Recensione LUI CHE AMA A MODO SUO “AMBRA” di Anna Chillon a cura di Carmen

Titolo: Ambra – Lui che ama a modo suo
Autore: Anna Chillon
Editore: Self publishing
Prezzo ebook: 2.99
Data pubblicazione: 20/07/2018
Genere: Contemporary Romance
Serie: Pietre preziose #2



Attenzione: il romanzo contiene tematiche BDSM, se ne consiglia la lettura a un pubblico adulto.
***
Sapevo essere forte,
ma lui lo era sempre di più.
Con un sorriso prese in pugno il mio cuore
e lo strinse feroce.
***
Niccolò Aragona, artista chiacchierato, soprannominato dai media “Il Mannaro”, a causa dei soggetti dei suoi dipinti. Per quel che ne sapevo, d’indole dominante.
Cristiano Riva, stimatissimo medico e cliente abituale della caffetteria in cui lavoravo. Lo avrei definito anaffettivo.
Da uno dei due ricevetti una proposta di lavoro, dall’altro una proposta indecente.
Io volevo soltanto il denaro per fare il viaggio dei miei sogni, perciò, anche se un baratro di diversità mi separava dall’uomo che lo avrebbe reso possibile, accettai la sua offerta. Entrai nel suo mondo e giorno dopo giorno in quel baratro ci cascai a piedi pari. Fu lui a trascinarmici e fui io a dargli tutta me stessa senza sapere che ne avrebbe fatto.
Fino a quel giorno.
Fino a quelle parole.

Romanzo autoconclusivo

Care Peccatrici, bentrovate!

Eccomi qui per parlarvi del volume 2 della serie Pietre Preziose intitolato Lui che ama a modo suo.



Immaginate una giovane donna, Ambra, che dopo un piccolo infortunio decide di voler andare in Africa perché desidera trovarsi faccia a faccia con un leone e poterne ammirare la maestosità, la grazia, l’autorità e l’assenza di paura … cose di cui sente di aver bisogno a quel punto della sua vita: un viaggio per ritrovare se stessa dopo la lunga malattia della mamma, che non le ha fatto vivere la spensieratezza dei suoi anni.



Ebbene … Questa decisione, se vogliamo alquanto curiosa e bizzarra, genererà una serie di eventi che la porterà a conoscere Niccolò Aragona, un pittore eclettico famoso nel suo ambiente per i soggetti scabrosi delle sue tele, con un passato condannabile e un presente criticabile.

Ma Ambra scoprirà che Niccolò è decisamente molto di più rispetto alla fama che lo precede.


Si era comportato da gentiluomo e come un prestigiatore, senza che potessi rendermene conto, mi aveva davvero messa a nudo… dentro.




Il sentimento che nasce tra i due è un lentissimo slow burn, Niccolò con la sua grande sensibilità riesce a capire l’indole ribelle e i bisogni di Ambra.

Era in quel modo che volevo essere catturata, non come una schiava dimessa e compiacente, ma come una preda.

Coccolava la mia mente mentre infieriva sul mio corpo o viceversa. […] Sì lui faceva piangere, perché con le sue attenzioni ti portava ad abbassare la guardia. Ed era questo che ti spiazzava. Non erano lacrime di dolore, erano lacrime di vulnerabilità.

Niccolò è autorevole, abituato ad avere il controllo ma sempre in grado di cogliere il limite silenziosamente imposto da Ambra e a rispettarlo. E’ in grado di essere rassicurante e di prendersi cura della sua niña.

«Il tuo modo di dominare mi fa sentire desiderata, eppure ogni volta che ci provi l’impulso è di disubbidire per vedere se riesci davvero a farlo. Non posso nemmeno spiegare cosa sento, è solo che… con te vinco anche quando perdo.»

D’altra parte Niccolò ha trovato in Ambra la ninfa che popola la sua mente e i suoi dipinti e senza alcuna titubanza si dichiara con parole in grado di conquistare anche noi lettrici.

«Me has embrujado, niña, de una manera completamente nueva. Y no puedo aceptar alejarme de ti.»

[Mi hai stregato, bambina, in una maniera completamente nuova. E non posso accettare di stare lontano da te.]

L’audacia di Ambra di perseguire il suo sogno di incontrare un vero leone si avvererà perché, citando Goethe, “Qualunque cosa tu possa fare, o sognare di fare, incominciala. L’audacia ha in sé genio, potere e magia. Incomincia adesso!”, ma si renderà conto che quel leone è stato un mezzo per raggiungere un fine più alto… quello di trovare ciò di cui Ambra aveva realmente bisogno!!!



E voi dopo questo piccolo assaggio siete state travolte dall’«effetto Aragona»?

Io sì!!!



La scrittura di Anna è fluida e ricercata, le tematiche del BDSM sono trattate sempre con molto tatto e sensibilità. Non c’è volgarità e il racconto è così delicato da far accettare al lettore anche dinamiche di coppia non convenzionali.

Ora mi dedicherò all’ultima Pietra preziosa della trilogia.

Volveremos a hablar pronto.

Hola pecadoras,

Carmen


5 PIUME

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...