersi fatta trascinare, quanto il pianto può essere liberatorio e struggente… Il pianto di pancia, quello viscerale.

Saradan Suprende 
30 ottobre 2005 
Sentii un conato risalire dallo stomaco 
che, all’altezza della gola, si tramutò 
in un pianto disperato. Giaceva lì, in un cimitero di morti di 
solitudine, senza un fiore.

So che può sembrare una recensione sbrigativa e confusa. Ma quello di Claudia è un breve racconto, ma ricco di emozione. Ti fa ragionare di come la vita a volte scelga da sola chi farti incontrare, chi metterti sulla tua strada. Alma sarà il tassello della verità e sappiamo che a volte la verità può far male, ma ti cambia anche la vita.

P. S. : Volevo lasciare un piccolo appunto a Claudia. Ci siamo conosciute per caso ed è stato amore a prima vista… Per le tue meraviglie poesie, per il tuo essere trasparente e solare, proprio come me, la donna che sussurra agli unicorni. Sei una persona splendida e una brava Scrittrice, non perdere la tua PENNA, come dice Ferdinando perché è veramente speciale!  Abbiamo creato un super gruppo: io, Thamara, Delia Deliu, Sarah S. Autrice, Ferdinando Salamino e Niana Vinci. Non pensavo in così poco tempo trovare tanta affinità. Quindi vi ringrazio e come ti abbiamo incoraggiato oggi Claudia, vai avanti, perché vali tanto, le tue emozioni valgono tanto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...