Recensione EDEN IN THE DARK di Arianna di Luna

TITOLO: EDEN IN THE DARK

AUTORE: ARIANNA DI LUNA

GENERE: CONTEMPORARY ROMANCE


PAGINE: 350 Circa
DATA DI USCITA : 7 SETTEMBRE 2020 – Disponibile su Amazon e in Kindle UnlimitedPREZZO: 2.99

LINK D’ACQUISTO : https://www.amazon.it/Eden-dark-Arianna-Luna-ebook/dp/B08GZ8TP2Z/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&dchild=1&keywords=eden+in+the+dark&qid=1599461046&sr=8-1

TRAMA :

A ventotto anni Crowley Asker aveva tutto ciò che si potesse desiderare: il talento, la fama, la ricchezza, e tutti i privilegi che solo un atleta del suo calibro può permettersi. Ma la smania di onnipotenza ha un prezzo, e questo, Crowley l’ha imparato a proprie spese: oltrepassare il confine tra ring e vita reale ha messo fine a tutto. Ora, alla soglia dei trent’anni, vive la sua vita lontano dai riflettori. Il mondo lo considera un assassino spietato, nessuno lo ha mai perdonato. Crowley ha perso tutto, e ora si sposta di città in città nel tentativo di sfuggire all’ombra nera che lo perseguita. E la sua prossima tappa è Greycliff, in Ontario.
Eden Blanchard ha appena compiuto vent’anni e del mondo conosce la parte peggiore. Figlia unica di una donna non vedente, vive ai margini di quella città soffocante e ipocrita che odia con tutta se stessa. I boschi sono la sua vera casa. La natura, a differenza delle persone non la spaventa. La natura non è malvagia, le persone lo sono quasi sempre, Eden lo ha sperimentato sulla propria pelle. Nonostante la diffidenza che nutre nei confronti degli uomini, il nuovo arrivato desta immediatamente la sua curiosità: ha affittato un cottage a poca distanza dalla sua casa mobile, ma è talmente schivo che nessuno lo ha mai visto in faccia, nessuno conosce il suo nome. Eden sa che non dovrebbe impicciarsi, ma quell’uomo rappresenta un mistero irrisolvibile e di fronte ai suoi modi bruschi la ragazza non riesce a tenere a freno la lingua. Tra di loro sono subito scintille pronte ad appiccare un incendio.
Eden e Crowley non potrebbero essere più diversi, eppure ciascuno ha qualcosa di cui l’altro ha estremo bisogno: Eden deve imparare a difendersi.
Crowley deve imparare a fidarsi.

Salve peccatrici, oggi vi porto a conoscere la storia di Eden e Crowley. Storia complicata la loro vi avviso, ma credetemi sarà un viaggio bellissimo. Dunque..da dove iniziare..Eden, vent’anni, una vita tutt’altro che semplice la sua, cresciuta in una casa famiglia con la madre non vedente fino a quando la maggiore età non le ha permesso di lasciarla per andare a vivere in una casa mobile in mezzo al bosco. Un po’ emarginata dalla mentalità ristretta della gente vive le sue giornate senza troppe pretese e accontentandosi di ciò che ha. La sua routine viene interrotta quando il cottege vicino casa sua viene affittato da qualcuno di strano che cattura immediatamente la sua attenzione, Crowley. Definiamolo “ex atleta che sta scappando dalla sua vita” girando sotto falso nome per non farsi riconoscere. Vi dico solo che già dai loro primi approcci faranno scintille..e che scintille. Crow capisce subito che la strana ragazza sua vicina ha in qualche modo bisogno del suo aiuto, e chi meglio di lui può aiutarla….poi capirete in cosa….

L’attrazione che Eden prova nei confronti di Crow è abbastanza evidente, anche se cercherà in tutti i modi di nasconderla….ma badate bene, perché non sarà la sola, e Crow sarà tanto bravo a far desistere lei quanto a resistere lui…?!?

