Recensione GAME OVER di Lorella Diamante

GAME OVER
di Lorella Diamante

DATA DI USCITA: 14/04/2022
DISPONIBILE SU KINDLE- COPERTINA RIGIDA – COPERTINA FLESSIBILE
432 PAGINE
GENERE: SPORT ROMANCE AUTOCONCLUSIVO

TRAMA:   Esiste un prima e un dopo nella vita… anche nella mia.
Sono stato un vincente.
Il giocatore più giovane a entrare nella NFL.
Sono stato il più pagato, il più osannato dalla stampa e il più inseguito dalle donne.
Ho riempito gli stadi di tifosi che urlavano il mio nome sopra quello degli altri… fino a quel giorno.
Mi chiamo Chester Cox, e sono diventato solo un’immagine dorata in un mondo senza più colori… il mio.
Poi, ho incontrato lei.

I suoi occhi fissarono i miei, e nel suo sguardo vidi ardere qualcosa di potente, capace di scuotere anche il torpore dei miei pensieri, oltre al mio corpo stanco.
Cos’aveva di tanto speciale quella piccola donna?
Non lo capivo, ma volevo ascoltare tutti i suoi pensieri.

Bentornate Peccatrici, conoscevo già questo libro, l’ho riletto per voi…e per me, quindi vi prendo e vi trascino nel mondo della NFL che, se non lo conoscete, proverò ad aiutarvi facendovi vedere però anche l’altra faccia della medaglia dello sport più famoso e praticato d’America attraverso le pagine scritte da Lorella Diamante che è andata a segno con un touchdown clamoroso come GAME OVER.
Quindi andiamo: casco, imbottiture, paradenti, scarpe coi tacchetti, maglia numero 23 dei New York Giants, palla ovale nell’avambraccio sinistro stretta tra gomito e le dita piegate e scendete con me sul rettangolo di gioco per questa partita d’addio: sarete delle running back veloci, agili, scattanti pronte a penetrare nella difesa avversaria più grossa e arcigna di voi, dovrete aggirarla, attutire colpi, cadute, trovare alternative istantanee e cercare un equilibrio, dovrete soffrire, resistere, rovinare a terra e rialzarvi perchè è ciò che vi aspetta d’ora in poi.

Non leggerete dei successi, vittorie, ambizioni, donne e onori di Chester Cox, campione leggendario e irraggiungibile che ha polverizzato ogni record, l’enfant prodige della NFL , ricco, affascinante, egocentrico e con un talento fuori dal comune: leggerete la parabola discendente di una stella in picchiata libera dove non è un infortunio alle articolazioni maciullate di un ginocchio a porre fine ad una carriera ineguagliabile. Chester ha in tasca un biglietto di sola andata per l’inferno, è un lancio senza paracadute dentro ad un burrone profondo senza via d’uscita.
E non c’è niente di immaginario o inventato in tutto ciò che viene raccontato: c’è un dietro le quinte che in troppi ignorano, che invece gli addetti ai lavori hanno imparato a conoscere grazie ad un neuropatologo nigeriano che lo ha portato alla ribalta e che voi scoprirete attraverso questa lettura (N.B. Il medico nigeriano è frutto di una mia ricerca, non compare nel libro).

GAME OVER è anche la storia d’amore che nasce tra questo asso del football e Layla Turner (sorella di Brian Turner, protagonista di Cross the line), una giornalista sportiva intelligente, con un carattere tosto, una piccola donna immensamente coraggiosa capace di curare e proteggere gli altri – una vera Offensive Guard – ma incapace di amare perchè troppo grande è il peso che si porta dietro da 16 anni, dove – come dice lei stessa – le sue non sono cicatrici perchè sono ferite che sanguinano ancora. Questa è una relazione diversa, si fonda su un’empatia inspiegabile, non mi mescolano solo attrazione o chimica, viaggia sulle onde di una connessione profonda dove il dolore parla la stessa lingua, è una solitudine che risponde al richiamo di un’altra solitudine, dove non c’è cura apparente per nessuno dei due: ma sono entrambi combattenti, due campioni che si spingeranno ai limiti attraverso le tempeste e ci finirete dentro anche voi.
Credo di non essere in grado di riuscire a trasmettervi a parole tutto ciò che ho percepito e vissuto con questo libro perchè va letto azzerando ipotesi, congetture, fantasie, voli pindarici, “e vissero felici e contenti”: non ci sono filtri, scialuppe di salvataggio, è una realtà tangibile, lucida, cruda e messa a nudo che stringe lo stomaco, ma che è talmente intensa, dirompente, celebrale da diventare emotivamente disarmante e accecante. Ma non vi terrò in apnea: c’è l’happy end, potete respirare.

Non è una trama facile da concepire, figuriamoci da scrivere, ci vuole un’estrema sensibilità e una capacità innata per metterla nero su bianco, non falsando o ammansendo in alcun modo le dinamiche degli eventi, ed è una storia che vale la pena di conoscere perchè – in fondo – in ognuna di noi c’è una running back che si trova di fronte a muri enormi da scalare, rischi e paure che crediamo di non poter superare, ma il running back “vede” un varco anche dove non c’è, trova lo spiraglio giusto dove imbucarsi per non farsi travolgere, per schivare gli ostacoli, avanzare e avanzare portando quella maledetta palla ovale fino a farle toccare terra tra i pali avversari e fare finalmente touchdown.

So che dovrei darvi una recensione imparziale e obiettiva ma non ci posso far niente se tutto ciò che Lorella Diamante si mette in testa di scrivere diventa oro: è il quaterback vincente – una fuoriclasse alla Tom Brady – guida la squadra in campo, domina l’attacco e ordina la difesa, ha lo schema chiaro in testa e agisce con coerenza, istinto e genialità; cambia strategia ripetutamente eppure il suo stile resta inconfondibile, niente è lasciato al caso perchè una come la Diamante ha la completa padronanza del gioco in cui si muove, ha sempre dalla sua giocatori formidabili da cui sa tirare fuori il meglio e ha sempre un asso nella manica per arrivare direttamente alla finale del Super Bowl.

E con GAME OVER non si smentisce: è la degna conclusione del filone che ha dedicato al football (iniziato con The game of life, Second Chance e Cross the line ..non fatemi dire che dovreste leggerli…) e ha scelto di chiudere con la Storia più squarciante, più tenace, più aspra da digerire ma capace di reggere ogni contraccolpo possibile. In una parola: inarrestabile.

Ho scelto di non mettere estratti perchè non c’è un imput diverso dal dirvi solo: leggetelo e fatelo vostro, è la vostra partita Peccatrici, giocatevela.

Alla prossima. Moira

5 PIUME ASSOLUTE!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...