Recensione Un Amore prezioso di Alice Sten

Eccoci peccatrici con la bellissima recensione della nostra Deborah.

UAP- Alice Sten

Sinossi:

Pearl Johns è una brillante creatrice di gioielli.
A soli ventidue anni, è riuscita a specializzarsi nel settore, trasformando questa innata passione nel suo pane quotidiano. Lavora presso la gioielleria di famiglia, ed è la pietra preziosa di suo padre e suo fratello.
Come in ogni favola moderna che si rispetti, un giorno si scontra con il ragazzo più bello che abbia mai visto, colui che, con un sorriso “strappa mutandine” e due occhi magnetici, metterà a soqquadro la sua testa e il suo cuore.
Il ragazzo in questione si chiama Logan Harris, ed è un aitante ventiquattrenne texano che, rimasto orfano, si è trasferito a Buford, piccola cittadina della Georgia, per lavorare nella gioielleria dello zio.
Quando cominciano a conoscersi, Pearl scopre che Logan è tanto stupendo quanto inaccessibile, poichè appartiene alla famiglia che, da decenni, è acerrima nemica della sua.
Nonostante il loro destino sembra segnato, l’empatia e l’attrazione che i due giovani adulti provano l’uno per l’altra, è molto forte e li spingerà a lottare contro tutto e tutti pur di rimanere insieme.
Ci riusciranno?
E questa faida tra le loro famiglie è solo frutto di concorrenza lavorativa, oppure si è creata per motivi meno futili di quanto si possa immaginare?

Ispiratasi all’immortale commedia shakespeariana di Romeo e Giulietta, Alice Sten si cimenta in un nuovo stile, molto lontano dai suoi canoni e dai suoi romanzi precedenti, regalando ai lettori un New adult romantico e frizzante.

 

recensione

Un amore prezioso è un romanzo dolce, delicato, semplice e intenso al tempo stesso, attraverso il quale l’autrice ci catapulta nel mondo prezioso di due famiglie da sempre l’una contro l’altra, proprio come nella nota commedia Shakespeariana alla quale il romanzo s’ispira, che si trovano all’improvviso a rimettere tutto in discussione – compreso il loro odio che dura da decenni – senza che i familiari della generazione successiva ne comprendano il perché.
Nello stato della Georgia, a Buford, le vite di Pearl Johns e di Logan Harris, rispettivamente la figlia e il nipote delle due famiglie nemiche, scontreranno all’improvviso le loro esistenze. Entrambi appartengono a un campo lavorativo identico, quello delle gioiellerie, e se dal principio i rapporti sono tesi, visto l’odio da sempre insegnato dai  loro familiari,  ben presto le cose cambieranno.

 

«Mi riferisco alla “Harris Jewerly”. La conosci?»

Interrompe il monologo nella mia testa, sganciando la bomba finale.

La Harris Jewerly.

Lui lavora per suo zio.

Suo zio, Fred Harris?

Mayday- mayday!

Abbandonare la nave!

Allacciare il giubbotto di salvataggio!

Ritirare gli ormoni!»

 

Nonostante Perl cerchi di fare di tutto per tenere Logan lontano, fedele al tradizionale odio della sua famiglia, per Logan è tutto diverso: lui trova Perl irresistibile e vuole assolutamente interrompere questa inutile diatriba per poterla avere. E, per farlo, tenterà l’impossibile.
Perl, dal canto suo, non ne vuole proprio sapere, nonostante si sciolga come ghiaccio al sole non appena lui le sta vicino… e il caso vuole che se lo trovi sin troppo spesso tra i piedi!
Destino? Sfortuna?
La sola cosa certa è che tra battibecchi, passione, amore e colpi di scena, i due si troveranno presto più vicini che mai…

 

«Pearl mi ha trasformato in uno sfigato che anela il suo tocco, il suo sguardo e le sue attenzioni, ma se questo vuol dire essere un perdente, allora mi sento il perdente più felice della terra, dato che ho trovato una persona che genera in me questo tornado di emozioni.»

la-mia-opinione

Il romanzo è scritto da molti punti di vista e, sebbene il maggiore resti quello di Perl Johns, fortunatamente conosceremo anche il bel Logan e la famiglia di entrambi.
Un ottimo modo per i lettori di entrare in contatto con tutti i personaggi di questa storia dolce, coinvolgente e molto interessante.
La scrittura è scorrevole, qualche refuso non inficia la qualità dello scritto e, anche se personalmente avrei preferito trovare più descrizioni di sensazioni ma soprattutto di ambienti e azioni, scorre bene ed è essenziale ma profonda al tempo stesso.
I personaggi arrivano e la tematica di fondo è affrontata benissimo, cosa che induce il lettore a continuare la lettura per sapere come finirà la storia combattuta di Logan e Perl.
Sullo sfondo un amore antico, grande quanto l’odio tra le due famiglie, e un ambiente lavorativo che personalmente ho apprezzato moltissimo per l’originalità.
Alice Sten ci offre un romanzo delicato, intelligente e che cattura: attira il lettore nella sua rete, lo coccola e lo lascia andare solo alla fine, con il cuore più pieno e un sorriso sul viso.

Consiglio questo romanzo a chi ama le storie travagliate che hanno il sapore delle favole, la scrittura semplice ed elegante, e l’Amore con A maiuscola.
Deborah.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...