RECENSIONE RE DI ANIME DI L. A. COTTON

TITOLO: Re di anime
SERIE: Verona Legacy Vol. 2
AUTORE: L. A. Cotton
EDITORE: Queen Edizioni
GENERE: New Adult
PAGINE: da definire
FORMATO: Ebook – cartaceo
PREZZO: 4,99 Ebook – 12,90 cartaceo
DATA DI PUBBLICAZIONE: 29 Ottobre 2020
NB: Romanzo disponibile in ebook nei vari store e in libreria nella versione cartacea.

Sinossi.
Arianne Capizola sta vivendo una menzogna. Arrabbiata. Abbandonata. Spaventata. Preferirebbe
passare le sue giornate rinchiusa nella villa di suo padre, invece di stare con il ragazzo che ha rubato la sua innocenza: il suo fidanzato. Niccolò Marchetti sta vivendo un incubo. Spezzato. Esiliato. Tradito.
Farà di tutto pur di salvare la ragazza che ama, anche se questo significa dover pagare con la sua vita.
Mentre la verità che avvolge le loro famiglie inizia a rivelarsi, tutto quello che credono di sapere inizierà a vacillare. Ma Nicco farà qualsiasi cosa per proteggere la ragazza che gli ha insegnato ad amare, e lei
rischierà tutto per salvare il ragazzo che le ha rubato il cuore. Il tempo scorre, e nemici vecchi e nuovi si avvicinano. Solo che, questa volta, il loro amore potrebbe non essere sufficiente a salvarli.

Biografia Autore.
L. A. COTTON, autrice di Young Adult e New Adult Romance.
Scrive le storie che vorrebbe leggere: storie che creano dipendenza, piene di rabbia adolescenziale, tensione,
colpi di scena e svolte. Vive in una piccola città nel centro dell’Inghilterra, dove al momento si destreggia tra
l’essere una scrittrice a tempo pieno e fare da madre/arbitro a due bambini. Nel suo tempo libero (e quando
non è accampata di fronte al computer) è probabile trovarla immersa in un libro, lontana dal caos della vita.
Le piace connettersi e interagire con i suoi lettori, e puoi trovarla su: http://www.lacotton.com

Eccomi peccatrici, che dire continuo ad urlare che la Cotton è una certezza!! In questo volume si vive il tormento dei due protagonisti. Nicco costretto a nascondersi e Arianna costretta a una vita non sua, costretta a stare proprio con la persona che l’ha ferita, umiliata nel peggiore dei modi. Tradita dalla sua famiglia, usata come carne da macello, ma sempre pronta a combattere per la sua libertà. Nicco anche se nell’ombra, continuerà a fare di tutti per poter raggiungere la sua Ari. Mentre i due pensano a una soluzione per uscire da questa situazione, Nicco sarà sempre più impaziente e il suo io interiore urlerà fortemente la sua disapprovazione nel gestire la situazione, si metterà anche contro la sua famiglia per il suo amore. Arianna si mostra per la donna che è, forte e temeraria, pronta a perdere tutto per salvare la persona amata. I due sono proprio l’uno la metà dell’altra, se da un lato Nicco è oscuro, Ari è la sua luce. Ma il colpo di scena più incredibile quello che veramente mi ha fatta rimanere col fiato sospeso è stato… Ah mi dispiace non posso dirvelo, dovete leggere questi due romanzi, per arrivare a trattenere il fiato come ho fatto io. Venite a scoprirlo!
Baci, baci Lisa.

Le lacrime mi pizzicarono gli angoli degli occhi mentre ricacciavo indietro i ricordi confusi. Il suo tocco crudele, le sue parole volgari. Mi aveva sporcata. Mi aveva picchiata e ferita. Ma non gli avevo permesso di prendersi il mio cuore. Non avrebbe mai potuto averlo, perché apparteneva a un altro. Apparteneva a Nicco. Lui sapeva del fidanzamento. Luis, la mia guardia del corpo, glielo aveva comunicato non appena avevamo lasciato la villa di mio padre. Io ero troppo sconvolta per reagire. Troppo sorpresa per fare qualcosa che non fosse singhiozzare in silenzio per l’intero viaggio di ritorno alla University Hill. Mio padre aveva promesso che avrebbe risolto le cose. E mi aveva mentito.

«Voglio andare via», dissi a denti stretti costringendomi a sorridere, in modo che gli amici di Scott non pensassero che fossi maleducata. Non mi interessava cosa credevano, ma non volevo neanche attirare l’attenzione su di me. «Dai, piccola», mormorò Scott, «ancora un altro po’…» «Puoi portarmi a casa tu, o posso chiedere a Luis di far venire una macchina.» Lui era obbligato ad avere una macchina nei paraggi, per qualsiasi evenienza. Scott rise nervosamente e il suo sguardo si spostò verso la coppia con cui aveva chiacchierato al bancone nell’ultima ora. «Non fare una scenata, Ari. Dale e Kayla sono dei miei buoni amici. Un altro drink e poi ce ne andiamo.» «Tu goditi quel drink.» Scesi dallo sgabello, evitando gentilmente la sua presa. «Io me ne vado.» Non riuscivo a respirare. Tra i costanti sorrisi falsi e le risate forzate, il macigno sul mio petto non aveva fatto altro che diventare più pesante. Se non avessi preso presto un po’d’aria fresca, avrei rischiato di svenire o di fare qualcosa che avrei rimpianto.

Le circondai la vita con le braccia e posai il mento sulla sua testa. «Sei davvero bellissima, bambolina. E mi dispiace che tu debba fare tutto questo.» «Tutto quello a cui riesco a pensare è che ha rubato un’altra delle mie prime volte…e lo odio così tanto per questo.» Mi allontanai per poterla guardare, la mia schiena si irrigidì. «Dovresti andare.» Mi sorrise debolmente. «Come faccio a lasciarti tornare lì dentro?» «Devi farlo e basta.» Arianne scrollò appena le spalle. Fece un altro passo indietro, mentre le nostre mani restavano unite. «Lui può avere le tue prime volte», dissi piano, «ma il tuo per sempre…quello appartiene a me.» Arianne esitò, poi si gettò su di me. Io la presi e barcollai all’indietro, stringendola tra le braccia. «Baciami», sussurrò. «Baciami come se l’anello che porto fosse tuo.»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...