Recensione “Mai più cosi vicini” di Marilena Barbagallo a cura di Thammy

Buongiorno peccatori dalla vostra Thammy.
Eccomi qui a parlarvi dell’ultimo romanzo di Marilena Barbagallo edito Newton Compton.

51OahvTs+OL.jpg

Autore: Marilena Barbagallo

Titolo: Mai più così vicini
Editore: Newton Compton
Genere: Contemporaneo
Data di uscita: 5 settembre 2019

TRAMA: Restare nell’ombra è la sua arte. Lui non ha mai fallito, ha portato a termine più di settantacinque rapine, è imprendibile. Lo chiamano Delirio. Siria ha sempre disprezzato il “mestiere” di famiglia, e tanto più lo disprezza ora che anche per lei è arrivato il momento di prostituirsi. «Quando sarò abbastanza grande, ti sposerò», le aveva promesso il piccolo Ermes. Ma lui non è più tornato. Il giorno in cui le loro vite si incrociano di nuovo, lei non lo riconosce. Non sa che è il ladro più famoso che ci sia in circolazione. Sa solo che è più bello di come lo aveva immaginato e che non ha mai smesso di volergli bene. Presto capisce che lui non è più interessato a lei, e che quella promessa era solo una stupida frase detta da un ragazzino. Un giorno Delirio viene convocato per un incarico che è costretto ad accettare. Non può immaginare che si troverà a commettere il primo errore della sua carriera. Che cosa accade quando un proiettile colpisce la persona sbagliata?

Un amore del passato, mai del tutto dimenticato, cambierà per sempre il destino di Siria e del misterioso ladro Delirio

recensione-1

…”Un uomo non può cadere più in basso di quanto sono caduto io.
Fino a che punto può farsi male un uomo?
Fino a che punto può distruggere il suo cuore? Fino a che punto?

Fino a che punto può distruggere il suo stesso cuore?”…

Questa è la storia di Siria ed Ermes… ops! Scusate, Delirio!
Due anime che si appartengono da sempre. Destinate a cercarsi, sfiorarsi, trovarsi per poi riperdersi ogni volta.
Una storia forte, devastante, cruda e dolce, piena di tenerezze e crudeltà, di amore e odio, di speranza e rammarico.

…«Cuore…», bisbiglia.
«Cuore», replico. «Sei il mio cuore».

«Ti darò queste labbra», le prometto e le bacio il collo.
«Ti darò queste mani», le accarezzo una coscia cercando la natica morbida. La mordo, piano, sulla curva del seno.
«Ti darò la mia furia», scendo sulla sua pancia, mordendo la stoffa e la pelle ancora nascosta, fino a raggiungere il ventre, dove ancora non ho osato andare.
«E ti darò la dolcezza». La bacio lì e la sento ansimare al mio passaggio delicato.
«Ma la cosa più importante che avrai…», lo sto giurando, risalendo sulle sue labbra.
«Sarà il mio cuore». E la bacio…

Quando le emozioni i sentimenti sono così contrastanti e ti portano a prendere delle decisioni, a fare delle scelte.
E queste scelte condizioneranno tutta la tua vita ma soprattutto quella della persona a cui tieni di più al mondo.

…«Quando ami qualcuno, quando quel qualcuno è più importante dell’aria che respiri, della tua stessa sopravvivenza, faresti qualunque cosa per evitargli anche un briciolo di sofferenza. Quando ami qualcuno lo tieni lontano da ogni pericolo. Quando ami qualcuno desideri saperlo felice, vuoi che non gli manchi niente, e allora decidi di stargli lontano perché sai di essere il peggiore dei mali. Quando ami davvero qualcuno speri che un destino migliore lo porti via da te»…

E allora ci si fa del male, a se stessi e alla persona che ami.
Che dire di questo romanzo, una storia forte travolgente.
Ha saputo creare due personaggi molto ” corposi”:  La dolcissima Siria con le sue debolezze , le sue cicatrici ma cosi forte allo stesso tempo. DIO quanto mi è piaciuta! finalmente una donna con la “D” maiuscola, non la solita “vittima”.
Ed Ermes, beh,  che dire di Ermes…lui è DELIRIO allo stato puro!
Quanta sofferenza, quanta speranza di redenzione, quanto AMORE in quelle pagine. con un finale… (non posso esprimermi al riguardo).
Che dire di questa autrice…
Lei “È ” DARK punto!
Amo la sua penna così diretta. Anche stavolta mi ha tenuta incollata alle pagine facendomi sospirare, tremare, piangere e poi piangere ancora.
Le parti “cruente” che ti colpiscono allo stomaco, così “vere”.
Riesce a rendere vivi i suoi personaggi e non mi riferisco solo ai protagonisti ma anche quelli che dovrebbero essere secondari ma che in realtà diventano parte fondamentale.
L’amico Rex per esempio, o Lia,  personaggi ai margini ma che danno tutto un “colore” alla storia.

Piccolo appunto cara Barbagallo… ora voglio REX 😂
Per gli amanti del genere non mi resta che dirvi andate a leggerlo ne vale veramente la pena!
Ora vi lascio con in ultimo estratto che ho amato tantissimo e vi do appuntamento alla prossima lettura.

… “Mi sentirai passare anche quando non ci sarò. Sarò il vento. Sarò un raggio. Sarò tutto ciò che non potrai mai afferrare. Niente di tangibile. Solo aria, odore, luce. Io sarò il tuo nulla. Tu lo sei già per me”…

Un baciotto peccatori dalla vostra Thammy.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...