Recensione Beautiful Lies di Alice Bruno

Titolo : Beautiful Lies

Autore : Alice Bruno

Editore : Self Publishing

Genere : Contemporary Romance

Pagine : 277

Prezzo : 0.99 € ebook

Data Pubblicazione : 3 maggio 2020

Link d’acquisto :

https://amzn.to/32vCHEE

Trama :

Cosa saresti disposto a fare per amore. Quando Sofia e Chris si incontrano per la prima volta, Sofia capisce subito di essersi fatta un nemico. Quell’arrogante gigante biondo, tanto bello quanto insopportabile, ce l’ha con lei, va a capire perché, e non perde l’occasione per farglielo notare.
Come puoi odiare qualcuno in questo modo, se nemmeno lo conosci?
Anche se sei un bastardo dagli occhi di ghiaccio convinto di essere un dio in terra, e le persone intorno a te sembrano credere la stessa identica cosa. Anche se nel tuo campo sei una specie di genio, e pensi di avere di fronte solo un’inutile ragazzina viziata.
Quello che Sofia non sa, è che non è la prima volta che si incontrano, e che Chris non ce l’ha sempre avuta con lei. E, soprattutto, che forse le cose potrebbero cambiare ancora.
Perché dietro l’odio più grande a volte può esserci l’amore, e un’avversione ingestibile, può nascondere la più incontrollabile delle passioni.

Biografia:

Alice Bruno vive a Roma con il marito, due figli e un cane labrador che rifiuta fieramente di mettersi a dieta. Laureata in legge, accanita lettrice, ha cominciato a scrivere con una tesi di laurea che assomigliava un po’ troppo ad un romanzo storico, e da lì non ha più smesso.


“La voce. La voce è la prima cosa che mi arriva. La sua voce. Poi solleva il viso su di me, e i suoi occhi mi colpiscono come un pugno, dritto nello stomaco. Caramello fuso. Mi guarda in faccia senza vedermi realmente, solo per un istante, prima di sparire dietro l’angolo, ma io al contrario la riconosco subito. È lei, Sofia. Quella che si è impadronita di tutte le mie notti, che ha popolato tutti i miei incubi. Quella che ha distrutto per sempre la mia carriera di atleta. E il mio mondo crolla, tutto assieme.”

ROMANZO AUTOCONCLUSIVO, CON SCENE ESPLICITE DESTINATE A UN PUBBLICO CONSAPEVOLE

Salve peccatrici, oggi vi parlo di Chris e Sofia..mmhh..che bella storia la loro😍 studentessa “viziatella” lei, campione mancato di sci lui. Si conoscono in montagna dove i genitori di Chris hanno un albergo e dove Sofia è solita passare le vacanze con la famiglia. Amore a prima vista per lui..lei, sa a malapena chi sia. Si ritrovano diversi anni dopo a Roma, lei ci vive, lui si è reinventato come aiuto chef dopo un brutto incidente che lo ha costretto ad abbandonare la carriera sciistica. Rivederla riporta a galla i vecchi sentimenti mai sopiti di Chris, lei..non lo riconosce nemmeno. Quasi per caso sì ritrovano a lavorare nello stesso posto, all’inizio Chris è un po’ odioso (ve lo dico eh..) ma la sua è solo gelosia, già perché lei ha ben altre mire, e quando lui lo capisce fa di tutto per “farla sua”..senza neanche troppi sforzi diciamocelo 😏 inizia come una storia di sesso, niente “di troppo impegnativo” ma le cose cambieranno presto 😏 tutto bene fino a che non torna alla luce qualcosa successa tra i due in passato. Qualcosa che lui ricorda bene ma lei purtroppo no..mi dispiace ma non posso dirvi altro, vi svelerei troppo 😉 e non è proprio il caso.

