Recensione la te più bella di Saverio Crea

titolo: La te più Bella

editore: indipendently published

data: 31 Marzo 2021

pagine: 192

categoria: romanzo rosa/romance

possibilità d’acquisto:
 presso AMAZONVersione cartacea al costo di €13,42 E-Book al costo di €2,69
oppure contattando l’autore presso la pagina Instagram @battituraamacchina  o tramite e-mail battituraamacchina@gmail.com al prezzo di €19.90 comprensivo di spedizione, peckaging, segnalibro “La te più Bella” e dedica autografata.

SINOSSI

Ti ritrovi di colpo in un mondo non tuo… Tu che avevi un progetto, tu che credevi nell’amore assoluto… Ma l’amore non ha progetti. Anzi, spesso li stravolge e in fondo fa da sé, come le persone che la vita a volte ci fa incontrare.
Marika è una ragazza di Roma. Ha tante certezze e un sogno nel cassetto: “Voglio fare il cardiochirurgo”.
Ecco però che il destino va a farle visita, la saluta, un bellissimo inchino, e poi boom, con un botto infernale le stravolge la vita. In quel preciso istante l’esistenza di Marika deve cambiare, deve assecondare una sorta di bene superiore. Una ragazza determinata, Marika, le cui emozioni tuttavia si fanno sempre più confuse:
circondata da persone del passato e di un nuovo presente, dovrà vivere ogni momento per poter saper scegliere il proprio futuro.
Forse la vita ha un destino scritto nei cieli immensi che ci sovrastano, e forse al cuore davvero non si comanda. Non sono importanti gli errori, l’importante è avere un fiore in mano e la voglia di amare ancora.

Bio Autore :

Saverio Crea nasce a Reggio Calabria il 15 ottobre 1986. Classico ragioniere. Conti, numeri e azienda.
Vive un’infanzia felice nella città del chilometro più bello d’Italia.
I suoi studi non contemplano in maniera approfondita la scrittura e le sue strategie. Scrive per istinto e cerca l’emozione attraverso le parole.
Nel periodo del lockdown rispolvera quello che sin dagli studi superiori amava fare: pensieri e aforismi che la vita gli mette spesso davanti. Crea @battituraamacchina, una pagina Instagram che ottiene un seguito tanto entusiasmante quanto inaspettato.
Il suo aforisma principe è: “Ho seminato pezzi di cuore come semi di girasole ”, lo spunto che lo porta a creare una piccola linea di vestiario con la sigla “bam”, acronimo di battituraamacchina.
Il sogno resta comunque scrivere, e dopo mille vicissitudini e problemi legati alla situazione coronavirus ecco LA TE PIU’ BELLA il suo primo romanzo. Si spera il primo di tanti.

Buongiorno buongiorno ragazze

Oggi parliamo della prima opera di Saverio Crea ma sono sicura ci saranno molte altre e starò ad aspettare ogni romanzo, mi piace molto il suo modo di scrivere, lo trovo semplice e “pulito” scritto in un bell’italialiano.

Ho avuto il piacere di conoscere Marika e la sua determinazione, la sua dolcezza ed il suo caos!!!!! È riuscita a realizzare il suo sogno, a non lasciarsi abbattere dalle sfide della vita, si è solo persa ad un certo punto, quando ha capito di dover riorganizzare una vita che credeva già scritta, ha avuto accanto persone speciali che le hanno , permesso di ritrovarsi.

Possiamo definire lo stato di Marika come un aggregamento di sentimenti, un susseguirsi di pensieri ed un continuo malessere per le scelte che faceva, alla fine quando ha lasciato andare tutto il suo destino è venuta a riprendersela per farla sentire davvero la TE più bella.

È  stato davvero piacevole perdermi tra le pagine di questo libro è rilassante e davvero piacevole conoscere tutti i personaggi di questo romanzo, ascoltare i consigli di Nonna Amelia e degli altri ma non posso dirvi troppo …… ma vi consiglio davvero di leggere la storia di Marika

Tanti cari saluti

Mony

«Marika, secondo te si può amare senza connessione fisica?» Bella domanda, pensai tra me e me. Ripensai al film, a Michele, a tutto quanto. «Matti, io non so se si possa amare senza andare a letto insieme, senza viversi come due innamorati, a volte anche senza capirsi, ma ti posso dire che certe cose, quelle che ti attraversano l’anima, le ricordi per tutta la vita».

Mi rispondo adesso che no, che il lato fisico è un atto dovuto, che alcune sensazioni scompaiono se non le curi. Perché è come un fiore, se non gli dai da bere, se non lo concimi, il fiore appassirà, perché pioggia, sole e intemperie lo porteranno a morire da dentro; e così è l’amore, una cura costante della meravigliosa creazione del noi.

avrei potuto essere preparata, pronta a dire addio, e invece tutto questo non avvenne. Non si è pronti mai a salutare chi riesce a volerti bene dal nulla, chi ti sorregge nonostante tutto intorno a te stia crollando. Non si può, non è logico, è solo una congettura per farsi forza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...