Recensione doppia Idem – fino all’ultima nota di L.F. Koraline

TITOLO: IDEM – Fino all’ultima nota

AUTORE: L. F. Koraline

GENERE: Music Romance – Autoconclusivo

DATA D’USCITA: Maggio 2021

TRAMA

LUI colleziona successi, LEI sventure.

LUI è il cantante più famoso del momento, LEI sorveglia tombe al cimitero di Sleepy Hollow.
Due mondi diversi, una sola possibilità di incontrarsi, nessuna ragione per innamorarsi. Idem Stark è il frontman dei Dark Wolves, una singolare band alternative rock in giacca e cravatta, che spopola in tutto il mondo battendo record di sold-out a ogni concerto. Il suo presente è fatto di successo, fama e tanto denaro, il passato, invece, è soffocato nei ricordi.
Ogni sua foto diventa virale, ogni suo flirt si trasforma in gossip, ogni sua dichiarazione finisce in prima pagina.
La sua faccia è sui muri dei palazzi, sui cartelloni delle strade, sui display luminosi dei grattacieli.
Il suo nome fa il giro del mondo e la sua popolarità non sembra destinata a spegnersi, neppure quando un terribile evento gli sconvolge la vita.
Devastato dall’accaduto, diventa l’ombra di se stesso.
Si nasconde al mondo, annegando i pensieri in litri di bourbon, blindato nella sua lussuosa villa di New York.
Dall’altra parte della città, nel cuore dell’East Harlem, una ragazza di diciannove anni cerca di sopravvivere e di proteggere la sua complicata e disfunzionale famiglia: una madre depressa che vegeta in un letto e sei fratelli minori.
Sahara mette da parte i suoi pochi sogni e accetta un lavoro come custode notturno al cimitero di Sleepy Hollow.
In quel luogo suggestivo, mentre spolvera lapidi e sistema fiori sulle tombe, il suo destino si intreccia con quello del cantante, fino a farle intraprendere un inaspettato viaggio nella vita dei Dark Wolves.
Due mondi che non potrebbero essere più diversi, due esistenze che non collimano su nessun fronte, due storie che sembrano non poter avere nulla in comune.
Eppure Idem continuerà a guidare ogni notte verso Sleepy Hollow, anche quando sarà così ubriaco da non reggersi in piedi.
Scoprirà che lei è la chiave per provare a risalire dall’abisso nero in cui è sprofondato, anche se, per riuscirci, dovrà usarla e trascinarla nel suo inferno.
LUI sarà disposto a tutto, LEI avrà una sola possibilità di salvarsi: non dovrà mai innamorarsi di lui…

Sabi

Bentrovate Peccatrici oggi vi parlo dell’ultimo libro di Koraline.
Personalmente mi sono innamorata della sua scrittura con Red, che ho letto una quantità di volte davvero imbarazzante, passando per tutta le serie 703, fino ad arrivare alla serie Gipsy con Saul lo zingaro e la sua sirena. Ma la storia di Idem e Sahara è tutta un’altra cosa 🥰
Idem è il frontman della band più in voga del momento, Sahara invece è poco più di un’adolescente costretta a crescere troppo in fretta portandosi sulle spalle la responsabilità di un’intera famiglia..il tutto contornato da un lavoro diciamo “poco convenzionale”.. si perché Sahara è la guardiana notturna di Sleepy Hollow 😲
Un incontro casuale e fortuito e una tragedia li legherà qualche tempo dopo in qualcosa che entrambi non avrebbero mai immaginato.

Sul palco ero un leader, a casa ero un padre, a letto ero un animale. Ora sono solo l’ombra di me stesso, un relitto senza meta, uno zombie senza vita, un corpo senza anima. Sahara… quella ragazzina è un pensiero fisso, forse un capriccio, forse un bisogno di normalità.

Idem vede portarsi via da sotto gl’occhi tutto quello che ha di più caro, questo gli toglie la ragione e la voglia di vivere facendolo cadere in un baratro, e non lascatevi ingannare non parlo della sua carriera; da quel momento per lui nulla ha più importanza. Sahara non ha mai avuto niente, e ritrovarsi tra le braccia di una star mondiale che ha sempre visto da lontano potrebbe sembrare un vero e proprio sogno che si avveri..ma si sà, “non è tutto oro quel che luccica”.. ci saranno bugie e soprattutto verità che faranno male, e tanto, tanto ancora..che ovviamente non posso dirvi io.