Parto col dirvi che ho letto tutti i libri di Arianna di Luna, e il suo ultimo “Incantevole e Proibito” mi aveva letteralmente fatta innamorata, quindi mi sono buttata sul suo nuovo romanzo praticamente ad occhi chiusi.
Dire bellissimo non rende giustizia a questo libro che mi ha tenuta incollata per 3 notti, un turbinio di emozioni continue. La grinta e la forza di Eden, il non arrendersi alla “vita che le è toccata”, e Crow, bhé di lui ne avrei di cose da darvi… è un uomo spezzato che sembra aver rinunciato a vivere scappando da se stesso, e che tutto avrebbe immaginato tranne forse che a salvarlo potesse essere una ragazzina selvaggia di vent’anni che vive nei boschi e fa il bagno al lago. E invece quando meno te lo aspetti a riportarti a galla è proprio l’ultima persona che immagini ma che forse il destino ha messo sulla tua strada per un preciso motivo. Ma pensate che sia tutto così semplice?? Nooo.. ci saranno momenti di grande passione (mammamia 😏) quanto di grandi delusioni e imprevisti dolorosi. Ma fidatevi di me ne varrà di sicuro la pena.

Quindi mie care peccatrici, fatevi questo regalo e correte a leggere l’ultimo capolavoro di Arianna Di Luna..poi mi ringrazierete.. 😉

La sabi_peccatrice

Crowey Asker di Los Angeles la definirebbe sciatta. Insignificante. Fisicamente trascurabile. Ma Crowley Jones, il vagabondo, quello che esiste da quindici mesi a questa parte, in questo momento vorrebbe averla addosso, possibilmente nuda, possibilmente sopra. Se nel sesso è selvaggia la metà di quello che è nella vita, potrebbe davvero essere qualcosa di incredibile.

Sono trascorsi tre giorni dall’episodio del lago, e tra noi è come se non fosse successo niente. Lui non ne parla e io non ho il coraggio di fare domande. Ma ogni volta che mi tocca, che mi spinge, ogni volta che mi guarda o che avvicina il viso al mio, il sangue inizia a correre più veloce e devo sforzarmi per non ansimare, perché tutte le sensazioni che mi ha fatto provare nell’acqua tornano ad assalirmi, infide e incontrollabili. Mi ha toccata, mi ha baciata, ho sentito le sue labbra sulla mia pelle e mi sono strusciata sulla sua erezione, ho quasi perso il controllo. Non sono mai stata più eccitata in vita mia. Non ho mai desiderato nessuno come desidero lui, ma finalmente ho il coraggio di ammetterlo, almeno con me stessa.

“Ti ricordo che mi hai chiesto tu di insegnarti a cadere” “Si ma così non ci riesco, okay?” sbotto, a corto di pazienza. “Ho bisogno di una rassicurazione. Ho bisogno di qualcuno che mi incoraggi, non di qualcuno che mi dica sempre quanto sono scarsa e quanto faccio schifo. Ho bisogno di qualcuno che abbia un po’ di pazienza con me, va bene?” Crowley mi guarda. Incrocia le braccia al petto, per niente impressionato. “Hai finito di piagnucolare?” “Oh, Crow, fanculo.” “Girati e buttati.” “Non ci riesco, è inutile. Lasciamo stare.” “Tieni su quel cazzo di disco, girati e cadi.” Chiudo gli nocchi. Sto per mollare. Non so perché ma è davvero più forte di me. Non riesco a lasciarmi andare. “Ho bisogno di sapere che ho una rete di sicurezza.” “Sono io la tua rete di sicurezza, Eden.”

“Sei durissima, Eden. Sei fatta di pietra e spine. Sei un istrice del cazzo. Ma quando ti ammorbidisci, quando molli la corazza e smetti di avere paura e ti lasci andare, tu sei la cosa più luminosa, la cosa più preziosa e fragile di questo intero universo. Sono tornato perché ti amo. Amo le tue spine e il tuo cuore pulsante. Voglio restare. Lasciami restare.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...