Recensioni Gli occhi invisibili del destino di Silvia Casini

Cover Casini[4300]

Recensione a cura della nostra carissima Deborah Fasola.

Gli occhi invisibili del destino
di Silvia Casini

Genere: thriller paranormale
Pagg. 360
Prezzo: € 16,50
In libreria dall’11 giugno 2019

Sinossi:

Eilis Rush, una giovane studentessa diciassettenne, dopo un incidente automobilistico, dove i suoi genitori perdono la vita, dall’America viene a vivere a Roma. Va a stare da sua zia Clara che gestisce il negozio esoterico “Filincanto”. Eilis ha un’amnesia parziale a causa del trauma subito e non riesce a ricordare molti dettagli del suo passato. I suoi occhi sono molto particolari: sono verdi, striati di grigio, giallo e blu notte, ma soprattutto nascondono un segreto.
Inizia così un thriller paranormale che vi avvolgerà dalla prima all’ultima pagina, tra omicidi misteriosi e misteriose presenze, e che troverà la conclusione a bordo del re dei treni: l’Orient Express.

L’autrice:

Silvia Casini si è laureata in Lingue e Letterature Straniere, per poi lavorare, in veste di project manager, presso l’Istituto Internazionale per il Cinema e l’Audiovisivo dei Paesi Latini. Si è in seguito specializzata in marketing strategico e ha iniziato a collaborare con diverse case di produzione e distribuzione cine-tv. Attualmente, si occupa di critica cinematografica e letteraria per diversi siti e testate giornalistiche ed è product placement manager per Echo Group srl.
È caporedattore di UpsideDownMagazine.it. Tiene un blog, I dermatoglifi di Bottondoro, ed è autrice dei seguenti libri: Magia e altri amori. Pensieri e micro-racconti strampalati alla fermata del treno (Edda Edizioni), L’appendifiabe (Nadia Camandona Editore), Tutto in una notte (Libro/mania, un marchio De Agostini/Newton Compton), Di magia e di vento (Antonio Tombolini Editore) e Il gusto speziato dell’amore (Leggereditore).

 

recensione-1

Gli occhi invisibili del destino è un romanzo che non ti aspetti, anzi, è il romanzo, quello a cui resti legato non appena leggi la prefazione. Sì, proprio così, questo romanzo prende già sin da quelle poche pagine, rendendo tutto interessante e nebuloso a tal punto da spingerti a cominciare presto la lettura.

La narrazione in terza persona, necessaria per questa storia, rende sin da subito tutto interessante aprendo una breccia nella vicenda.

Un trasferimento ha portato Eilis altrove, proprio laddove era, a quanto pare, il suo destino. sportiva, caparbia, ostinata, Eilis, che si scontra con Luca Marra in ogni senso. Sotto l’ala protettrice della zia, con un passato che l’ha segnata alle spalle, la ragazza si addentra in questa sua storia come nel cuore dei lettori.

Eilis ha perso i  genitori e dall’America giunge fino da Luca, che ne è subito attratto. Con le sue stesse passioni, con la sua forza e quel velo misterioso che si porta dietro, ne è curioso fin dal principio.

Eilis succhiò la loro energia con la mente, poi appoggiò la testa al finestrino e lasciò riposare le membra stanche. Ad un tratto, un baluginio attraversò il vetro. Un riflesso, una luce la fece scattare di soprassalto. Scese all’improvviso: un bagliore sul Tevere aveva attirato la sua attenzione. La morte scorre sotto il fiume, ma il caos va troppo in fretta per accorgersene, pensò.

 I personaggi di questa storia sono tutti interessanti, a cominciare dai protagonisti per passare dalla zia di Eilis, e tutti, all’interno della vicenda, hanno voluto dire qualcosa.Soffermandomi sulla zia di Eilis voglio sottolineare che ho amato sin dall’inizio il loro rapporto speciale.
Questo romanzo però è molto di più perché tanti altri ingredienti sono stati mischiati tra queste pagine e sono tutti degni di nota e di interesse. La parte thriller regge assolutamente le fila ed è in grado di scatenare adrenalina.
Eilis è un personaggio poliedrico che fa da sfondo ovviamente a tutta la vicenda e che fa innamorare, impreziosita dalla scrittura calamitante  e perfetta dell’autrice, un vanto che tengo a sottolineare sin da subito, perché queste pagine sono davvero scritte con accuratezza e capacità.

Eilis amava la notte, soprattutto quando fuori dalla finestra i rumori erano ovattati e radi, e la città si era addormentata. A renderla irrequieta era l’invisibile che le faceva visita. Eilis aveva appuntamento con il terrore ogni giorno e ogni notte. Era questo il suo inconfessabile segreto, il suo incubo peggiore, la sua condanna.

 

E se all’inizio tutto appare confuso e oscillante su onde che danno e tolgono al lettore, piano piano tutti i pezzi vanno al loro posto.
Non voglio svelare troppo di questa trama intricata che prende il lettore e non lo lascia più perché ce la si deve godere così com’è, all’improvviso, pagina dopo pagina; tuttavia, assicuro che quello che andrete a leggere è una storia che vi resterà impressa e vi darà molto. Che la capacità dell’autrice è immensa e la narrazione trainante. E che in questo romanzo c’è davvero tutto, per tutti i gusti e palati e, quindi, io consiglio di leggerlo, leggerlo e consumarlo lentamente, godendosi di tutte le sue infinite sfumature.

Eilis amava la notte, soprattutto quando fuori dalla finestra i rumori erano ovattati e radi, e la città si era addormentata. A renderla irrequieta era l’invisibile che le faceva visita. Eilis aveva appuntamento con il terrore ogni giorno e ogni notte. Era questo il suo inconfessabile segreto, il suo incubo peggiore, la sua condanna.

 L’ampia parte paranormale, condita da leggende metropolitane, è inoltre la chicca che si incastra a tutto il resto, creando una vicenda a trecentosessanta gradi che cattura per la sua vastità di genere, informazioni, colpi di scena e vicende. E tra tutte queste cose godibili e charmanti, Luca, il protagonista  maschile e la loro storia, la persona di cui lei si fida di più e l’accompagna lungo il cammino thriller della storia.

 

«Cazzo! Questo significa che…» Luca si bloccò pietrificato.
«Cosa?»
«Che stanotte uccideranno. È mercoledì e tutte le vittime sono state ammazzate di mercoledì» sussultò.

***

Poi, sospirò. Guardò le braccia di Luca incrociate, e provò un desiderio struggente di sentirsene cingere. Stava aspettando solo un piccolo gesto, un minuscolo spasmo del corpo che ne promuovesse l’espansione. Stava aspettando l’amore, ancora una volta.

 

Scritto alla perfezione, il romanzo sa prendere e lo consiglio a tutti i lettori: vi assicuro che è una lettura che non deve mancare nelle vostre librerie perché, passo dopo passo, catturandovi, vi porterà verso l’incredibile finale e vi lascerà molto dentro, nell’anima.

Un thriller paranormale che è anche un fantasy e una storia d’amore, e che di sicuro è da cinque stelline!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...