«Idem, tutto questo è profondamente sbagliato. La mia vita è un casino, tu sei sposato, ma sei anche uno degli uomini più famosi di questo pianeta. Qual è il nostro punto d’incontro? In quale ottica tu e io potremmo mai respirare anche solo la stessa aria?» «Nell’universo parallelo che si crea tutte le volte che io sto con te»

Koraline affronta tematiche delicate e importanti, come sempre la sua scrittura mi ha trascinata fino alla fine col cuore in gola, ma chi la conosce sa’ che le piace “strapazzarci” fino all’ultimo 🤭 che sia giorno o notte resterete col fiato sospeso fino alla fine (..o fino all’ultima nota che dir si voglia 🤭) ma ne varrà la pena, credetemi 😉
Consiglio : all’inizio del libro troverete una playlist che vi consiglio di ascoltare, se non siete abituate a leggere con la musica di sottofondo come me, fatelo prima d’iniziare il libro, e mentre scorrerete le pagine e troverete le canzoni gli daranno qualcosa in più 😍 (nota..poi diventerà la vostra playlist preferita e non riuscirete più ad ascoltare altro per un bel poì..parola mia)
A proposito di canzoni..ne troverete anche altre all’interno del libro, non canzoni intere ma delle strofe, non famose..che a me hanno lasciato a bocca aperta 🥰
E’ una storia che insegna a sperare, anche quando non hai niente, o quando la vita (o chi per lei) ti toglie tutto..c’è sempre spazio per i sogni, e a volte questi si avverano 🥰

Vi lascio con l’ultimo capolavoro di Koraline, una storia ambientata per lo più in uno dei cimiteri più famosi al mondo, e che solo una scrittrice come lei poteva rendere così magica ❤️
Buona lettura 🤗
la sabi_peccatrice

p.s. ora aspettiamo gli altri componenti della band però 😏

«Idem, cos’è l’amore senza la fiducia? Cos’è l’amore senza la confidenza, senza il supporto dell’uno verso l’altra? Io non ti amo perché sei sexy, ricco, famoso, forte e protettivo. Io mi sono innamorata delle tue fragilità, mi sono innamorata del modo in cui canticchi sulle mie labbra mentre facciamo l’amore o solo quando mi baci e ti lasci andare. Mi sono innamorata del ragazzo che scrive una canzone su una foglia di acero raccolta in un cimitero. Mi sono innamorata del ragazzo che mi pretende al suo fianco, che mi cerca e mi trova anche solo con uno sguardo. Non mi importa di vederti piangere, perché quando tu sarai debole io sarò forte per te».

Mony

548 pagine in tre giorni, questo è l’effetto Koraline.


Non ti stacchi!!! Non ci riesci quando sei sulla tazza del bagno, mentre ti trucchi, quando mangi o stai lavorando, io non ci riesco!!!

Quando c’è lei di mezzo io ho fame, voglio sapere ed in quegli spazi dove davvero non puoi leggere pensi a cosa stanno facendo Idem e Sahara e non vedi l’ora di prendere quel libro in mano e girare pagina.


Una notte ti addormenti con il kindle in mano, la sera dopo di un martedì qualunque, quando il giorno dopo lavori lo finisci alle 3.06 di notte tra lacrime e sospiri!!!!


Di tanto in tanto ti fermi e ti chiedi ” ma come cavolo è possibile che le sia venuta in mente una storia del genere???  Come è riuscita a rendere così meravigliosamente affascinante e unica una ragazza che continua a dire “la mia vita fa schifo!!” Le sfumature di Sahra, la sua dolcezza e la sua forza. Costretta ad un ruolo troppo grande per lei ma che compie in modo esemplare.


Come è riuscita a farmi innamorare perdutamente, io che non credo più all’amore che invece può succedere.


Giri le pagine una dopo l’altra e continui ad emozionarti!!!
Vedi benissimo quella nuvoletta rosa e senti la passione che brucia.
Romantico, sensuale, emozionante.
Bellissimo.
Io trovo solo queste di parole per descrivere Idem.
La magia di una band rock in giacca e cravatta, i concerti, i soldi il potere, ho avuto l’impressione di sentire quelle canzoni, l’emozione del primo concerto.
Mi sono innamorata di questo libro in tutto e per tutto per tutte le emozioni che è riuscito a darmi.

Per quanto possa essere romantico un cimitero!!!!

Persone disastrate che appartengono a due mondi così diversi da credere che non possano nemmeno respirare la stessa aria ed invece diventano una sola cosa che ti travolge dalla prima all’ultima pagina!!
Oddio mica si vede tanto che mi è piaciuto da matti questa storia???

Tanti cari saluti Mony

Melody aggiunge zucchero a un caffè troppo amaro da buttare giù, sparge unguenti su ferite sanguinanti, accende una fiammella tremolante in una stanza troppo buia.

Ero una ragazzina piena di sogni prima di finire del tutto con il culo per terra. Sogni: la parola che più odio al mondo. I sogni servono solo a nascondersi e a camuffare la parola impossibile. I sogni sono per chi cerca un alibi, per chi ha paura di guardare in faccia la realtà. Non c’è nessun sogno da realizzare per quelli come me, noi possiamo solo accettare di sopravvivere.

«Quando hai composto? Dov’eri?» «In un cimitero, ero sdraiato fra le tombe, pioveva. Tuoni, lampi, gocce di pioggia. E poi… una cerbiatta che sospirava proprio sulla mia faccia». «Una cerbiatta in un cimitero che sospirava sulla tua faccia? Cristo, fratello mio. Mi sa che l’hai sognato».

VOTO : 5 PIUME

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...