RECENSIONE A TRE PASSI DA TE DI GIADA OBELISCO

Titolo: Tre passi dietro – Sulle tracce di Sarah
Autore: Giada Obelisco
Prezzo e-book: 3,99 euro
Prezzo cartaceo: 13,90 euro

Link d’acquisto: https://amzn.to/3lDIlNL
Self Publishing
Quarta di copertina:
Robert Jordan, ex agente dell’NSA e capo della polizia di Portland, ha perso la moglie Megan sedici mesi prima in un’esplosione. Proprio mentre sta cercando di superare il dolore, una serie di circostanze lo mette sulle tracce di Sarah Thompson, una ladra di gioielli che sembra avere qualcosa a che fare con il passato di Megan e forse con la sua morte. Questo riaccenderà l’ossessione di Robert e lo porterà a inseguire Sarah tra Andalucia e Lisbona, fino ad arrivare a una verità insospettata che rimetterà in gioco tutta la sua vita. Chi è Sarah? Quali segreti nasconde?
“Tre passi dietro” è la storia di un amore che va oltre lo spazio e il tempo, che va oltre ciò che è visibile agli occhi. È una fuga attraverso l’Europa, una caccia, un diamante, un mistero da svelare tassello dopo tassello. È un paio di Converse rosa e un profumo rimasto nei cassetti, sulla pelle. È dolore, adrenalina, passione. È una doccia ghiacciata e un fuoco che brucia tutto ciò che incontra.
Se pensavate di aver visto tutto di Robert e Meg… be’, non avete ancora visto niente
“Ovunque andrai io ci sarò sempre, tre passi dietro te.”

Cari lettori voglio iniziare questa recensione con una frase che vi garantisco ha il suo perché se leggerete il romanzo.

“Giada Obelisco sei nata per scrivere”
Riuscire a definire nel modo corretto le emozioni che ha scaturito in me questo romanzo non è facile. Sono un amante del genere e non è impresa semplice stupirmi, ma l’autrice riesce con la sua penna eccezionale a trasportare il lettore riga dopo riga, riesce a far vivere ogni scena.
Sento ancora sulla mia pelle i brividi delle emozioni trasmesse e posso affermare che dopo aver letto il primo volume le mie aspettative erano alte e sono state soddisfatte egregiamente.
“Tre passi dietro” è una storia struggente, passionale, graffiante, in grado di lasciarti senza respiro.
Il ricordo di una moglie perduta, una nuova conoscenza, un passato che è sempre presente e difficile da dimenticare. Come può un uomo come Robert pensare di andare avanti.
Stava per arrivare la primavera, pensò come se gli importasse qualcosa, e la primavera non gli piaceva: gli ricordava i fiori che un tempo sbocciavano in giardino, gli aperitivi sotto il pergolato e il vestito bianco che Meg amava indossare ai primi caldi.
Era da tempo che non leggevo una storia tanto coinvolgente e vorrei raccontare tanto, ma non posso, non è giusto nei confronti del romanzo stesso e dell’autrice che l’ha scritta. Il mio consiglio è sicuramente di mettervi comodi e godervi la lettura se siete in cerca di emozioni profonde. Vi lascio con un ultimo piccolo estratto e vi auguro una buona lettura.
Con una manata secca sul miscelatore spense il getto e dovette mettersi una mano davanti alla bocca per trattenere un singhiozzo. Si rannicchiò più che poteva e rimase lì, nuda e bagnata, con il mento sulle ginocchia e le lacrime mescolate alle gocce che scivolavano giù dai capelli. Non respirava senza di lui. Non ce la faceva.

Recensione di Angel. ❤️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...