E’ un libro uscito qualche mese fa ahimè, che io avevo comprato perché attratta dalla trama ma poi era rimasto lì, ma il destino lo ha rimesso nelle mie mani. E per fortuna. E’ il primo che leggo di Alice Bruno, ma ho tutta l’intenzione di recuperare, perché vi dico sinceramente la sua penna mi è piaciuta un sacco. È una storia che mi ha rapita dall’inizio alla fine, “ingarbugliata” al punto giusto da tenerti col fiato sospeso fino in fondo. Ve lo dico chiaramente Sofia l’avrei presa a schiaffi in più di un’occasione, ma mi è piaciuta la sua evoluzione, crescere e diventare matura a sue spese. Chris..bhè Chris 😍 chi non lo vorrebbe uno come lui che sa aspettare e sopratutto che è disposto a tutto per quello che sà per certo essere il suo grande amore..e voi cosa siete disposti a fare per amore?!? 😏 Buona lettura peccatrici 😘

La sabi_peccatrice

“La voce. La voce è la prima cosa che mi arriva. La sua voce. Poi solleva il viso su di me, e i suoi occhi mi colpiscono come un pugno, dritto nello stomaco. Caramello fuso. Mi guarda in faccia senza vedermi realmente, solo per un istante, prima di sparire dietro l’angolo, ma io al contrario la riconosco subito. È lei, Sofia. Quella che si è impadronita di tutte le mie notti, che ha popolato tutti i miei incubi. Quella che ha distrutto per sempre la mia carriera di atleta. E il mio mondo crolla, tutto assieme.”

“Per un lunghissimo istante non succede nulla, poi, di punto in bianco accade l’insospettabile. Sofia non fa più resistenza. Si gira e mi fa un sorriso tremulo. Sono annichilito: e non solo perché sta sorridendo a me. Ma perché ci vuole provare sul serio. «Ok» risponde. E questo rompe tutte le mie difese.” 

“«Mi piace Leo» insisto, però. «Ti piaccio io» sentenzia, calando su di me. «E lo sappiamo da un pezzo.» Mi sfiora le labbra, lento, come per non spaventarmi, per darmi modo tutto sommato ancora di andarmene. «Avevi detto di non aver cattive intenzioni.» «Infatti,» risponde Chris senza staccarsi «ho ottime intenzioni.» «Che non ti interessavo» blatero. «Mentivo» mi bacia piano. «Mi interessi moltissimo.» «Sono innamorata di Leo» gli comunico con voce improvvisamente stridula. Si allontana, quel tanto che basta per guardarmi negli occhi. I suoi mi scavano dentro, brucianti. «Me lo dirai più tardi.»”

“«Cazzate. Tu non vuoi credermi» replica irato. «Tu stai partendo perché hai paura. Perché non vuoi soffrire ancora. Perché non vuoi correre il rischio, e preferisci farti terra bruciata intorno: stai barando» scuote la testa. «Hai sofferto, ti sei scottata, ed è colpa mia, perché ho sbagliato. Ma credi che io non abbia mai sofferto per te? Ho sofferto come un cane Sofia, ora, e in passato. Come. Un. Cane. E vuoi sapere perché? Perché ti amo, cazzo: io ti amo» scandisce con forza. «Ma l’amore è questo,» si ferma «l’amore è anche questo, e sarei disposto a correre il rischio mille volte, sarei disposto a farmi male sempre. Perché non c’è dolore peggiore per me che stare senza di te… E invece per te non è la stessa cosa. Tu preferisci tagliare i ponti» mi fissa furibondo, più di quanto non lo sia stata io. «Sei una codarda. Non l’avrei detto Sofia, lo giuro: non l’avrei mai detto» mi butta addosso andandosene. Poi si blocca, come se fosse troppo arrabbiato chiuderla in questo modo. Torna indietro, a un passo da me. «Finisce così Sofia? Tu te ne vai altrove, io me ne vado altrove… non era così che doveva andare. Qualsiasi cosa, qualsiasi scelta, avremmo dovuto farla insieme.» Scuote la testa, di nuovo. «Ascolta i vocali che ti ho mandato. Trova almeno questo, di coraggio.»”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...