Recensione “La casa di incubi e Stelle” di Chiara Casalini, a cura di Keja Galli.

Titolo: La casa di incubi e stelle
Autore: Chiara Casalini
Editore: Self-publishing
Genere: Criminal romance
Prezzo ebook: € 2,99
Prezzo cartaceo: € 14,90
Data pubblicazione: 06/07/2020
Pagine: 334
Serie: Autoconclusivo
Formato: Ebook e cartaceo
Link Amazon: https://amzn.to/2QVBCR2

Trama:
Simone si è costruito una nuova vita a Las Vegas assieme a Sonia, combattendo nel circuito MMA. È lei, però, a riportarlo in Italia per il funerale del padre, che ha segnato in modo indelebile la loro esistenza. In un anonimo paese di provincia, un passato di violenza e criminalità tormenta il protagonista, bussando alla porta con un nome e un regalo. Sonia scoprirà la vita da cui Simone l’ha sempre tenuta lontana, come fratello acquisito prima e come amante poi.
In bilico tra distruzione e rinascita, tra dipendenza e ossessione, a cosa li condannerà ancora il destino?

Biografia

Chiara Casalini lavora come grafica e ha fondato, in passato, una band metal di cui è stata voce e songwriter, i Wild Angel (1998-2013). Nel 2012, ha pubblicato con Loquendo Editrice “Scarlet – Morire per vivere” e l’anno successivo “Scacco al re”, presentato a Lucca Comics & Games. Nel 2017 ha pubblicato in self-publishing “L’Ultima sfida”, capitolo conclusivo della trilogia di Scarlet.
Parallelamente all’attività di scrittrice, condivide pensieri, poesie, riflessioni e stati d’animo attraverso il proprio blog, assieme alla recensione di libri, anime, ecc., dove sono presenti anche dei racconti improvvisati nati per gioco.
Cresciuta nell’ambito della stregheria locale contadina, a 16 anni inizia un percorso di ampio respiro nello studio dell’esoterismo, sondando diversi aspetti sia teorici che pratici. Nel 2005 intraprende un percorso nell’ambito marziale tradizionale giapponese, che sposa il suo amore per le discipline spirituali guerriere, fino a riprendere nel 2011 studi sulla tradizione nordica (Norrena-Vichinga), che alla fine diviene la sua strada, assieme allo studio delle Rune e allo sciamanesimo-guerriero, decidendo di condividere il suo percorso attraverso un sito (http://ulfhildr.altervista.org).

Contatti:
Sito: http://www.chiaracasalini.it
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/chiaracasalini.sig
Instagram: https://www.instagram.com/chiarasigridhr

banner-recensione

Ed eccoci con una nuova recensione, a cura della peccatrice più tartaruga di tutte: me medesima.
Questa volta ho l’onore di presentarvi il romanzo “La casa di incubi e stelle” di Chiara Casalini, pubblicato in self publishing a inizio luglio, e acquistabile su Amazon sia in formato ebook che cartaceo.
Ma partiamo dal principio: ho conosciuto Chiara su Wattpad qualche anno fa, e subito mi sono innamorata del suo stile semplice e, al contempo, ricco di particolari. Si nota perfettamente che, dietro ad ogni suo scritto, è presente una solida base di ricerche e studi, infatti nulla è lasciato al caso.
Con il suo linguaggio forte e crudo, “La casa di incubi e stelle” racconta, appunto, di incubi e di stelle.
Tutto ruota attorno alla vita di Simone Castello, alias Harrier, fighter italiano di MMA trasferitosi a Las Vegas, e di Sonia, sua sorella e anche sua amante. No, non c’è nessuno sbaglio e, soprattutto, nessun incesto: l’unica cosa che i due condividono – oltre al letto, ndr – è il cognome, in quanto il padre di Sonia, Angelo, che di angelo ha solo il nome, ha adottato Simone quand’era ancora un bambino.
La storia è narrata dal punto di vista di Simone, in un alternarsi di presente e frammenti di ricordi del passato. Ho apprezzato tantissimo questa tecnica, che va oltre i soliti schemi. Me li sono immaginata come piccoli flashback in bianco e nero, dalla pellicola invecchiata e grana sfocata.
Il dolore di Simone ti penetra sottopelle e quasi lo senti come tuo. Più ti immergi nelle vicende, e più capisci il motivo per cui abbia scelto una vita fatta di lotte e risse. Gli incubi non gli danno tregua e, anzi, ritornano più vividi che mai nel momento in cui Sonia lascia Las Vegas per tornare al loro paese natale, per assistere il loro padre in fin di vita.
Nonostante Angelo sia anni luce dall’essere il padre dell’anno, Sonia ha voluto rimanere al suo capezzale, e sta a Simone capire ciò che l’ha spinta a farlo, anche se questo comporta l’essere di nuovo inghiottito dagli incubi.
Ma, fin quando la sua stella brillerà accanto a lui, e per lui, nessuno potrà soprassederlo. Nemmeno la tenebra.

VOTO: 5, perché non posso dare di più.

Keja

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...